Alla cortese attenzione del dott ferrarolo

Gentile dottore, le invio un nuovo consulto perché quello precedente era scaduto le riassumo brevemente la mia situazione: sono un ragazzo di 28 anni, soffro di ansia e attacchi di panico e di emicrania con aura da tanti anni, ho fatto diverse visite e controlli, tra cui: visite neurogiche, visite oculistiche e campi visivi, visita ORL (ho setto nasale deviato, ipertrofia dei turbinati e ipertrofia tonsillare), visite cardiologica e con elettrocardiogramma ed ecocardiogramma risultate negative.

Nel 2004 ho eseguito una Tacencefalo a causa di un trauma cranico con svenimento risultata negativa, nel 2016 ho eseguito una Tac all'encefalo per l'emicrania risultata negativa, nel 2017 ho eseguito una Risonanza magnetica e Angio-Rm encefalo risultata anch'essa negativa, ho fatto anche diverse elettroencefalogramma anche in privazione del sonno risultati negativi, diverse analisi del sangue e urine risultate negative, ed ecografia addome e reni risultata negativa.
Le scrivo perché da un periodo non sto bene, sono seguito da una psichiatra con la seguente terapia: zoloft 50 mg, depakin 100 mg, e xanax 1 mg per 2 volte al giorno,.

I sintomi sono i seguenti: senso di svenimento, nausea, confusione mentale, tachicardia cefalea (una volta a settimana circa), poi dimentico le cose ad esempio penso ad una cosa e poi 30 secondi dopo ad esempio non ricordo a cosa stavo pensando, oppure sto facendo fatica a ricordare i nomi dei farmaci nel senso che ci devo pensare un po per ricordare un farmaco che mi dicono in generale ovviamente cioè se mi dicono un farmaco nuovo faccio fatica a ricordarlo ad esempio, la mia memoria non è più quella di una volta, poi ho astenia, Confusione durante le faccende di ogni giorno, c'è da dire che lavoro nella grande distribuzione e quindi è un lavoro stressante sia fisicamente che mentalmente, ho preso anche del argivit ma non ha fatto nulla per una settimana, ma il sintomo che mi preoccupa di più è quello che a volte ad esempio cammino non vedo lateralmente una cosa ed inciampo cioè come se mi facesse l'oggetto lo sgambetto, mentre cammino col carrello a volte sbatto su qualcosa, però mi sento che vedo bene e questo sintomo mi preoccupa molto, infatti vorrei andare al pronto soccorso per fare una Tac all'encefalo perché sono molto preoccupato mi sento strano, stamattina mi sono sentito come se avessi avuto una sorta di intossicazione alimentare e leggendo su internet ho letto tumore e cose varie, le volevo chiedere i miei sintomi possono essere ricondotti ad un tumore cerebrale?
Oppure adenoma ipofisario?
Può essere sla o sclerosi multipla?
O piccole ischemie?
O neurite ottica?
Può essere ansia?
O effetti collaterali dei farmaci?
O la terapia che va rivista?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.7k 2.3k 20
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita è verosimilmente di origine ansiosa, considerato l’esito negativo delle varie visite specialistiche ed esami diagnostici effettuati.
Non faccia più TC senza un valido motivo, per tranquillizzarsi è indicata una RM encefalica.
Comunque la terapia farmacologica che sta praticando è a basso dosaggio, riferisca tutto alla psichiatra che La sta seguendo per un’eventuale rivalutazione terapeutica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la risposta, mi ha tranquillizzato molto, chiamerò la psichiatra e vediamo cosa mi dirà, le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.7k 2.3k 20
Prego, buona serata anche a Lei

La rinite è una malattia infiammatoria del naso molto diffusa, può essere allergica e causare prurito, ostruzione nasale, starnuti. Diagnosi, cure e complicanze.

Leggi tutto