Alla cortese attenzione del dott. ferrarolo

Gentile dottore, le invio un nuovo consulto perché quello precedente era scaduto le riassumo brevemente la mia situazione: sono un ragazzo di 28 anni, soffro di ansia e attacchi di panico e di emicrania con aura da tanti anni, ho fatto diverse visite e controlli, tra cui:visite neurogiche, visite oculistiche e campi visivi, visita ORL (ho setto nasale deviato, ipertrofia dei turbinati e ipertrofia tonsillare), visite cardiologica con elettrocardiogramma ed ecocardiogramma risultate negative.
(La più recente è quella cardiologica le altre sono state effettuate 2-3 anni fa) Nel 2004 ho eseguito una Tac encefalo a causa di un trauma cranico con svenimento risultata negativa, nel 2016 ho eseguito una Tac all'encefalo per l'emicrania risultata negativa, nel 2017 ho eseguito una Risonanza magnetica e Angio-Rm encefalo risultata anch'essa negativa, ho fatto anche diverse elettroencefalogramma anche in privazione del sonno risultati negativi, diverse analisi del sangue e urine risultate negative, ed ecografia addome e reni risultata negativa.
Le scrivo perché è da un po di tempo che non sto bene (il mese di gennaio è stato devastante, è morto un mio stretto familiare a causa del covid è sono stato in quarantena per più di 20 giorni ho effettuato 3 tamponi risultati negativi, ma ho avuto positività in famiglia e non mi ha fatto stare bene perché non ho potuto nemmeno lavorare e al momento non lavoro) perché ho i seguenti sintomi: senso di svenimento, nausea, confusione mentale, tachicardia, cefalea (in questo periodo anche 2-3volte a settimana) , poi dimentico le cose ad esempio penso ad una cosa e poi 30 secondi dopo ad esempio non ricordo a cosa stavo pensando, oppure sto facendo fatica a ricordare i nomi dei farmaci nel senso che ci devo pensare un po per ricordare un farmaco che mi dicono in generale ovviamente cioè se mi dicono un farmaco nuovo faccio fatica a ricordarlo ad esempio, la mia memoria non è più quella di una volta, astenia, senso di pesantezza allo stomaco, quando esco di casa mi sento strano come un pesce fuor d'acqua, fatico come dire a pensare di programmare a riprendere la mia vita in modo graduale come se il mio cervello non ci riesce.
Sono seguito da una psichiatra con la seguente terapia: zoloft 50 mg, depakin 100 mg, e xanax 1 mg per 2 volte al giorno, ma non ci vado da molto tempo, le volevo chiedere: i miei sintomi possono essere ricondotti ad un tumore cerebrale?

Oppure adenoma ipofisario?
O piccole ischemie?

O neurite ottica?
O in generale a un tumore in un altra zona del corpo?
Può essere stress o ansia?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

Le confermo l’impressione avuta nel precedente consulto, cioè un’origine ansiosa della sintomatologia riferita, addirittura rinforzata in questo consulto dalle ulteriori notizie che ha dato (scomparsa di un familiare, positività Covid in famiglia, ecc.) per cui il consiglio che Le posso dare è di rivolgersi nuovamente allo psichiatra che La segue (anche perché non succede da molto tempo) per una rivalutazione della terapia.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio tanto per la risposta, ne parlerò anche con il curante, Cordiali saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Prego, buon fine settimana.

