Utente
Buongiorno
tra dieci giorni dovrò sottopormi all'estrazione del primo dei denti del giudizio superiori, perchè cariati.
Ho alcune domande per Voi:
1- L'intervento verrà eseguito da un chirurgo che collabora con lo studio e non dalla mia dottoressa, è una garanzia in più o è perchè la mia dentista è "solo" odontoiatra?
2-MI hanno detto di passare a prendere la ricetta per l'antibiotico da prendere un'ora prima...essendo io FOBICA nei confronti degli effetti avversi dei farmaci ho molto timore.
Una sola compressa non causerà resistenza?Io ho sempre preso augmentin, è vero che si può avere uno shock anafilattico senza aver mai avuto allergie?Che antibiotici si prescrivono per le estrazioni e con quale posologia?
3-Non ho, che io sappia, problemi al cuore...ma se li avessi e non lo sapessi?
4- Quante possibilità ci sono di sviluppare un flemmone o una setticemia?L'antibiotico ne riduce le probabilità?
5-In via preventiva posso usare un colluttorio antibatterico?
6-Ho già tolto i denti del giudizio inferiori, con incisione della gengiva qualche anno fa, ricordo che presi l'antibiotico ma non ero così ipocondriaca.
Non ho paura dell'intervento in sè ma degli effetti avversi dei farmaci e di infezioni.
7-L'anestesia sarà la stessa che si fa per le otturazioni?Intendo come composizione...

E se non li togliessi????

[#1]  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Buongiorno, cominciamo dalla fine: se non li togliesse e non facesse nulla, visto che sono cariati, non potrebbero che peggiorare evolvendo in pulpite, necrosi e ascesso con necessità di terapia antibiotica ed antiifiammatoria prima dell'estrazione, alla fine inevitabile. Però, se le carie fossero di dimensioni accettabili, potrebbe farli otturare invece di estrarli, evitando così anestesie e tutte le sue preoccupazioni a proposito di farmaci.
1) Il chirurgo che collabora... un odontoiatra può benissimo estrarre un dente. La sua dentista non se la sente, non ne ha voglia, non l'ha mai fatto e delega, (malignamente) non potrebbe farlo. Controlli l'iscrizione all'ordine su "fnomceo", purtroppo, e non sarà sicuramente il suo caso, il fenomeno dell'abusivismo in odontoiatria è enormemente diffuso ed un abusivo rischia molto se estrae un dente e poi sorgono complicazioni.
2) E' vero dell'anafilassi, ma sono casi più che rari, si faccia prescrivere il solito antibiotico, che va benone.
3) Direi che in trent'anni se ne sarebbe accorta, comunque gli operatori sanitari sono preparati a risolvere emergenze sia anafilattiche che cardiologiche.
4) Direi che una corretta terapia antibiotica ed antiinfiammatoria evita il rischio.
5) Perchè no, anche se l'abbattimento della carica batterica in bocca è un'utopia, un sua diminuzione prima di un intervento non è che positiva.
6) Ritrovi la sua tranquillità di un tempo, la vita è ancora lunga per viverla in angoscia.
7) Direi di si, io uso lo stesso anestetico nel 10% delle otturazioni, le altre le curo senza anestesia, con il laser.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgo Odontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore
ho controllato e la mia dottoressa è registrata all'ordine, E' laureata in odontoiatria e protesi dentaria. Devo dire che mi ci trovo benissimo, è molto scrupolosa, però appunto so che le estrazioni le programmano una volta al mese e fanno venire un chirurgo da fuori a farle.
L'antibiotico cercherò di prenderlo, ma devo fare il ciclo completo di 5 giorni?Perchè leggevo che alcuni lo prescrivono solo per il giorno dell'intervento.
L'antinfiammatorio mi crea gà qualche turba.....il dololre posso sopportarlo, non è un problema. Ma è necessario per prevenire l'infezione o è solo per il dolore?
E' che leggo il foglietto illustrativo e mi sento tutti i sintomi.........
Una volta addirittura andai da un dentista che non mi ispirava per niente fiducia e scelsi di farmi fare un'otturazione senza anestesia per paura di uno shock anafilattico.....
La dottoressa dove vado adesso è bravissima, costosa ma bravissima.


Grazie ancora

[#3]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Probabilmente la sua dentista si occupa principalmente di altre branche dell'odontoiatria.

E' indice di grande serietà professionale chiamare un collaboratore per prestazioni di cui lei non si sente o non vuole effettuare.

L'antibiotico come forma preventiva è indicato, secondo le nuove linee guida delle società scientifiche, solo nei casi in cui è necessaria la profilassi dell'endocardite batterica, necessaria nelle persone con medie e gravi insufficienze valvolari.
Riguardo all'antibiotico post-estrattivo, serve per prevenire complicanze infettive.
Non è indispensabile.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente
Quante probabilità ci sono di avere una setticemia?E di avere uno shock anafilattico?Ho letto di gente che è morta dopo aver tolto un dente...

Grazie

[#5]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
"Quante probabilità ci sono di avere una setticemia?
E di avere uno shock anafilattico?"

Pari a quelle di venir colpiti in testa da un meteorite.


Morti dopo aver tolto un dente...
Se ad uno gli prende un infarto, e un'ora prima aveva tolto il dente, è per l'estrazione.
Se invece aveva mangiato al ristorante, è per il cibo.
Se invece era andato al bar, era per il caffè o per l'aperitivo.
Se aveva litigato con la suocera, è colpa della suocera (è SEMPRE colpa della suocera).

Spero di esserle stato utile anche nel mio modo inconsueto di fornire le risposte.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Utente
Ahahah Lei è troppo simpatico!Mi ha fatto ridere!!
Però se cerco in internet leggo di persone (poche a dire il vero) morte per un "flemmone" insorto dopo l'estrazione di un dente.

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno, ecco la terapia prescrittami in previsione dell'estrazione:
-Augmentin 1 cpr ogni 8 ore per 5 gg, a partire da un'ora prima dell'intervento
-Oki bustine 1 bust ogni 12 ore per 2/3 gg
-Dentosan 0.12 scaicqui 3 volte al giorno per una settimana a partire dal giorno dell'estrazione

Per l'antibiotico farò uno sforzo e lo prenderò....l'antiinfiammatorio è proprio necessario??Se è solo per il dolore posso prendere tachipirina dopo l'intervento?

Per quanto riguarda il colluttorio, a casa ho il Curasept 0.2%...è uguale???

[#8]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
La tachipirina E' un antiinfiammatorio, ed è adattissima.
Gli sciacqui di clorexidina 0,2% sono più indicati, come concentrazione, di quelli allo 0,12%.
Ma dal GIORNO DOPO l'estrazione.

Per quanto riguarda l'antibioticoterapia ho già espresso il mio parere.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)