Utente 242XXX
Gent.mi Dottori, espongo il mio problema,sono un ragazzo di 32 anni pieno di vitalità e interessi ma da circa 5 settimane mi capita di avere degli attacchi d'ansia notturni e diurni quelli notturni molto più frequenti che si manifestano con il risveglio puntualmente intorno alle 5 del mattino completamente sudato e con tachicardia con difficoltà nel riaddormentarmi, vengo da un periodo molto stressante e sono un tipo molto ansioso sto davanti al computer 6/7 ore al giorno con una postura sicuramente sbagliata che mi ha portato ad una rigidità di spalle e un continuo mal di testa con bruciori agli occhi secchezza e appannamento.
Ora i pensieri si sono rivolti soprattutto al fatto di avere una malattia neurologica tipo sclerosi multipla.
A luglio ho fatto una gastroscopia con il risultato di avere una gastrite cronica e una esofagite da reflusso che sto curando con Esopral 40 e Levopraid 25.
Quello che mi preoccupa di più sono questi spasmi muscolari e contrazioni delle braccia e delle gambe che si manifestano durante l'arco della giornata ma sopattutto quando cerco di rilassarmi e quando cerco di riaddomentarmi dopo il risveglio nottrno, una sensazione come di cadere nel vuoto e contraggo gambe o braccia e di conseguenza non riesco a riaddomentarmi.
La domanda principale è questa, ma l'ansia puo portare questi sintomi soprattutto gli spasmi muscolari o sono da attribuire ad altro? Dovrei sottopormi ad una visita neurologica e se si mi consigliate un bravo neurologo in Abruzzo a Pescara o Chieti?
Vi ringrazio anicipatamente e scusate la lunghezza della lettera.

[#1]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Sembrerebbero proprio degli attacchi di ansia con somatizzazioni. Ad ogni modo esegua, prima di una visita neurologica, un dosaggio degli ormoni tiroidei e della calcemia ed un EEG. Stia tranquillo. Prima di dormire può assumere qualche blando tranquillante. Dott V.Sidoti
Dott Vincenzo Sidoti

[#2]  
Dr. Daniele Zeggio

20% attività
4% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
In questi casi consiglio di provare con il -clonazepam- 2 mg la sera prima di coricarsi, se il suo Curante di MMG è d' accordo.
Il prodotto lavora come le altre benzodiazepine ( tipo valium ), la dismissione del farmaco se ha dato beneficio deve essere graduata.
Saluti
Daniele

[#3] dopo  
Utente 242XXX

Gentilissimi dottori, ho effettuato una visita neurologica da circa tre settimane, e il neurologo ha riscontrato che sarei affetto da una depressione nascosta,quindi on necessitavo di indagini strumentali e da tre settimane mi ha somministrato per la prima settimana mezza compressa di Fluoxetina-ratiopharm e una compressa le settimane successive, in più prendo Xanax tre volte al giorno 5 gocce la mattina 5 il pomeriggio 5 prima di andare a dormire. La prima settimana le cose sono migliorae ma dalla seconda ho un continuo stato d'ansia, soprattutto nel risveglio mattutino, mi spiego meglio, non ho un sonno tranquillo mi svegio la notte verso le 5 e mi riaddormento lamattina al risvelio sono assalito dall'ansia palptazioni, sudorazione abbondante e sconforto.
Il neurologo mi ha detto di aumentare a 7 gocce lo xanax solo la mattina. La mia domanda è questa a parte la mia vita stressante e piena di impegni e la mia grande emotività, ma questi attacchi d'ansia non possono essere stati aumentati dall'assunzione di questi farmaci? Non ho ancora fatto gli esami per la tiroide che presto farò.Cosa potrebbe essere questo stato d'ansia? Concludo dicendo che l'ansia la sera si attenua parecchio ma permangono dei piccoli spasmi muscolari nel mometo del rilassamento.
Vi ringrazio anticipatamente.

[#4]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
E' possibile che farmaci come la Fluoxetina all'inizio diano un lieve incremento dell'ansia. Ne parli con il suo neurologo. Faccia comunque gli esami consigliati. Auguri
Dott Vincenzo Sidoti