Utente
Buongiorno, vorrei chiedere un consulto riguardo una cefalea che è ormai persistente.

Da febbraio accuso un mal di testa piuttosto localizzato sul lato destro, prevalentemente su fronte e tempia.
Il dolore lo definirei di tipo trafittivo, che arriva fino all'occhio, alle volte avverto invece un senso di bruciore.
Tengo sotto controllo il dolore con paracetamolo da 1000 o con oki...Ma comunque quasi tutti i giorni mi si presenta, alle volte con intervalli di qualche giorno.

Oltre a questo da qualche giorno ho delle fitte molto dolorose e "profonde" nel lobo parietale sinistro.

Sono preeccupata in particolare per queste ultime.
Come dovrei agire?

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

considerato che il mal di testa lo avverte ormai da diversi mesi, Le consiglio di effettuare una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee, sia per avere una diagnosi corretta sia per una terapia adeguata, possibilmente di prevenzione e non con antidolorifici.
Lei abusa di questi ultimi? Le chiedo questo perché un abuso di antidolorifici può cronicizzare la cefalea.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la così celere risposta!
No, direi che non faccio abuso di antidolorifici, ricorro ad essi solo quando il mal di testa diventa particolarmente invasivo.
Comunque prenoto allora una visita neurologica.
Volevo solo chiedere se secondo lei le fitte che avverto possano essere sintomo di qualcosa che richieda un intervento più immediato o siano parte della cefalea in sè.
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

solitamente le fitte alla testa indicano un problema nevralgico o possono essere associate a cefalea tensiva. Nel Suo caso potrebbe essere questa la condizione ma solo come pura ipotesi a distanza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro