Utente 252XXX
Buonasera, non so se questa la sezione giusta dove fare questa domanda, ma vorrei chiedere qualcosa di piu di questa ectopia della tonsilla cerebellare dx di 6mm che mi è stata trovata nella risonanza. Sono una ragazza 27 anni. Soffro di epilessia da quando ne avevo 18. Nel lontano 2008 feci per l appunto tra i vari esami del caso x la diagnosi di epilessia, anche una risonanza. Da cui ne risultò un lieve abbassamento della tonsilla cerebellare dx nel forame magno ma data la mia giovane età era da considerare parafisiologica. Di conseuenza nemmeno il mio epilettologo l'ha mai considerata nè tenuta sotto controllo. Nel 2015 in seguito a un mal di testa terribile e problemi oculari, faccio una nuova risonanza. Da allora, della tonsilla cerebrale non se ne e nemmeno piu parlato! In compenso sono risultate varie iperitensità, che facendo poi i dovuti esami, mi hanno portato anche alla diagnosi di sclerosi multipla! Da allora, o meglio dal lontano 2008, ho fatto altre... 5 risonanze. In nessuna di queste si e mai piu parlato della tonsilla cerebllare abbassata. Nel frattempo ho anche cambiato ospedale e neurologi, preciso! Credevo quindi che non ci fossero piu problemi alla tonsilla , dato che nelle 5 risonanze successive non era piu stata menzionata! Ieri pero ritiro la risonanza di controllo in Sclerosi Multipla , ed ecco che dopo 10 anni... risbuca fuori una ectopia della tonsilla cerebellare dx di 6mm. Ora certamente ne parlero con la neuroimmunologa. Però cercando su onternet sono incappata nella sindrome di Arnold Chiari, e mi sto davvero angosciando. Possibile che io abbia questa sindrome? Ma se cosi fosse come e possibile che in 10 anni di risonanze, non era piu stato rilevato questo abbassamento della tonsilla dx, e solo ora è risbucato fuori?? Radiologicamente parlando, ha un significato patologico questa cosa tassativamente, o anche no? Possibile che una tonsilla possa tornare in sede ed erniare quando "le va"?? Grazie in anticipo a chi mi riaponderà.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Diana

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Gentile Utente,
come ha ben notato un prolasso di 6 mm delle tonsille cerebellari a livello del forame magno potrebbe essere compatibile con la sindrome di Chiari di Tipo 1; tuttavia bisogna considerare che:
- ci può essere una fisiologica erniazione tonsillare che generalmente varia con l'età,
- che spesso la Chiari 1 è un reperto occasionale di esami RM eseguiti per altri motivi,
- che in più della metà dei casi è una condizione del tutto asintomatica e che se non associata ad altre alterazioni del midollo (come siringomielia), non necessita di trattamento alcuno.
Cordiali saluti.
Francesco Diana, M.D.
Interventional Neuroradiology,
Policlinico Umberto I, Sapienza University of Rome, Italy