Utente
Gentili Medici,
mi permetto innanzitutto di farvi i miei complimenti per la disponibilità e la professionalità che dimostrate nel fornire questi consulti.
Sono affetto da un forte astigmatismo condito con un leggero nistagmo ed un altrettanto leggero albinismo.
Alcuni anni fa mi sono sottoposto ad un intervento (ottimamente riuscito) con il laser ad eccimeri per mano del Professor Dossi di Torino ed attualmente sono seguito dalla Dottoressa Suppo della sua equipe.
L'intervento, è andato bene ed altrettanto bene mi trovo presso questo studio, ma in ogni caso la visione da lontano è fortemente compromessa (tanto che non mi è prossibile prendere la patente di guida).
Per la serie "la speranza è l'ultima a morire", navigando in rete, ho trovato questo articolo:
http://it.health.yahoo.net/p_news.asp?id=8373
mi permetto di chiedervi se avete informazioni su questo trattamento e se è applicabile ad un caso clinico come il mio.
Vi ringrazio dell'attenzione.
Paolo P.

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2010
Carissimo,
la metodica RIBOFLAVINA CROSS-LINKING è già pratica da molti di noi!
Questa nuova metodica per per la cura del cheratocono evolutivo, sembra arrestarne o rallentarne la progressione.
Essa appare molto promettente del cheratocono, migliorando l'acutezza visiva nel 65% dei pazienti trattati.
La procedura, detta di cross-linking del collagene corneale mediante riboflavina ultravioletto A, consiste nel disepitelizzare la cornea mediante alcolizzazione, poi mettere a contatto della cornea una soluzione a base di Riboflavina, che poi viene attivata da luce ultravioletta rilasciata da speciali occhiali, per 30 minuti. Poi si applica una lente a contatto, che viene rimossa a riepitelizzazione avvenuta.
Questa sostanza stimola i legami tra cellule corneali (cheratociti) ma i risultati dei primi studi sull'uomo si conoscono solo dal 2006. La sua azione pare eccellente per una profondità di 300 micron, ma è tossica per l'endotelio. E' quindi controindicata per le cornee troppo sottili.
L'aspetto entusiasmante di questi studi pare la possibilità di eseguire successivamente un laser rifrattivo di superficie (PRK fino a 50 micron), senza complicanze, ottenendo l'arresto o il rallentamento della progressione del cheratocono, specialmente nei pazienti più giovani (tra i 14 e i 25 anni). Il miglioramento della performance visiva si registra nel 65% dei pazienti trattati. Questo risultato può consentire di allontanare nel tempo, o di eliminare, la necessità di ricorrere a cheratoplastica.
Un caro saluto

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Siravo,

grazie innanzitutto per la risposta precisa e puntuale.
Dalle sue parole mi pare di capire che il trattamento in esame sia indicato per la cura del cheratocono e non per un "generico" (mi passi il termine) astigmatismo come indicato nell'articolo indicato.

Cordialissimi saluti.
Paolo P.

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2010
Esatto!!

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora per le delucidazioni: è stato molto cortese e disponibile.
Cordialità.
Paolo P.

[#5]  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
gentile PAOLO,
mi permetto aggiungere che su OK SALUTE di settembre, che trova in questi giorni in Edicola , c'è proprio un articolo su CROSS LINKING e RIBOFLAVINA
a presto
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

[#6] dopo  
Utente
Grazie anche a lei per la segnalazione Professor Marino.

Cordialità.
Paolo P.