Utente 354XXX
Salve a tutti i gentili Medici,

Sono un ragazzo di 23 che da 5 quasi 6 anni ha un problema di calazio ricorrente alla palpebra sx superiore. All'età di 18 anni mi si è formato la prima volta e alla visita oculistica mi è stato dato il betabioptal e mi è stato detto di regolare la mia dieta (cosa che mi è apparsa strana perché allora ero in ottima forma e un'atleta in agonistica) . Dopo aver applicato la crema, tempo qualche giorno, il calazio mi si è aperto creandomi non pochi problemi e una congiuntivite passata con 1 giorno. Da quel momento il problema è stato ricorrente, il calazio gonfiava e si apriva "inondando" il mio occhio di pus. Poi ad un tratto diciamo che il calazio è rimasto gonfio, si sentiva la pallina, ma per quasi 2 anni non ha dato problemi, rimanendo lì piccolino ma non aprendosi. L'oculista mi disse che si era formata una sorta di "sacca" e mi ha ridato lo stesso farmaco. All'inizio di questo anno il calazio però si è gonfiato, si apriva leggermente e infatti la mattina spesso mi svegliavo con l'occhio chiuso, fino a quando si è aperto nella solita maniera (due giorni di occhio in fiamme). 5 giorni dopo il fatto il calazio ha iniziato a riformarsi e ad aprirsi con regolari intervalli di qualche ora, obbligandomi alla visita al PS oftalmico di Roma. Qui mi è stata riscontrata calazio+congiuntivite, un paio di farmaci e via a casa. Il giorno seguente mi reco dall'oculista che mi fa continuare con lo stesso farmaco e un disinfettante per la congiunitivite e mi dice di recarmi lì dopo 20 giorni per valutare un'asportazione. Fatto sta che il calazio non ricresce per due mesi e quindi non mi reco dall'oculista. Ad oggi però il calazio si è riformato in maniera grande e con perdite, prossimo alla rottura e mi recherò mercoledì dal mio oculista.

Voglio chiederVi gentilmente se nel mio caso si può parlare di calaziosi; se ci sono motivi perché questo fenomeno è ormai cronico e recidivante, quindi diciamo se ci sono cause magari sistemiche; e se per l'operazione, nel caso si dovesse aprire prima, devo aspettare che si rigonfi.

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mi pare che siamo giunti al momento CHIRURGICO


il calazio di fatto e’ un granuloma

per cui e’ meglio levarlo

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333