Problema dopo fotocoagulazione retinica

Salve a tutti, sono un ragazzo di 28 anni della provincia di Caserta.
Nei primi giorni di settembre mi sono sottoposto ad una fotocoagulazione a laser argon a causa di una degenerazione retinica periferica a "bava di lumaca" (per ora soltanto all'occhio sinistro, ma dovrò trattare anche l'occhio destro, specifico inoltre che non soffro di miopia nè di nessun altro difetto visivo).
Da quel giorno avverto un fastidiosissimo disturbo, quando guardo dritto o in alto, vedo come una piccola ombra scura e sfocata in basso che mi da fastidio e mi crea problemi durante lo studio e durante l'uso del computer... il disturbo inoltre continua al buio totale, infatti in assenza di luce, la stessa zona mi appare leggermente illuminata. Ho consultato il mio oculista qualche giorno dopo l'intervento il quale facendomi una visita del fondo oculare, mi ha detto che tutto stava procedendo bene e che quello da me lamentato si trattava di un disturbo transitorio che sarebbe sparito in pochi giorni, massimo una settimana. E' passato invece un mese e il fastidio è ancora presente, comincio ad essere preoccupato e comincio ad avere la sensazione che una piccola porzione della mia vista periferica in basso sia andata danneggiata in modo irreparabile.
Mi rivolgo a voi esperti per avere qualche parere in più in merito alla faccenda, quella piccola sfocatura in basso anche se non compromette la mia vista distinta, mi da davvero tanto fastidio soprattutto psicologico e non so come fare.

Cordiali saluti,
GM
[#1]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
carissimo,
in tanto sarebbe interessante sapere le dimensioni della degenerazione retinica trattata e poi le condizioni del vitreo epi-iuxta degenerazione!!!!
segni subiettivi miodesopsici subito dopo il trattamento sono abbastanza comuni!
Un caro saluto
[#2]
dopo
Attivo dal 2009 al 2009
Ex utente
In merito alla degenerazione retinica si trattava di una bava di lumaca in alto (per questo forse il disturbo lo avverto in basso), molto estesa, proprio per questo il mio oculista ha disposto di fotocoagulare l'occhio sinistro per primo poichè era quello che riteneva più urgente ed inoltre il numero di spot laser applicati è stato elevato. Per quanto riguarda il vitreo non sono a conoscenza delle condizioni, ma credo sia tutto nella norma, almeno questo è ciò che ha detto il mio oculista dopo l'intervento. Riguardo al disturbo, non si tratta di corpi mobili (che già ho da un paio d'anni e ho imparato a conviverci) ma di una sfocatura in basso, come se il mio zigomo sinistro fosse più allungato e mi impedisca di vedere chiaro un minuscolo pezzettino in basso.
Sono preoccupato di aver subito un danno irreversibile alla vista periferica.

Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio