Utente 373XXX
Buonasera,
Mi chiamo susan ho 25 anni e sono di Verona.
Vi scrivo con la speranza che mi possiate aiutare nel mio problema che riguarda infiltrati causati da una forte cheratocongiuntivite pseudomembranosa da Adenovirus avuta 9 mesi fa'.
L'ultima visita specialistica l'ho effettuata il 2/02/15 e il responso della visita e' che entrambi i miei occhi hanno decine di infiltrati corneali, nel sinistro sono talmente tanti che il medico non ha potuto quantificarli e nel destro ne ho 10 tutti posizionati nell'asse ottico (davanti la pupilla per mia sfortuna), quindi la mia vista risulta appannata e i miei occhi sono affaticati e spesso anche doloranti, mi bruciano e al mattino ho spesso una forte secchezza oculare.
Mi capita anche di avere dolori all'altezza degli occhi e diventano rossi così metto gocce e a volte devo anche prendere un'Oki.
Il medico mi ha prescritto Visudrop collirio 2gocce tre volte al di'.
Il mio medico oculista mi ha detto tra l'altro che nei miei infiltrati ho ancora la proteina del virus, quindi potrebbe ricomparire la cheratocongiuntivite.
Mi e' stato inoltre specificato che potrei guarire anche tra 2/3 anni da tali infiltrati e che l'intervento e' "l'ultima spiaggia".
Ecco io vorrei gentilmente sapere se un'intervento chirurgico e' davvero un'alternativa come "ultima spiaggia" oppure se nel mio caso può esistere una soluzione chirurgica efficace.
Mi era stato detto che di solito quando le cicatrici sono diffuse si usa fare un trapianto corneale e non laser....mi confermate?
Vi ringrazio moltissimo per la vostra attenzione,
Attendo una vostra cortese risposta.
Cordialmente,
Susan Goode

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gent.ma,
il trattamento di prima scelta é quello di associare un collirio cortisonico ad un collirio antivirale.

Molte volte, peró, quando si sospende la terapia, gli infiltrati si ripresentano.

Per il laser conviene aspettare almeno 1 anno.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2] dopo  
Utente 373XXX

Grazie della veloce risposta.
Vorrei gentilmente sapere se devo attendere un'anno dal periodo in cui ho contratto il virus, oppure da ora?inoltre secondo lei la cura che mi e' stata prescritta e' buona?
Potrei avere peggioramenti o potrebbero sorgere problemi ulteriori da questo mio problema?
Chiedo scusa ma non ho MAI avuto problemi agli occhi, perciò tutto ciò per me e' fonte di dubbi.
Grazie ancora per l'attenzione.
Cordialmente,
Susan Goode

[#3] dopo  
Dr. Francesco Fimiani

24% attività
0% attualità
0% socialità
PONTECAGNANO FAIANO (SA)
MARSALA (TP)
PALERMO (PA)
NAPOLI (NA)
NOCERA INFERIORE (SA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2015
Gentilissima Sig.ra Goode

il trattamento indicato per ridurre gli infiltrati nummulari provocati dal virus è l'utilizzo di collirio cortisonico, a volte si hanno miglioramenti anche dopo 2-3 anni dall'infezione.
Se non ha nessuna recidiva non dovrebbe avere peggioramenti, per quanto riguarda la scelta dell'intervento chirurgico al momento le consiglio di attendere.

cordialmente

Francesco Fimiani
Dr. Francesco Fimiani

[#4] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gent.ma,
le rispondo dopo ogni domanda:

Vorrei gentilmente sapere se devo attendere un'anno dal periodo in cui ho contratto il virus, oppure da ora?
COME LE HO DETTO ATTENDA ALMENO 1 ANNO, POI SARA' CHI CONTROLLA I SUOI OCCHI A DECIDERE

inoltre secondo lei la cura che mi e' stata prescritta e' buona?
SOLO IL MEDICO OCULISTA CHE LA SEGUE PUO' VALUTARE LA TERAPIA ED EVENTUALMENTE MODIFICARLA

Potrei avere peggioramenti o potrebbero sorgere problemi ulteriori da questo mio problema?
NON HO VISITATO I SUOI OCCHI PER PRONUNCIARMI NELLO SPECIFICO, SI AFFIDI CON FIDUCIA AL SUO MEDICO OCULISTA CHE, VALUTANDO LA RISPOSTA DEI SUOI OCCHI ALLA TERAPIA, SAPRA' RISPONDERE A QUESTA DOMANDA

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com