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora una volta, con riferimento al consulto precedente ho seguito il suo consiglio e sono tornato dalla psichiatra, mi ha prescritto il brintellix da 10 mg al posto dello Zoloft da 50 mg ed ha aumentato il Depakin a 200 mg, e lo Xanax invariato, ho fatto la terapia per un mese e mi sentivo sempre senza forze con una sonnolenza eccessiva e sul ansia non ha fatto granché, da 10 giorni circa l'ho sospeso e sono andato l'altro ieri da una neurologa e mi ha prescritto prozac da 20 mg, anstea una compressa la mattina, zavomel 1 compressa la sera e Depakin 100 mg la sera anziché la mattina, le volevo chiedere il prozac è indicato nei disturbi ansiosi ( ansia e attacchi di panico?), è un farmaco attivante cioè provoca meno sonnolenza? Riguardo gli integratori possono dare benefici sia all'ansia che all'emicrania? La ringrazio in anticipo per la risposta cordiali saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora una volta, con riferimento al consulto precedente ho seguito il suo consiglio e sono tornato dalla psichiatra, mi ha prescritto il brintellix da 10 mg al posto dello Zoloft da 50 mg ed ha aumentato il Depakin a 200 mg, e lo Xanax invariato, ho fatto la terapia per un mese e mi sentivo sempre senza forze con una sonnolenza eccessiva e sul ansia non ha fatto granché. Circa 20 giorni fa l'ho sospeso e sono andato da una neurologa mi ha prescritto prozac da 20 mg, anstea una compressa la mattina, zavomel 1 compressa la sera e Depakin 100 mg la sera anziché la mattina,è da una settimana che prendo il prozac e da 3 giorni anstea e zavomel e purtroppo ancora avverto sonnolenza diurna e astenia come se mi sento spento dentro, ad esempio come assumo zavomel mi viene sonnolenza e la sera devo dormire presto.
Le volevo chiedere :
1) il prozac è indicato nei disturbi ansiosi? ( ansia e attacchi di panico?), è un farmaco attivante cioè provoca meno sonnolenza?
2 Lo zavomel può essere la causa di forte sonnolenza? Quando lo assumo dopo 10 minuti mi sento strano come se fosse la muscolatura rilassata e di seguito sonnolenza può essere un effetto dell'integratore?
3) Può essere che il brintellix dopo 20 giorni non l'ho ancora smaltito e quindi è la causa di tutta questa astenia e sonnolenza?
4) Può essere che c'è qualche organo che non sta riuscendo a smaltire qualcosa? Ho fatto tutte le analisi del sangue e delle urine e sono risultate negative. La ringrazio in anticipo per la risposta cordiali saluti
[#6]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Il prozac è più attivante e quindi dovrebbe causare meno sonnolenza.
Lo zavomel è un integratore e come tale non dovrebbe dare effetti collaterali importanti, tuttavia se ha notato una correlazione cronologica tra assunzione del farmaco e i sintomi riferiti è possibile.
Il brintellix è ormai smaltito.

Dr. Antonio Ferraloro

[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la risposta le auguro una buona giornata cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo per l'ennesima volta ma le volevo chiedere un consulto, con riferimento al post #5 e #6 cioè che sono seguito da una neurologa con la seguente terapia per ansia e attacchi di panico e di emicrania con aura,
Prozac 1 Cp da 20 mg la mattina, anstea 1 Cp la mattina, Xanax 1 Cp da 1mg per 2 volte al giorno e, Depakin 100 mg bustine 1 la sera e zavomel 1cp la sera, sono più di 20 giorni che faccio questa terapia l'ansia si è lievemente abbassata ma mi capita di avere senso di svenimento e, ma sopratutto sonnolenza e astenia, ho parlato col l medico curante e mi ha detto che può essere che il mio corpo non sta riuscendo a smaltire i farmaci. Ho effettuato gli esami del sangue e sono risultati negativi
Le volevo chiedere siccome ho un piccolo calcoli renali 5mm può essere che questo impedisce lo smaltimento dei farmaci? Può essere che ci sia qualche organo che non sta funzionando bene? L'ipotesi del medico in base ai miei sintomi può essere fondata? Settimana prossima sentirò la neurologa, la ringrazio in anticipo per la risposta cordiali saluti
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Personalmente ritengo poco probabile l'ipotesi avanzata dal medico curante.
La presenza dei calcoli renali è ininfluente in tal senso.
Veda cosa Le dirà la neurologa.

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la risposta le auguro un buon fine settimana cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa