Utente 173XXX
salve egr. dottori,
2 giorni fa mi si è staccato un pezzo di molare superiore mentre mangiavo... scasualmente o azzannato una piccola oliva e c'è stato il patatrak!
sono andato dal dentista e mi ha detto che è possibile fare un intarsio dentale!
devo premettere che il molare (penultimo superiore) ha due grosse otturazioni, una tra lo stesso e l'ultimo molare superiore e l'altra tra esso e il premolare superiore...
la parte che mi si è staccata è quella corrispondente tra il molare stesso e l'ultimo e corrisponde a circa 1/4 di molare... (p.s.: il dente non è devitalizzato)
ora, se così stanno le cose secondo il vostro parere qual'è la soluzione miglioreal mio caso? qual'è in particolare la miglior soluzione intermini di "resistenza" e durata?? intarsio o capsula?

ve lo chiedo perchè leggevo da qualche parte su internet che l'intarsio si usa quando il dente è poco compromesse... vorrei optare per una soluzione che dia tranquillità neltempo dato che tengo tantissimo ai miei denti!!! il dentista tra l'altro non mi ha proprio parlato di capsula ma solo di intarsio...

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La capsula si fa quando non si riesce più a fare l'intarsio
L'intarsio si fa quando non si riesce più a fare l'otturazione.

Può succedere molto facilmente che il dentista A, in una data situazione, non sia capace di fare una valida otturazione e faccia quindi un intarsio, mentre il dentista B nelle identiche condizioni la sappia fare.

Può succedere inoltre con altrettanta facilità che il dentista A non sia capace, in una situazione, di fare un'intarsio e faccia così una capsula, mentre il dentista B ci riesca.

Il problema non è quindi se è meglio l'intarsio, l'otturazione o la capsula.
Il problema è trovare un BRAVO dentista.
L'altro problema è quello di riuscire a separare, su internet, le perle dalla fogna.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, aggiungerei, a quanto detto correttamente dal collega, che una grande ricostruzione diretta di un molare superiore, anche per un bravo dentista, non è una passeggiata. Essa comporta il montaggio della diga per isolare il campo di lavoro, l'utilizzo di una matrice per evitare che la ricostruzione si "incolli" ai denti adiacenti e l'impiego di un bel po' di tempo , a volte un'ora e più, per polimerizzare il composito per spessori non superiori ai 2 mm, molarlo per rifinirlo ed ottenere una corretta occlusione con l'antagonista , lucidarlo. In queste grandi cavità a livello delle zone approssimali ottenere un buon punto di contatto con i denti adiacenti ad evitare che si inserisca cibo ed ottenere anche , sempre in questa zona adiacente i denti contigui, una buona chiusura marginale è cosa delicata e non da tutti.

L'intarsio consente :
- un notevole risparmio di tempo per il dentista( soprattutto per quelli meno bravi ma non solo) e per il paziente;
- una maggior gestione e controllo dei punti di contatto e della chiusura marginale, anche se va sempre utilizzata la diga durante la cementazione;
- consente, in alcuni casi, con pazienti poco collaborativi, un miglior controllo della polimerizzazione del composito;
- E' Indicato per i denti vitali;

In conclusione sempre meglio scegliere soluzioni più conservative ( ricostruzione/intarsio) a quelle più invasive (capsula) soprattutto nei denti vitali.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#3] dopo  
Utente 173XXX

grazie dottori per le vostre risposte..
vi aggiungo che l'intarsio mi è stato proposto dal mio dentista che ha 20 anni di esperienza... questo per rispondere al dottor Macrì, che diceva : "L'intarsio consente :
- un notevole risparmio di tempo per il dentista( soprattutto per quelli meno bravi ma non solo) "

infatti mi ha proposto al posto dell'otturazione normale, e al posto di mettere composito mm su mm questa opzione... poi non so

volevo cortesemente chiedere un'altra cosa:
ho un premolare devitalizzato da 5 anni.. e stavo pensando, siccome ho letto su internet che i premolari devitalizzati divengono più fragli se devitalizzati e quindi possono rompersi, se secondo voi su questo dente varrebbe la pena fare una capsula, per proteggerlo da eventi come quello che mi ha spaccato l'altro dente, per dormire sonni tranquilli!... in realtà ci ho pensato vista la brutta esperienza avuta con l'attuale molare rotto, che è ancora vitale!
cosa mi consigliereste??
io ho chiesto al mio dentista: "come sta questo premolare devitalizzato?"... e lui ha risposto: "eee come sta.... sta lì...."

grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, il risparmiare tempo per il dentista e per il paziente va interpretato positivamente non con un 'non volersi dedicare'. Quanto alla corona protesica sul premolare si devono valutare alcuni aspetti ovvero quanto dente residuo sano sia rimasto a seguito della devitalizzazione ed il tipo di occlusione . Personalmente preferisco approcci conservativi ma un premolare devitalizzato preferisco sempre proteggerlo con un corona protesica in quanto la parte di dente sano della corona del premolare ,che residua dopo la terapia canalare in seguito a carie, risulta, a volte, veramente scarsa. Avendo ahimè anche io superato gli oltre venti anni di professione ne ho visti xi ptemolare fratturarsi male a seguito di Devitalizzazione e ricostruzione in composito. Cordiali saluti.
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#5] dopo  
Utente 173XXX

salve, via ggiorno sulla situazione:
alla fine il dentista ha optato per la ricorstuzione in composito... ha detto che se avesse fatto l'intarsio non avrebbe avuto smalto sufficiente dove appoggiarlo perchè, come vi ho descritto sopra, mi è saltata tutta la cuspide... essendo che mi ha anche dovuto spostare un po' la gengiva per ricostruire, mi ha detto che era meglio non investirci soldi e tenerlo così finchè dura...
però poi ho notato che ha fatto si la ricostruzione del pezzo mancante... ma non ha ricostruito la cuspide! chissà... masticherò cmq bene???

saluti

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, non entro nel merito della scelta tra composito o intarsio , ma non condivido la giustificazione per la scelta effettuata. Se non c'è spazio sufficiente dove appoggiare l'intarsio,a causa della presenza di poco smalto, per lo stesso motivo non dovrebbe esserci indicazione per il composito; l'indicazione , a quel punto è per la corona protesica . In verità, va benissimo il composito come l'intarsio purché si rispettino anatomia del dente e si ripristino occlusione e funzione corretta dello stesso. Non ricostruire una cuspide significa non ripristinare una anatomia e una funzione occlusale corretta.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, il risparmiare tempo per il dentista e per il paziente va interpretato positivamente non con un 'non volersi dedicare'. Quanto alla corona protesica sul premolare si devono valutare alcuni aspetti ovvero quanto dente residuo sano sia rimasto a seguito della devitalizzazione ed il tipo di occlusione . Personalmente preferisco approcci conservativi ma con un premolare devitalizzato preferisco sempre proteggerlo con un corona protesica in quanto la parte di dente sano della corona del premolare ,che residua dopo la terapia canalare in seguito a carie, risulta, a volte, veramente scarsa. Avendo ahimè anche io superato gli oltre venti anni di professione ne ho visti xi ptemolare fratturarsi male a seguito di Devitalizzazione e ricostruzione in composito. Cordiali saluti.
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, indipendentemente dalla scelta della tecnica e/o del materiale, un dente va ricostruito sempre integralmente per ripristinare funzione innanzitutto ed estetica.
Cordialmente
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#9] dopo  
Utente 173XXX

gentile dottor Macrì,
mi spiego meglio.. non è stata ricostruita la punta mancante... cioè. dove c'era la punta adesso è piatto!
comunque sia.. cosa mi consiglia di fare ?? lo devo dire al dentista??

tra l'altro, a distanza di quasi una settimana dalla ricostuzione quando mastico i cibi più duri su quel dente sento ancora un po' di dolore... che dice passerà col tempo???