Risonanza magnetica con mdc

Buongiorno avrei bisogno di un aiuto sugli esiti di una risonanza magnetica con mezzo di contrasto.

Dal referto della risonanza magnetica sono risultati piccoli episodi ischemici focali.
Più precisamente si legge:
"a livello sovratentoriale si descrivono nella sostanza bianca frontale anteriore bilaterale alcune aree d'ipersegnale  di significato gliotico espressione di piccoli eventi vasculo' ischemici focali; nella regione paratrigonale postero-superiore sinistra si descrivono plurimi spazi perivascolari ampliati circondati da diffusa gliosi".

Ho fatto ecocolordoppler vasi collo che è risultato nella norma.

Dopo una visita neurologica, il neurologo per sospetto PFO (forame ovale pervio) mi ha prescritto ecocolordoppler transcranico con MDC.

Sono in cura per un problema di ipoacusia improvvisa e ho sentito due otorini che non concordano sulla natura vascolare o meno del problema.

Mi potreste dare un vostro parere?

Grazie
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Signora,

condivido quanto prescritto dal neurologo riguardo la ricerca del PFO, infatti spesso ala Sua giovane età questi reperti encefalici possono riconoscere questa causa.
Se l’esame fosse negativo sarebbe poi opportuno effettuare uno screening trombofilico per la ricerca di eventuali trombofilie.
Riguardo la natura vascolare o meno del reperto riscontrato alla RM encefalica non è possibile dare un parere attendibile a distanza, probabilmente i prossimi esami potranno essere dirimenti.
La RM è stata effettuata per l'ipoacusia?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, grazie per sua sollecita risposta.
Si ho fatto la risonanza perché a metà gennaio ho avuto una forte perdita d'udito improvvisa all'orecchio sinistro che , dopo più di 20 sedute di camera iperbarica, ho parzialmente recuperato, tranne un paio di frequenze, ma mi è rimasto acufene.
Nel frattempo, ad inizio marzo ho avuto uno strano episodio di un forte e improvviso tintinnio nel lato destra della testa, simile al suono del diapason che è durato per diversi giorni. Adesso sento un ronzio al lato destro della testa che quando sono coricata a letto si accentua (non mi sembra acufene localizzato nell'orecchio).
Da quanto sono cominciati i miei problemi ovvero da gennaio, diverse volte sento una lieve pressione nell'angolo superiore destro della testa.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
intendevo nella regione parietale dx.

Le riporto anche l'esito dell'ecolordoppler TSA fatto a febbraio 2021: "ispessimento intimale (0.9mm). Rari microateromi bulbari. Non stenosi emodinamicamente significative. A. vertebrali perviene con flusso ortodontico. Controlli periodici."

A febbraio 2020 avevo fatto un ETG regione sovraclavocolare SX, perché a fine dicembre 2019 avevo avuto per alcuni giorni un rigonfiamento consistente in un tratto della vena del collo. L'esito dell'esame era stato: "lo studio della regione ha evidenziato rari linfonodi reattivi flogistici, del diam.max di 9mm circa. Si segnalano inoltre, altri linfonodi reattivi flogistici in sede lat/cerv. bilateralmente, del diam.max di 11mm a dx e di 10mm circa a sx."
Lei ritiene che da questi esami emergano elementi aventi qualche rilevanza?
[#4]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Ritengo che per i linfonodi reattivi sia stata trovata la causa, è corretto?
Per il resto gli altri esami non sono indicativi di particolari patologie.

Dr. Antonio Ferraloro

[#5]
dopo
Utente
Utente
Scusi dottore, cosa intende per causa dei linfonodi reattivi, perché quando ho fatto vedere al mio medico l'esito mi ha detto che non c'era nulla di rilevanza
[#6]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Generalmente i linfonodi reattivi flogistici indicano uno stato infiammatorio dei linfonodi stessi o di strutture vicine, anche un problema dentario, tonsillare, faringeo, ecc. ma ormai è passato più di un anno per cui stia tranquilla.

Dr. Antonio Ferraloro

[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, stamani ho fatto l'ecotranscranico con mezzo di contrasto, e l'esito è stato negativo, con assenza di shunt destro-sinistro.
Mi scusi, che tipi di esami del sangue bisogna fare per lo screening trombofilico?
Io ho già fatto ad inizio marzo alcuni esami ematochimici quando ho avuto il secondo episodio di calo dell'udito perché pensavano che avessi avuto una TIA.
In particolare ho fatto:
Alt (20.0 Ul/L)
Creatinina (0.7 mg/dL)
Emocromo con formula (vedi dopo)
Fibrinogeno (217.0 mg/dL)
Filtrato glomerulare (89.0)
Glicemia (103 mg/dL)
Indice di emolisi (58.0)
Potassio (4.8 mmol/L)
Sodio (138.0 mmol/L)
Tempo di protrombina (INR 1.07 - Attività 88.0% - PT Ratio 1.07)
Tempo di tromboplastina parziale (aPTT 36.0 sec. - aPTT Ratio 1.15 ratio)

L'emocromo è nella norma e ha solo evidenziato l'anemia mediterranea di cui io sono portatrice, con globuli rossi più piccoli ma più numerosi:
Globuli rossi 6.15x10^6/uL
MCV(volume corpuscolare med)62.0 fl
MCH(conten.emoglobinico med)20.0 pg
RDW 16.0%
La ringrazio in anticipo per qualsiasi indicazione possa darmi
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Signora,

lo screening trombofilico è rappresentato da una serie di esami del sangue per studiare eventuali anomalie della coagulazione che potrebbero aumentare la coagulabità del sangue, per es. la ricerca delle mutazioni del fattore V di Leiden, le mutazioni del MTHFR, ecc. ma deve essere il neurologo a consigliarlo. Ne parli col collega se ritiene opportuno richiederlo.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#9]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la sua disponibilità.
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Di nulla.

Buona giornata

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio