Utente
1 referto 14-01-2020: Riferisce macchiolina palpebrale.
Saod nella norma Saos margine palpebra inferiore lievemente irregolare con segni di iperemia che interessano anche la congiuntiva tarsale, con dubbio orzaiolo.
consiglio impacchi tiepidi exocin collirio per 15 giorni.

2 referto 27-01-2020 Tobradex collirio per 10-12 gg.
- impacchi umidi Blefastop plus
3 referto 18-3-2020 Riferisce di essere steroid-responder.
Ha comunque eseguito terapia con Tobradex per fastidio persistente che si alesa con offuscamento visivo dopo qualche ora d'uso di lenti lac morbide disposable.
Visus con lenti frontale 9, 5/10 Bulbo oculare in quiete.
Obiettività nella norma.
Sospende per qualche settimana l'uso di lac.
Pr.
Optive collirio 4 volte di'.

Dopo l'uso di questo collirio ho avuto abbondante secrezione e ho smesso di instillarlo, l'oculista mi ha consigliato Idroflog che non ho messo perchè ho un sospetto glaucoma da 40 anni e che tengo sotto controllo senza peraltro mettere colliri per questa patologia.

Premetto che l'oculista dal quale mi sono recata dal 14.1.2020 non è lo stesso de controlli per sospetto glaucoma in quanto per quest'ultimo problema mi reco in ospedale ogni 6 mesi.

Inoltre quando mi sono recata la prima volta per sospetto calazio l'occhio interessato era solo uno e solo dopo il 18.3.2020 ho iniziato ad avere problemi di irritazione a tutti e due gli occhi, con secrezione che mi rende la visione annebbiata.
Inoltre anche senza lenti a contatto gli occhi si irrtano specialmente quando stò all'aperto.
Soffro anche di rinite allergica.
Le lenti a contatto on mi avevano mai dato problemi prima di iniziare la cura con Tobradex e exocin.
La prila volta mi sono recata solo per il piccolo calazio e le volte successive la situazione è sempre peggiorata.

[#1]  
Dr. Giuseppe Davì

32% attività
16% attualità
12% socialità
VALDOBBIADENE (TV)
MAROSTICA (VI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Buongiorno, gentile paziente grazie per la sua richiesta, dall' esaudiente relazione da lei inviata, si percepisce che soffre di una infiammazione della cute palpebrale e la secrezione fa pensare ad una congiuntivite batterica. Inoltre sospetto che ci sia anche una sindrome da occhio secco. Consiglio approfondimento con visita specialistica oculistica oftalplastica con eventuale accertamento con il test per l' occhio secco, per escludere l' occhio secco .
Mi puo' contattare al seguente numero : 335 6051538

Davi' Giuseppe
Dr. Giuseppe Davì
info@chirurgialaser.net
http://www.chirurgialaser.net

[#2] dopo  
Utente
Egr.dott. , la ringrazio della risposta. Mi sono recata dall'oculista spec. in Oftalmologia il quale ha riscontrato un difetto epiteliale da probabile uso prolungato di Lac.Consiglia di smettere di indossare lac e iniziare terapia con Thealoz Duo collirio e thealoz duo gel. Successivamente sostituire Lac giornaliere con mensili, esempio le biofinity della Coopervision.
Chiedo un suo cortese parere. La ringrazio e saluto.

[#3] dopo  
Utente
Egr. dott. Davi,

La ricontatto per informarla che dopo aver effettuato la terapia consigliatemi come sopra descritta e dopo controllo oculistico ho ripreso a rimettere le LAC non giornaliere ma mensili per qualche ora.
Avendo notato che talvolta appaiono sul bordo palpebrale delle vescichette che poi spariscono da sole e avendo letto che potrebbe trattarsi di infiammazione delle ghiandole o blefarite, desidererei prevenire qualche problema più serio e per questo le chiedo se mi può indicare se oltre alla pulizia con salviette apposite con che cosa posso agevolare la rimozione o apertura di queste vescichette dal bordo palpebrale, ho letto che si può effettuare con cotton fioc e poi passarlo sul bordo, ma con che soluzione si bagna?questa operazione si fà solo esternamente alle ciglia o anche internamente alle palpebre?.
La ringrazio per la sua cortese risposta.