Utente 384XXX
Gentili Dottori,

sono una donna di 63 anni con artrite e osteoporosi e scrivo sperando in un vostro consulto, in seguito ad episodi di forte malessere legati presumibilmente alla zona cervicale, con la quale ho problemi oramai da quando avevo una trentina di anni. Al momento sto seguendo alcune indicazioni ricevute dal medico curante, ma dato che la frequenza del malessere sembra aumentare e peggiorare con il tempo, sarei interessata a ricevere ulteriori indicazioni. magari anche un consiglio su quale tipo di specialista consultare.
Il medico curante ha suggerito sedute di agopuntura, che ho appena cominciato a seguire. Altre indicazioni che mi sono state date sono la necessità di perdere peso (altezza 1.68, peso 85kg), e l'assunzione di miorilassanti / antinfiammatori, per ridurre la costante tensione muscolare e coadiuvare il riposo, spesso scostante.
Vorrei chiedere se sia opportuno procedere con ulteriori approfondimenti oppure se sia sufficiente l'agopuntura e l'assunzione di farmaci.

Qui di seguito i miei sintomi e l'esito di una risonanza eseguita 3 settimane fa.

Elenco di seguito i sintomi che tuttora lamento :

3 mesi fa (~ 2 avvenimenti):
- Giramenti di testa forte
- Senso instabilita
- Mani fredde
- Sensazione svenimento

2 mesi fa (~2-3 avvenimenti):
- Calore alla nuca (prima sotto e poi si sposta sopra)
- Mancanza forza arti superiori e inferiori
- Forte stanchezza prolungata dopo le crisi per circa una settimana

Aumentata frequenza avvenimenti con sintomi:
- Formicolio viso/arti superiori/inferiori (sintomo di onset)
- Sensazione perdita equilibrio
- Sbandamento
- Mancanza forze arti
- Forte sensazione di rigidita’ alla testa e al collo
- Sensazione orecchie tappate, occhi lacrimanti

Esito risonanza (1.5T) alla zona cervicale:
Rettilineizzata la fisiologica lordosi cervicale.

Disidratati i dischi intersomatici; il quinto e sesto appaiono anche discretamente ridotti in altezza.

In C3 - C4 barra disco-osteofitaria mediana - postero-laterale bilaterale con reperto di maggior rilievo a destra ove si estende anche in sede intraforaminale.

In C4 - C5 barra disco-osteofitaria mediana - postero-laterale bilaterale con reperto di maggior rilievo a destra ove si estende anche sede intraforaminale.

In C5 - C6 barra disco-osteofitaria mediana - intraforaminale bilaterale con reperto maggior entità a destra.

In C6 - C7 protrusione discale mediana - intraforaminale bilaterale.

Stenosi moderata del canale vertebrale a livello del quarto e quinto disco intersomatico.

Non alterazioni di segnale del midollo spinale.

Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità ed interesse.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile signora, ben piccola parte dei sintomi da lei descritto sono riferibili alla discopatia cervicale. Prima di fornirle altre informazioni, però, al fine di meglio aiutarla, devo farle io una domanda: cosa intende lei per "sintomo onset" o, nel caso che le sia stato riferito, dovrebbe dirci chi e in quale contesto ha usato questa definizione.
Grazie
Dr. A. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante