Referto rm

Salve scrivo per conto di mio padre di anni 77.

Da qualche mese avverte capogiri, vertigini e debolezza nelle gambe.

Premetto che lui in passato ha avuto 2 infarti e 4 angioplastiche.
Abbiamo fatto ecocuore, ma non è stato riscontrato nulla.


Soffre anche di perforazione del timpano e dopo questi episodi, ha avuto la quasi perdita dell’udito a sinistra.


Stamattina abbiamo ritirato il referto della RM al cranio che allego qui:

Encefalo:
L’esame è stato eseguito con tecnica SE TI sui piani sagittale e coronale, TSE T2 sul piano assiale.

In corrispondenza della sostanza bianca del centro semiovale di destra si apprezzano alcuni nuclei di natura glittica su base ipoperfusiva.

Piccoli nuclei di analoga natura sono apprezzabili in sede periventricolare posteriore dx ed a livello del centro semiovale di sinistra.

Il sistema ventricolare sopra e sottotentoriale è in sede e regolare.

Spazi subaracnoidei pericerebrali e pericerebellari normali.


Angio-RM INTRACRANICO:
L’esame Angio-RM mirato allo studio dei vasi arteriosi intracranici è stato eseguito con tecnica TOF 3D
Regolare decorso e calibro dei sifoni carotidei e dei rami terminali.

Regolare aspetto del circolo arterioso posteriore.


Sicuro di una vostra risposta, saluto cordialmente.


Grazie mille
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

alla RM encefalica sono state riscontrate vecchie ischemie cerebrali passate probabilmente inosservate, sono reperti frequenti all'età di Suo padre.
Faccia una visita neurologica per avere una valutazione diretta clinica e fare visionare le immagini dell’esame in modo da avere una terapia adeguata al problema specifico.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore per la celere risposta.
Abbiamo appena fatto una visita del neurologo.
Si tratta di vasculopatia cerebrale cronica, ma ci ha tranquillizzati. Ci ha detto che ha bisogno di un anti aggregante e ci ha consigliato la cardioaspirina, che lui però, già prende abitualmente perché cardiopatico.
Poi siamo stati dall’otorino, che gli ha fatto la manovra di Holpike, spero si scriva così, e ci ha confermato la vasculopatia e la perdita dell’udito a sinistra.
Ci ha consigliato delle terapie vestibolari e terapie per rinforzare le gambe oltre al fatto che debba immediatamente mettere un apparecchio acustico.
Ora le chiedo: può questa vasculopatia aver provocato la perdita dell’udito?
Può questa manovra aver risolto il problema vertigini?
Inoltre secondo lei bisogna davvero stare tranquilli e basta davvero solo la cardioaspirina per tenere a bada questa vasculopatia?

Grazie infinite
Vincenzo
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

per quanto riguarda la vasculopatia cerebrale cronica concordo con quanto detto dal neurologo e la terapia prescritta.
La manovra di Dix-Hallpike invece è diagnostica, ciò serve per escludere o meno una vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB) e non è terapeutica. È importante sapere come ha reagito Suo padre a questa manovra, cioè se ha avuto una forte vertigine rotatoria o meno. In caso affermativo si tratta di VPPB, altrimenti la causa va ricercata altrove.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie molte dottore.

Si ha avuto le vertigini, non violentissime.
Quindi come possiamo procedere per risolvere?
Qual’è il suo consiglio


Grazie e distinti saluti.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Esistono delle manovre liberatorie che suppongo l’otorino abbia effettuato a scopo terapeutico.

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio