Utente 190XXX
Salve,
da Novembre 2010 ho cominciato a soffrire di un disturbo lieve ma molesto all'occhio sinistro. Vedo costantemente una patina, oppure come se vedessi attraverso un vetro leggermente appannato. Visitato da uno specialista mi viene riscontrata una macchia sulla retina e il sospetto e' di Corioretinopatia Sierosa Centrale (CSC). Tramite OCT Maculare mi viene confermata una forma lieve di CSC, mentre la fluoroangiografia da esito negativo.
Il medico e' un po' perplesso e mi prescrive solo un semplice collirio dato che lavoro in ambiente desertico del Nord del Cile. Inoltre mi consiglia di diminuire i livelli di stress dato che negli ultimi due anni il mio livello di ansia e' salito alle stelle a causa di enormi responsabilita' su un lavoro decisamente importante.
Rivisto dopo un mese mi dice testualmente che soffrendo di altissima miopia+astigmatismo il mio occhio e' estremamente sensibile per cui la mia CSC e' si' percepita dall'ochio, ma non dalla fluoroangiografia. Per cui, mi dice, "verrai trattato come se avessi la CSC" e mi prescrive NEVANAC, una goccia 3 volte al giorno per 2 mesi.
Ora, con l'occhio "malato" riesco a vedere 12/10 con i miei occhiali attuali. Non soffro di distorsioni di linee rette. Il mio sintoma principale e' una diminuzione del contrasto e una opacizzazione dei colori.
Ho letto che il NEVANAC ha molte controindicazioni che potrebbero peggiorare il mio stato attuale e che comunque non andrebbe preso per lunghi periodi. Mi lascia profondamente perplesso quel "come se avessi CSC". Ho paura a prendere il NEVANAC.
Vorrei una opinione in merito, considerando che, nonostante il mio specialista curante e' qui in Cile, comunque a meta' Febbraio saro' visitato da uno specialista italiano in Italia.
Vi ringrazio moltissimo.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, il Nevanac collirio è un FAN (antiffiammatorio non cortisonico), può instillarlo tranquillamente. Quanto al dubbio diagnostico ripeta una FAG ed un OCT appena ritorna in italia.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo