Utente 300XXX
Salve carissimi ed illustrissimi medici di Medicitalia.it
Volevo chiedere un parere riguarda al referto di una tac fatta da mio padre, 70 enne non fumatore. Il motivo della Tac è stato un caduta domestica, ma anche un profondo e continuo senso di ansia riguardo le proprie condizioni di salute.
Ecco l'esito della Tac :
IV ventricolo eumorfico, in asse.
Modico ampliamento in senso atrofico del sistema ventricolare sovratentoriale e degli spazi liquorali periencefalici volta.
Sfumata ipodensità della sostanza bianca periventricolare posteriore espressione di deficit cronico di flusso.
Microcalcificazioni distrofiche bipallidali.
Ateromasia calcifica dei sifoni carotidei.
Assenza dell'esame diretto di significative alterazioni parenchimali tomodensotometriche apprezzabili.
Esiti di frattura della squama occipitale a destra.
In relazione alla sintomatologia clinica del paziente si consiglia eventuale rivalutazione a distanza di tempo.

Carissimi dottori, essendo praticamente ignorante in materia e fermo restando i limiti della valutazione online, considerando tra l'altro l'imminente visita da uno specialista, cosa significa il referto da me sopracitato?
Grazie mille e Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

alla TC cranio-encefalica non sono state riscontrate alterazioni significative, diciamo che in base all'età di Suo padre il reperto descritto è frequente a riscontrarsi, soprattutto la lieve vasculopatia cerebrale.
Faccia visionare l'esame al neurologo e segua le sue indicazioni.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro