Utente 163XXX
Salve,
un anno e mezzo fa ho fatto un ecocardiogramma per controllo e mi hanno detto che ogni volta che vado dal dentista devo prendere l'antibiotico.
Siccome fra qualche giorno dovrò fare l'ablazione tartaro volevo sapere se anche in questo caso c'è bisogno di prendere l'antibiotico e casomai quanti giorni prima devo prenderlo.
Vi posto comunque l'ecocardio in modo da essere più chiara: http://s7.postimage.org/fl9si5wbt/Appunti01.png

[#1]  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
sarebbe opportuna una copertura antibiotica anche in caso di ablazione del tartaro, visto che le è stata prescritta la profilassi dell'endocardite batterica.
Soprattutto se vi è molta placca e/o le sue condizioni gengivali sono critiche( presenza di molto tartaro sottogengivale e/o tasche parodontali).
Sulle modalità di effettuazione della copertura decide il suo dentista.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#2] dopo  
Utente 163XXX

ok grazie dottore.
le linee giuda parlano però di 2 mg di amoxicillina 1 ora prima della procedura.
secondo lei può valere in generale oppure bisogna sempre valutare caso per caso e magari iniziare l'antibiotico qualche giorno prima della procedura?

[#3]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
le linee guida sono tali perchè usabili dai pazienti e dai medici in qualunque condizione che ricadi qui secondo il principio di 'profilassi'; va pertanto applicato nel caso dell'ablazione tartaro ed il suo dentista valuterà se estendere il periodo di copertura.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#4]  
Dr. Sandro Compagni

24% attività
4% attualità
12% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Faccia comunque presente al suo dentista le sue condizioni generali, se esegue delle terapie particolari, se cardiopatico ecc.. L'anamnesi va comunque eseguita anche se trattasi di "semplice" igiene orale professionale.
Sarà quindi il suo odontoiatra a stabilire la terapia idonea per la sua situazione clinica.
Saluti
Dr. Sandro Compagni
Parodontologo, Gnatologo
s.compagni@libero.it - www.studiodentisticocompagni.com

[#5] dopo  
Utente 163XXX

Non di tratta di cardiopatie.
Solo insufficienza mitralica emodinamicamente non significativa ed insufficienza tricuspidale con grad. max 25 mmHg

[#6]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Secondo le linee guida (aggiornate) per la mitrale non c'è necessità di profilassi.
Per la tricospide non so valutare se sia una insifficienza rilevante o meno.

Lo chieda specificatamente al suo cardiologo, in riferimento sopratutto alle linee guida aggiornate dell'American Heart Association (2007), che hanno ristretto i casi in cui è necessaria la profilassi dell'endocardite batterica.

http://www.sanfilipponeri.roma.it/cio/pdf/guida_antibiotici.pdf

Pag. 18 e 19.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)