Utente 215XXX
Stamane ho effettuato una visita oculistica di controllo. Speravo di poter risolvere i miei problemi sottoponendomi a prk o lasik. Purtroppo per il difetto visivo che ho il medico mi ha sconsigliato di optare per la chirurgia refrattiva.

Volevo chiedere se con la seguente prescrizione avrei almeno la possibilità di portare le lenti a contatto e di che tipo.

O.D. sf +3,5 cil -5 asse 175
O.S. sf (nulla) cil +1,5 asse 90

Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, non entro nel merito del problema per cui è sconsigliato l'intervento con il laser ad eccimeri, ma rispondendo alla sua dimanda le dico che può correggere il suo difetto con Lenti a Contatto semirigide (Gas Permeabili).

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 215XXX

Intanto la ringrazio per la sua risposta. Per quanto riguarda la questione della chirurgia refrattiva, l'oculista (nonostante la sua esperienza in questo campo) me l'ha sconsigliata per la probabilità di uscirne con una visione notturna compromessa.

Speravo di poter utilizzare delle lenti morbide perchè quando studiavo all'università ricordo di averne provate un paio semirigide e l'esperienza non fu delle migliori(era il 2002).

Secondo lei rivolgendomi ad un bravo contattologo riuscirò a trovare un prodotto con una migliore sostenibilità per l'occhio?

la ringrazio ancora per la Sua attenzione e la saluto cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Le morbide non vanno bene per il suo caso, potrebbe usare una morbida torica a sinistra, ma a destra è consigliabile una gas permeabile, faccia delle prove con un buon contattologo vedra che riuscirà a portarle.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo