Utente
Salve, premetto che lunedì andrò a farmi vedere dal mio dentista vorrei avere un Vostro parere. Da qualche settimana lavandomi i denti dal premolare sx ho visto uscire del sangue. Da ieri questo stesso dente mi fa male se lo tocco o anche semplicemente se questo viene in contatto con i denti di sotto. Naturalmente anche a masticare. Talvolta mi pulsa. Non è sensibile al freddo o al caldo. Cosa mi devo aspettare? Che cosa posso avere?

[#1]  
Dr. Lorenzo Ricapito

24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile utente,

lei ci dice che ha visto uscire del sangue in zona di un premolare, spazzolando, e che proprio sullo stesso dente avverte dolenzia anche al semplice contatto: ebbene, facile pensare che possa esserci una parodontite acuta a carico di quell'elemento, patologia che viene risolta con le tecniche di igiene orale professionale.

Naturalmente il tutto verrà avvalorato da visita specialistica e, eventualmente, da una radiografia endorale se ritenuta necessaria dal collega.

Cordiali saluti.
Dr. Lorenzo Ricapito.
Perfezionato in Odontoiatria Pediatrica.
Perfezionato in Odontostomatologia dello Sport.

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta. In genere con questo genere di problema è necessario asportare il dente ? Oppure basta la devitalizzazione?

[#3]  
Dr.ssa Roberta Favotto

16% attività
8% attualità
0% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2010
Gentile utente,

come anticipato dal collega il dolore e sanguinamento possono essere semplice conseguenza di una parodontite acuta che si risolvera' con una seduta di igiene.

Ma l' accumulo di placca e tartaro possono anche anche essere stati peggiorati dalla presenza di una carie interprossimale (tra un dente e l'altro), e questo giustificherebbe anche il forte dolore durante la masticazione.

Quindi dalla visita ( cn eventuale rx) potra' aspettarsi :

- semplice parodontite acuta a cui seguira' solo una seduta di igiene

- carie superficiale ed elemento vitale che verra' curata con una semplice otturazione

- ipotesi più remota, ma comunque possibile, una carie profonda con dente vitale (ma in pulpite, ovvero con il nervo gia' compromesso) o in necrosi (morto). Solo in questo caso si rendera' necessaria la devitalizzazione.

Cordiali saluti

Dr.ssa ROBERTA FAVOTTO

[#4]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Ultima causa non citata dalle valide risposte dei colleghi è che il dente in questione sia "più alto" degli altri, che tocchi prima quando lei chiude la bocca.
Questo fatto, se fosse confermato, potrebbe essere sufficiente a provocare tutti i disturbi da lei accusati, gengivite compresa.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)