È possibile avvertire una sensazione di svenimento senza che ci sia un problema fisico?

Partecipa al sondaggio
Salve, sono un ragazzo di 25 anni, non fumatore né consumatore di alcolici.


Circa un anno fa mi è capitato di avvertire un forte senso di svenimento, ricordo che era un venerdì pomeriggio ed ero a lavoro, la sensazione è durata per circa tre ore.

Al che mi sono recato in pronto soccorso ma dopo tutti gli accertamenti non è risultato nulla di anomalo (es.
pressione, problemi cardiaci...).

Il venerdì successivo però alla stessa ora circa, mi è capitato di nuovo.

In entrambi i casi stavo eseguendo il mio lavoro ed ero tranquillo.


Dopo questi due episodi la situazione non mi si è più presentata ma inutile dire che da allora convivo con la paura che possa accadermi di nuovo.


Preciso che la sensazione era del tutto simile a quella di uno svenimento (mi mancavano le forze, non riuscivo a tenermi in piedi) tuttavia non sono mai "svenuto davvero".


Quello che volevo chiedervi è se una situazione simile possa presentarsi slegata da problemi fisici o ambientali (clima caldo, freddo...) e quindi possa essere prettamente psicologica (anche considerando il fatto che mi è accaduta per due volte nello stesso giorno ed alla stessa ora a distanza di una settimana)

Vi ringrazio per l'attenzione e le eventuali risposte.
[#1]
Dr. Francesco Zagami Medico di laboratorio 92 3
Carissimo utente
i due soli episodi, come bene fai rilevare, riferiti a momenti di lavoro pur avvenuti alla stessa ora (quale?) potrebbero essere legati ad una "debolezza temporanea" che di solito si risolve in alcune ore, che può essere epifenomeno di una ipoglicemia transitoria.
Auguri

Dr. Francesco Zagami

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta.
A suo avviso come ci si dovrebbe comportare nel caso in cui avvenga nuovamente?

Pensa possano esserci esami specifici da fare per valutare se è questo il problema?

Grazie ancora.
Saluti.
[#3]
Dr. Francesco Zagami Medico di laboratorio 92 3
Carissimo,
prevenzione può essere fatta solo dopo aver raggiunto la diagnosi. Ipotizzando un quadro di ipoglicemia transitoria utile è la somministrazione di zucchero al manifestarsi della sintomatologia e valutare il suo evolversi (ex adiuvantibus).
cordialità

Dr. Francesco Zagami