Utente 161XXX
Egregio Dottore, sono una mamma molto preoccupata. Mia figlia, 17 anni, si è sottoposta a una biopsia sulla lingua il cui esito è: 'processo
papillomatoso ipercheratosico compatibile con papilloma squamoso'. Le prime macchie color bianco, piccole, sono comparse lo scorso
autunno. Poi, dopo alcuni mesi, una dermatologa ci ha consiglito una pomata
cortisonica da applicare sulla lingua. Successivamente, non so se in seguito al
trattamento, le chiazze si sono allargate. La biopsia non ha rimosso il
problema perchè il campione prelevato è di pochi millimetri invece le chiazze
sono 2-3 e grandi (circa metà della superficie della lingua). Il problema
è che siamo disorientati: il medico di base dice che vanno tolte con
l'intervento 'crio' perchè contagiose, il dentista dice che è meglio il laser
ma che le chiazze potrebbero ricomparire e che non sono contagiose, il
dermatologo dice che è meglio aspettare un po' di mesi e spazzolare la lingua
con il bicarbonato, l'otorino dice di aspettare qualche mese, l'omeopata dice
che non bisogna ricorrere a terapie invasive ma che è meglio curare con
vitamine. Mia figlia, che fa la 3 liceo, è sempre stata presente nel momento
delle diagnosi e ora piange perchè dice che 'nessuno sa come curare il
problema'. Lei ha qualche consiglio d'amico? Se fosse sua figlia cosa farebbe?
Grazie per la generosità dei consigli gratuiti, saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carnevali

36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Solitamente un papilloma squamoso della lingua non si presenta con le caratteristiche descritte da lei.Le consiglio un tampone linguale per candida con un test HPV.
In caso di dubbi potrebbe essere indicata una seconda biopsia comprensiva di esame batteriologico, micologico e colturale.

cordiali saluti
Paolo Carnevali

[#2] dopo  
Utente 161XXX

Gentilissimo dott. Carnevali, il tampone, fatto prima della biopsia, recita:
ricerca aerobi: flora microbica mista gram positiva, senza prevalenza di specie sicuramente patogena
ricerca lieviti: negativa. Spero le possa essere utile. Aspetto in ansia una risposta. Cordiali Saluti, una mamma

[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
sua figlia è stata visitata d diversi specialisti ed in più si è sottoposta ad esame bioptico della lesione con diagnosi istologica di compatibilità con il papilloma squamoso.
Da questo dobbiamo partire: le lesioni da papilloma non si presentano a chiazze ma sono esofitiche cioè sporgono dalla superficie della mucosa sottoforma di formazione biancastra a cavolfiore (verruche) o dello stesso colore della mucosa (condilomi o creste di gallo), pertanto la presenza di chiazze lascia presagire alla concomitante presenza di un'altra patologia: queste chiazze sono bianche alla comparsa e poi tendono ad allargarsi lasciando al centro una mucosa arrossata e lucida?

Le lesioni da hpv sono infettive perchè causate da un agente infettivo e contagiose perchè trasmissibili.
Vanno rimosse comunque e se dovessero ricomparire verranno trattate nuovamente: si usa il laser a CO2.
Escluda altre soluzioni che non prevedano l'exeresi completa.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#4] dopo  
Dr. Paolo Carnevali

36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signora:
Io sinceramente ho qualche dubbio sulla diagnosi istologica poiche' non sembra in accordo con l'aspetto delle macchie.Un secondo parere sui vetrini potrebbe essere opportuno.Nel caso la diagnosi venisse confermata ,il laser resta l'opzione piu' idonea.

Saluti cordiali
Paolo Carnevali