Utente 117XXX
Buongiorno,
ho 33 anni e sono affetto da miopia elevata e astigmatismo che correggo molto bene con delle lenti a contatto semi-rigide. Lavorando otto ore al giorno al computer e + in generale in ufficio, volevo chiedere se fosse corretto utilizzare un occhiale con una lieve gradazione positiva (tipo +1) per non affaticare troppo il cristallino. E' giusto o rischio solo di impigrire i miei occhi nella messa a fuoco da vicino? Io fino adesso no ho problemi di messa a fuoco da vicino ma la mia intenzione è proteggere i miei occhi da eventuali ulteriori miopicizzazioni.
Grazie, saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ci sono teorie, soprattutto presenti in passato, secondo le quali può essere utile lasciare una lieve sottocorrezione nei pazienti miopi. Più recentemente, però, sembra prevalere la teoria secondo la quale, quanto più siamo precisi nella correzione della miopia e dell'astigmatismo, tanto meno si rischia un ulteriore peggioramento (comunque improbabile alla Sua età).

Buona serata!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#2] dopo  
Utente 117XXX

Dottore La ringrazio molto per la celere risposta mi scusi se le rispondo solo adesso. Vista la sua risposta devo dedurre che secondo la Sua opinione tutto quello che si legge su alcuni siti come ad esempio www.rieducazionevisiva.it (il sistema power vision) oppure il metodo bates, sono da considerarsi affermazioni prive di fondamento scientifico? Il fatto cioè che uno stress da accomodazione prolungato (tipo quello che si crea lavorando molte ore da vicino ma con correzioni piene per un miope) possa provocare una ulteriore miopicizzazione?

Nella mia situazione (miopia superiore alle 10 diottrie) potrei trovare giovamento dall'inserimento di lenti fachiche?

Grazie ancora per la disponibilità.