Attivo dal 2020 al 2020
Gentile Dottore buoansera, decido di scriverle poiché qualche anno fa avendo avuto un consulto con lei per un problema neurologico di mio nonno avevo avuto delucidazioni molto precise, utili e ricche di informazioni.
RIcordandomi di Lei volevo oggi chiederle gentilmente un consulto per la mia situazione.


Sono un maschio di 31 anni e recentemente (pochi mesi fa) ho eseguito una visita neurologica poiché notavo da sempre un deficit nella memoria a lungo termine e volevochiarire questa mia caratteristica.
Il neurologo ha svolto accuratamente la visita con anche test neuropsicologici preventivi ecc e raccontando nella mia anamnesi di una botta frontale occorsa da bambino e mai indagata (caddi da una altezza di circa due metri con la fronte) ha deciso di prescrivermi comunque una risonanza.
Ero molto in dubbio ma alla fine l'ho fatta, mi son detto ormai siamo in ballo, balliamo... dal referto non è emerso nulla fortunatamente.


Nella visita neurologica ho eseguito anche test di prassie ecc e test con movimenti di dita con leggere dismetrie e per questo il medico di famiglia ha scritto nella richiesta: dismetria.
Il punto che ora ho un dubbio perché pur avendo detto al tecnico radiologo della visita nel referto trovo scritto: motivo della richiesta "dismetria".
Quando in realtà si voleva analizzare tutt'altro (incomprensione neurologo-medico di famiglia, mame ne sono accorto troppo tardi)

Il punto è che ora ho il dubbio di aver fatto un esame non mirato al mio problema.

Vorrei poterle riportare il referto per avere qualche suo consiglio e se secondo lei i test svolti sono sufficienti per indagare quello che in realtà inizialemtne si voleva indagare: memoria e la botta frontale della giovine età (se appunto vi fossero zone "cicatriziali").


Copio il referto:

RIchiesta: dismetrie.


Esame eseguito senza contrasto con sequenze: TSE T2, FLAIR, DWI, GRE T2 e SE T1 pesate, nei tre piani spaziali.


Non si evidenziano significative alterazioni morfologiche di segnale intraparenchimale focale a carico delle strutture nervose sotto e sopratentoriali

Nelle sequenze GRE T2* non si evidenziano alterazioni di segnale riferibile a presenza di prodotti di degradazione dell'emoglobina (emosiderina)

In DWI nessuna alterazione di segnale per lesioni vascolari ischemiche recenti

Normale morfologia e segnale del corpo calloso

Moderato ampliamento del IV ventiroclo ed asimmetria dei settori posteriori dei ventricoli laterali Sn>Dx

Ben rappresentati gli spazi subaracnoidei periencefalici della base, moderata dilatazione della vallecola e della cisterna magna, della volta.
E' adeguata la visualizzazione delle scissure silvane e dei solchi corticali della convessità cerebrale

Come dicevo le mia domanda è appunto se le sequenze usate: TSE T2, FLAIR, DWI, GRE T2 e SE T1 sono sufficienti per appunto indagare quello per cui mi ero sottoposto all'esame?
Ovvero valutare il perché della mia situazione di memoria e trauma frontale passato se avesse interessato il cervello?
Ora mi è sorto questo dubbio e vorrei capire di più, non vorrei aver fatto per nulla

Grazie Dottore.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ovviamente l’esame è perfettamente attendibile anche per tutte le altre condizioni che si possono evidenziare con la RM in quanto l'encefalo è stato studiato dettagliatamente in ogni aspetto, a prescindere dalla indicazione del neurologo, nel Suo caso "dismetria".
Può, pertanto, stare tranquillo in quanto ha effettuato un esame completo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Gentile Dottore mille grazie per la sua risposta così celere.

Scrive: "è perfettamente attendibile anche per tutte le altre condizioni che si possono evidenziare con la RM "

Qundi nello specifico anche per "memoria e la botta frontale della giovine età" che poi era la mia domanda iniziale e la stessa richiesta del neurologo? Giusto?

Scusi se replico ma vorrei essere certo di averLa compresa appieno.

La ringrazio moltissimo

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certo, ha compreso perfettamente, non ci sono lesioni post-traumatiche, peraltro se anche i test neuropsicologici inerenti la memoria sono normali non ha motivo di preoccuparsi per il precedente trauma.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Ha ragione, in effetti anche i test neuropsicologici sono nella norma; probabilmente il suo collega dell'ospedale vedendomi anche un po' preoccupato ha preferito indagare anche a livello strumentale seppure il trauma fosse occorso da faciullo. Ora sono molto più sereno grazie alla sua risposta.:)


Un' ultima cosa, poi non la disturberò oltre avendo chiarito tutto. Mi chiedevo la scoperta occasionale di avere

Moderato ampliamento del IV ventiroclo ed asimmetria dei settori posteriori dei ventricoli laterali Sn>Dx

E

moderata dilatazione della vallecola e della cisterna magna, della volta.

Cosa volesse di fatto sgnificare.

Mi scuso per l'ignoranza :D

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si devono visionare direttamente le immagini dell'esame per dare un parere attendibile, tuttavia spesso queste condizioni sono congenite, cioè presenti dalla nascita e non considerate patologiche. Ne parli col neurologo che vedrà le immagini.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Grazie :)

Certamente ne riparlerò.

Le auguro una buona serata Dottore.
E ancora grazie!

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, Grazie a Lei per le cortesi recensioni.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro