Utente cancellato
Buongiorno,
vorrei una rassicurazione per un problema dentale che è sorto in questo ultimo mese.
Ho effettuato la visita odontoiatrica ad Aprile con tanto di pulizia profonda perché tendo ad accumulare tartaro sotto gengiva con la formazione di sacche.
L'igienista mi ha detto che a seguito dell'utilizzo dello spazzolino elettrico e del filo interdentale la situazione é migliorata parecchio e se continuo con una pulizia annuale e una corretta igiene orale, il problema dell'accumulo di placca in eccesso non mi darà problemi di piorrea ecc...La dentista invece mi ha praticato un'otturazione nel premolare superiore sinistro rassicurandomi che non avevo problemi ai legame paradontali e che ho dei bei denti. Ha riscontrato una piccola mobilità in alcuni denti della semi arcata inferiore sinistra dicendomi che non era niente di preoccupante. Nemmeno 15 giorni dopo ho iniziato a manifestare dei sintomi alquanto fastidiosi, senso di mobilità nell'arcata inferiore e una sensazione che le gengive di quell'arcata fossero più basse (solo una sensazione perché ripeto ho degli spazi tra i denti e mi è difficile valutare l'altezza delle gengive in alcuni punti), ho utilizzato un collutorio specifico con clorexidina e il vecchio rimedio di acqua e sale per bloccare eventuali infiammazioni. Purtroppo non sono potuta andare dal dentista perché sono una studentessa fuorisede, quindi il mio dentista in base alla descrizione dei sintomi e del mio stato di salute al momento della visita mi ha detto che escludendo le cause paradontali potrebbe essere un problema di digrignamento dei denti durante la notte e per fare una prova mi ha consigliato momentaneamente di usare un paracolpi la notte per vedere se la situazione sembrava stabilizzarsi almeno, in effetti un po' ha funzionato e nel mese il problema sembrava scomparso. Aggiungo che mi mancano due denti, un premolare inferiore sinistro e un molare superiore destro in seguito a due pulpiti in età adolescenziale. In seguito alla presenza di un nuovo sintomo: la mattina quando mi sveglio sento uno scatto in un incisivo sinistro dove i sintomi legati alle gengive e allo spazio tra i denti mi sembra stia peggiorando, la dentista mi ha detto che la mancanza di un dente stia creando un problema di mobilità però fino a quando non mi vedrà non potrà dirmi con certezza. E ora sento sempre il bisogno di massaggiare le gengive inferiori frontali, mi infastidisce parlare perché sento la bocca "tirare".
Quando tornerò a casa per fine mese mi aspetta una panoramica con eventuale visita odontoiatrica però sono preoccupata perché non vorrei perdere dei denti o avere dei problemi irreparabile nel mentre, ho solo 28 anni e non vorrei avere di questi problemi visto che curo la mia igiene orale.
Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
la panoramica servirà a poco è un esame radiografico generico ed impreciso
per definire bene i livelli ossei oltre al sondaggio parodontale le radiografie endoorali sono indicate
alla sua giovane età rimanere senza denti crea instabilità occlusale e possibile spostamenti dei denti che ci sono in arcata con aumentata mobilità
il consiglio è di fare una valutazione approfondita della sua situazione parodontale ed occlusale
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it