Effetto rebound dopo Nubriveo

Salve! Assumo, dal 2018, Nubriveo 25mg (due volte al dì) per una forma di epilessia che avevo già ai tempi dell'asilo, ma che mi è stata diagnosticata solo nel 2006.
(La mia sintomatologia prevedeva "scatti" al risveglio con perdita di tono muscolare, che coinvolgevano la mia intera persona e non solo gli arti...come se qualcuno "staccasse la spina" per una frazione di secondo.
Nell'arco della mia vita sono anche caduta tre volte, senza perdere conoscenza.
Questi episodi si presentavano al mattino, subito dopo il risveglio, quando avevo dormito poco ed ero in preda all'ansia oppure dopo eventi molto molto emozionanti).
Con il Nubriveo mi trovavo benissimo, non avevo più alcuna "crisi".
(Anche con il Depakin Chrono e con il Matever, che avevo assunto negli anni precedententi, non avevo più crisi.
) Recentemente ho effettuato un ricovero presso la medicina del sonno, perchè il mio neurologo sospettava che la mia fosse cataplessia e non epilessia (sto ancora aspettando i risultati dei vari test effettuati).
Prima di ricoverarmi ho sospeso la dose serale di Nubriveo quattro giorni prima del giorno del ricovero e poi l'ho sospeso definitivamente per i cinque giorni del ricovero.
(Quindi sono stata quattro giorni-prima del ricovero-solo con la dose mattutina e cinque giorni-durante il ricovero-completamente senza farmaco).
Due giorni dopo la sospensione totale ho iniziato ad avere una sintomatologia strana che nulla ha a che vedere con la mia epilessia.
Questi sintomi comprendevano un'accelerazione del pensiero, del linguaggio, di ciò che volevo fare, movimenti effettuati con più forza di quella che normalmente avrei impiegato per farli, spasmetti muscolari qua e là (anche addominali), mioonie prima di addormentarmi aumentate.
Tali sintomi si stavano lentamente (ma molto lentamente) affievolendo col passare dei giorni.
Al termine del ricovero mi hanno reintrodotto la mia abituale terapia (Nubriveo 25mg due volte al dì).
Sono trascorsi 12 giorni da quando ho ricominciato a riassumere il Nubriveo a pieno dosaggio e questi sintomi strani sono quasi completamente spariti.
Volevo chiedervi...secondo voi, tali sintomi, potrebbero essere un effetto rebound da sospensione non graduale del Nubriveo?
Io non voglio credere che sia un peggioramento della mia epilessia, che nulla ha a che vedere con questi sintomi.
Sono molto preoccupata...grazie mille in anticipo.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Signora,

non parlerei di effetto rebound ma soltanto di sintomi da sospensione, tale sintomatologia si è instaurata anche per la velocità della riduzione del dosaggio e successiva sospensione, infatti il dosaggio degli antiepilettici va ridotto molto gradualmente e non in 4 giorni, ovviamente capisco il motivo di questa riduzione.
Solitamente, invece, i tempi sono anche di mesi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
grazie mille per la celere risposta. Possi chiederle cosa intende con "sintomi da sospensione"? Intende "effetti collaterali" di una sospensione troppo rapida, oppure una sletentizzazzione di sintomi epilettici già esistenti, ma coperti dal farmaco? Questi sintomi non hanno mai caratterizzato la mia epilessia..non so che pensare. In questo caso dovrei pensare ad un peggioramento della mia epilessia?
Grazie mille un anticipo.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Signora,

no, non si tratta di epilessia ma di sintomi causati dalla sospensione brusca del farmaco.
Non deve pensare un peggioramento dell'epilessia.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
grazie mille per la celere risposta e per la chiarezza. Mi ha molto tranquillizzata. Non appena ho ripreso il Nubriveo, la sintomatologia ha iniziato subito a regredire. Tuttavia, ad oggi (ho ricominciato ad assumere il Nubriveo da 12 giorni, da subuto a pieno dosaggio) alcuni piccoli strascichi di quella sintomatologia (per lo più spasmetti muscolari) ancora li ho, nonostante assuma la mia terapia da 12 giorni, appunto... secondo lei è normale? Quanto tempo occorre affinchè scompaiano del tutto? Grazie mille in anticipo.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Sì, è normale perché occorre del tempo affinché il farmaco raggiunga una concentrazione stazionaria nel sangue (steady state). Questo tempo è variabile da un soggetto all'altro ma mediamente da due a quattro settimane.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie di cuore dottore, lei è davvero gentilissimo!
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Di nulla, buon Primo Maggio

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test