Utente 293XXX
salve dottori e grazie per il servizio che prestate aiutandoci nella diagnosi e a volte anche nelle nostre ansie...
vorrei chiedere un vostro pare
4 mesi fa ho fatto la mia prima estrazione di un molare del giudizio gia in pulpite.
quindi erano gia 3 giorni se non ricordo male che prendevo l'antibiotico...
ora devo estrarre un altro molare delgiudizio e gradirei un vostro parere sulla profilassi consigliata dal mio dentista...
il dentista mi ha prescritto AUGMENTIN 1 gr da prendere la sera prima dell'intervento e un altra bustina/compressa da prendere la mattina dell'intervento stesso...
in pratica giovedi e' il fatidico giorno dell'estrazione e lui mi ha prescritto UNA bustina di augmentin mercoledi sera e UNA bustina giovedi mattina.
leggendo i vari post su internet ho letto che e' consigliabile assumere DUE compresse da 1gr (QUINDI DUE GRAMMI ) di augmenti UN ora prima dell'intervento e non come mi e' stato prescritto dal mio dentista.
aggiungo che ho 23 anni
ultimo ecocardiogramma eseguito a fine gennaio 2013
dico cio per la prevenzione di endocardite da valvulopatie
nel mio caso le valvole cardiache sono sane
ma comunque gradisco eseguire unaprofilassi dato che questa carie al molare del giudizio persiste dolorosa da 2 anni e mezzo e ha causato lievissimo ingrossamento linfonodale.
attendo una vostra risposta vichiedo :
-mi consigliate di le 2 compresse un ora prima o 2 compresse nell arco di 12 ore quindi sera e mattina dell'intervento ( il dentista ha detto che dopo l 'estrazione continuera' con antibiotico non so per quanti giorni )
- mi consigliate di fare sciacqui con colluttorio almeno 3/4 giorni prima con alta dose di clorexidina per disinfettare ancora meglio il cavo orale.
vi ringrazio e vi chiedo scusa per il disturbo date le troppe domande...
nel limite di un consulto online ma nello stesso tempo nella speranza di rassicurazioni o ripensamenti vi porgo i miei piu cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

non è necessario assumere antibiotici per effettuare l'estrazione di elemeti dentari (fonte American Heart Association) se non in casi di pazienti a rischio endocardite infettiva.

L'eventuale terapia farmacologica va assunta seguendo il parere del suo dentista e l'uso della clorexidina può essere utile ma non è indispensabile.

Cordiali saluti
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Le consiglio di stare molto più sereno e tranquillo nell'affrontare questa estrazione. La profilassi farmacologica antibiotica va fatta solo, e ripeto, solo in soggetti a rischio; e da quello che lei stesso dice, non mi sembra che lei lo sia. In ogni caso, se il suo odontoiatra ha ritenuto giusto darle questa posologia, non vedo perchè noi dovremmo cambiarla, in merito ci sono mlte scuole di pensiero. Per gli sciacqui di clorexidina, male non le fanno.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
In linea con le attuali conoscenze mediche,
le consiglio di NON effettuare:
* profilassi antibiotica (prima).
* terapia antibiotica (dopo) se non giustificata dall'eccessivo traumatismo.

Utile il colluttorio alla clorexidina giorni prima dell'intervento per profumare l'alito e non far sentire al dentista gli odori della bocca.
Come antibatterico, assolutamente ininfluente per quello che deve andare a fare.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 293XXX

ringrazio vivamente voi dottori che nonostante migliaia di impegni vi dedicate a rispondere ai dubbi e alle ansie di noi tanti...
cercando di non approfittare di voi vi chiedo 2 ultimissime cose sperando di non disturbarvi ulteriormente :
- potro essere allergico all anestesia locale che gia ho fatto 4 mesi fa per la prima volte???????
- nel caso non esegua la profilassi sera prima e mattina dell'intervento potrei andare incontro a setticemia .
chiedo scusa ma essendo studente di infermieristica il troppo studio causa non solo stress ma anche ansie e paure eccessive ed immotivate;
nell'attesa porgo i miei cordiali saluti e ringraziamenti a voi gentilissimi dottori

[#5] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
"- potro essere allergico all anestesia locale che gia ho fatto 4 mesi fa per la prima volte???????"

Improbabile, ma se studia questa materia sa che in medicina non c'è mai il 100%

"- nel caso non esegua la profilassi sera prima e mattina dell'intervento potrei andare incontro a setticemia"

No, a meno che lei non abbia patologie che determinano una diminuzione importante delle sue difese immunitarie
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"potro essere allergico all'anestesia locale che gia ho fatto 4 mesi fa per la prima volte?"

Si.
La probabilità è la stessa di quella di venir investito da un cavallo al galoppo nel 2013.




"nel caso non esegua la profilassi sera prima e mattina dell'intervento potrei andare incontro a setticemia?"

Si.
La probabilità è la stessa di quella di venir copito in testa da un meteorite.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Mi ripeto, e non è mia abitudine, stia tranquillo! Vada a fare questa estrazione senza nessuna preoccupazione ulteriore; il fatto che lei studi scienze infermieristiche non la obbligano ad essere ipocondriaco...detto con grande simpatia.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.