Utente 394XXX
Salve,

il molare 36 era stato devitalizzazione circa 10 anni fa (insieme al molare 37 che purtroppo mi è stato estratto pochi mesi fa). Per evitare di perdere anche questo secondo molare il mio dentista mi a proposto di ricostruirlo, eliminare la "vecchia ricostruzione", pulire quel poco che rimane del dente, inserire perno in fibra di vetro e poi una capsula.

Nel preventivo, senza parlare di numeri, ha scritto "monconatura con perno" (a voce aveva parlato di perno in fibra di vetro), provvisorio in resina ed elemento lega non preziosa ceramica.

Mi sono state preventivate circa 4 sedute e nella prima l'assistente che mi ha fissato l'appuntamento parla di "ricostruzione". Volevo capire in cosa consiste la "ricostruzione" che viene fatta nella prima seduta? In generale qual è la procedura che viene seguita dall'inizio alla fine? Sentirò dolore? Siccome ho sentito dolore durante l'estrazione, nonostante l'anestesia, ora sono terrorizzata di sentire male!

La fibra di vetro e la capsula in lega non preziosa ceramica sono dei buoni materiali?

Inoltre il dentista ha detto che mi dovrà prendere l'impronta, è necessario mettere la pasta su tutta l'arcata o è sufficiente posizionarla solo sul dente/sulla zona interessata?

Vi ringrazio per i chiarimenti.

[#1] dopo  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Per ricostruzione presumo intenda la ricostruzione con perno in fibra.
Successivamente il dente sarà limato per creare lo spazio sufficiente alla corona in porcellana, seguirà l'impronta superiore ed inferiore e la rilevazione della sua articolazione, la prova della fusione metallica e la cementazione della corona. Il tutto sarà indolore anche perché il dente è devitalizzato.
I materiali sono buoni, la lega preziosa sarebbe migliore, ma con un costo maggiore.
L'impronta sarà necessario prenderla sull'intera arcata, inferiore e superiore.

Cordiali saluti.
Dr. Marcello Fantini

www.studiofantini.jimdo.com