Utente
Gentili dottori, ho 31 anni e soffro di emicrania da 3 anni circa.
Inizialmente i miei attacchi erano sporadici, e nell, ultimo anno si sono intensificati.
Non fumo e non bevo alcolici, i miei attacchi si verificano alla fine del ciclo mestruale, a cavallo dell'ovulazione e talvolta prima del ciclo successivo, in totale circa 6/8 giorni al mese.
Il dolore è localizzato sul lato sinistro, attorno l'occhio, e spesso accompagnato da nausea.
Assumo maxalt al bisogno e plasil quando necessario.
E da altrettanti anni, pur non avendo palesi problemi ginecologici, non riesco ad avere una gravidanza.
Vorrei sapere se le 2 cose possono essere collegate e se la mia emicrania è causa degli ormoni o può essere altro.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
l'emicrania concomitante al ciclo mestruale, definita anche "catameniale", è estremamente frequente ed è legata alle variazioni del livello ormonale fra estrogeni e progesterone. Ciò non è invocabile come causa di infertilità ma è solo coincidente. Per il numero di attacchi sofferti in un mese, lei entra nel gruppo di pazienti da trattare con terapia preventiva. Al riguardo, è opportuno che si rivolga ad un neurologo che la indirizzerà verso la forma più appropriata di terapia.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottore e grazie per la celere risposta. Suppongo, come mi ha già accennato un neurologo che ho consultato circa un anno fa, che qualsiasi cura preventiva non andrebbe di pari passo con la mia ricerca di una gravidanza, in quanto sto da qualche mese sperimentando delle stimolazioni ovariche, al momento senza alcun successo. Approfitto della sua gentilezza per chiederle se esiste qualche altra strada che non ostacola la mia ricerca, tipo osteopatia o agopuntura o, se secondo la sua esperienza, sarebbero soldi e tempo impiegato inutilmente.
Cordialmente.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Come diceva Guzzanti in una sua famosa trasmissione di qualche anno fa: la seconda che hai detto!
Mi consenta il tono scherzoso, gentile paziente, ma lasci stare.
Proceda con i suoi sforzi che le auguro siano coronati da successo ed allorché sia in grado di sostenere terapie farmacologiche si affidi ad un neurologo che la indirizzi in modo appropriato.
Cordiali saluti ed auguri
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it