Utente 220XXX
Buongiorno,
Lunedi' scorso sono stata dal dentista per l'estrazione di un premolare, bone grafting (non saprei come si dice in italiano) e inserimento di un impianto.
La dottoressa ha detto che c'era infezione, ma che ha pulito tutto e poteva mettere subito l'impianto.
L'operazione non e' stata semplicissima e mi e' stato detto che ha dovuto prendere una parte di "gengiva" da sopra per aggiungerla dove mancava.
Mi ha messo molti punti.

Il dolore invece di migliorare e' andato lentamente peggiorando.
Fino ad oggi. che mi sono recata di nuovo dal dentista.
Mi ha visitato l'igienista, confermato che si vedeva molta irritazione, che non le sembrava assolutamente alveolite secca, ma che il tutto era molto irritato.
Mi ha spiegato come fare degli sciacqui piu' energici e pulire il sito usando garza e clorexedina.

Stasera durante la procedura ho individuato il punto piu' fastidioso.
C'e una parte di "gengiva" che scende dal lato del socket attaccato al dente piu vicino.
Questa parte e' molto dolorante, rossa infiammata e brucia.
Non ci sono i punti.
Non so se e' normale?? O dovrebbero esserci i punti?

Mi hanno detto di continuare con alte dosi di painkiller e pulizia che il tutto passera'.

Sono al sesto giorno di klacid, sto prendendo solpadol (paracetamolo + codeina) e ibuprofene alternati.
Dal peggioramento di oggi solo l'ibuprofene mi da sollievo per 4-5 ore.
Non vorrei pero' prenderlo per cosi' lungo tempo visto che sono in cura con citalopram e amitriptilina.

So che via computer potete dirmi poco, sicuramente lunedi ricontattero' la dentista.
Ma ritenete sia normale avere questo pezzo di gengiva che casca rosso e infiammato? Si rimarginera' da solo o servono punti?
(visto che mi ha detto del bone grafting e gengiva presa da sopra).


Mi scuso per la terminologia, vivo in Irlanda da 6 anni e la mia dentista ovviamente mi spiega in inglese..

Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
purtroppo non è possibile dirle molto senza avere le informazioni giuste
solitamente è meglio non risuturare a breve se anche se qualche punto si stacca onde evitare ulteriori lacerazioni
la xoperturea farmacologica è sicuramente sufficiente e dovrebbe coprire sia la sintomatologia dolorosa che il rischio di infezione
la pulizia superficiale è adeguata x cui in condizioni normali la sintomatologia deve ridursi progressivamente
lunedí si rechi al controllo dal collega che l'ha operata
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Buongiorno Marco,
la ringrazio molto per la sua risposta!
In effetti non sapevo se era urgente rimettere i punti o se potevo aspettare qualche giorno facendo passare il fine settimana.

In realta' il dolore e' molto fastidioso.
Sto cercando di resistere senza prendere antidolorifici il piu' possibile perche' ho lo stomaco distrutto.
Non so se ci sono antidolorifici che danno meno fastidio allo stomaco (considerando che solpadol sta funzionando molto poco).

Una domanda.
Il mio dolore e' spesso bruciore ai punti o alla parte di gengiva in questione..

Ho pero' molto spesso un dolore veramente fastidioso ai denti inferiori di fronte.
Spesso quando faccio sciaqui con acqua e sale, ma rimane per ore.

Considerato che son stata controllata molto negli ultimi mesi da dentisti e che sta comparendo durante questi giorni dopo l'operazione.
Sembra come se fosse sensibilita' ma che permane per ore a volte anche dopo aver preso l'antidolorifico.

Puo' essere causato dagli sciacqui che faccio?
Puo' essere "dolore riferito" quindi in realta' la causa e' l'operazione?

Ho il dubbio perche' mi era capitato in passato che mi e' stato devitalizzato un dente dell'arcata superiore mentre avevo dolore al corrispondente dell'arcata inferiore.

Mi scusi di tutte le domande, ma sto cercando di capire come far trascorrere questi giorni senza impazzire (sto iniziando a non sopportar piu' il dolore ed essere demoralizzata... se prendo antidolorifici sto male di stomaco.. non so come comportarmi).

So che a distanza non consendomi non e' facile, valutero' in caso di peggioramento se chiamare il numero dell'emergenza dentale, ma vorrei evitare se riesco a gestirmi per un paio di giorni!

Grazie mille in anticipo

[#3] dopo  
Utente 220XXX

Questo dolore all'arcata inferiore e' continuo e debilitante.
Piu' del dolore alla ferita che quasi non sento ora.
Non si risolve quasi con niente durante la giornata.

Ora ho letto di danneggiamento dei nervi / nevralgia da impianti dentali.
Il mio impianto e' stato fatto su un premolare dell'arcata superiore.
Puo' essere stato danneggiato un nervo che produce dolori all'arcata inferiore?

Questa possibilita' mi spaventa molto, perche' il dolore e' molto fastidioso e persistente, e credo sia atroce passare mesi con questo dolore..

Non voglio trarre conclusioni, ma non riesco a capire.. e sono provata a questo punto..

[#4] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
dalle sue parole, ha estratto un dente sede di infezione, è stata pulita la zona, messo un impianto ed applicato un sostituto di osso nel 'vuoto' attorno all'impianto. Estato poi effettuato un innesto di gengiva con prelievo dal palato.
Se questo è corretto, allora ricorrono due ipotesi:
-il dolore dipende dal prelievo di gengiva dal palato che lascia una ferita dolorosa che dura anche 2 settimane (Andrebbe protetta ne parli con il dentista)
-il dolore dipende da un sito che ha ancora figure infettive che possono contaminare impianto e osso sintetico.
Il dentista avrebbe il compito/dovere di assisterla nel comprendere la natura del dolore (Di base NON C'E') specie se i farmaci non controllano il dolore stesso.
Se lo ritiene ci tenga informati.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#5] dopo  
Utente 220XXX

Buongiorno Armando,
corretto. Estrazione di un dente devitalizzato una decina di anni fa che continuava a portare infezioni..
In realta' non credo mi sia stato fatto l'innesto di gengiva con prelievo dal palato.. Mi ha solo detto che ha "tirato in giu" la gengiva.. non saprei poi bene a cosa si riferisca.

Comunque nel fine settimana ho chiamato la dentista e mi ha prescritto Flagyl per 5 giorni perche' e' insorta febbre.

Stamattina mi ha visitato una sua assistente e mi ha detto che le sembra la situazione stia migliorando a parte i punti che si sono tolti.

Ora, il dolore sulla ferita mi sembra di molto diminuito quasi impercettibile (ovviamente non la tocco e mangio ancora morbido).
Ho il dolore/fastidio costante ai denti sotto davanti.
La dentista al telefono mi ha parlato di impianto con cui ha toccato il muscolo (?) che e' infetto ora... o gonfiore che va a toccare un nervo... non saprei..
Io credo in parte dipenda dalla gengiva perche' mi pare arrossata.

Stamattina l'igienista mi ha detto che la gengiva e' a posto probabilmente arrossata a causa dello stato infiammatorio della bocca e sistema immunitario che sta combattendo l'infezione..

Io sono abbastanza abbattuta ammetto, perche' non capisco neanche piu' che dolore arrivi e da dove.
Ammetto che i dolori non sono lancinanti come in un post operatorio o pulpite, ma e' un fastidio costante, la sensazione anche passando la lingua sulla gengiva, da stamattina e' che sia come "screpolata".

Probabilmente questo fastidio e' dovuto in effetti agli antibiotici/infezioni nella mia bocca.
Prendo solo paracetamolo al momento per alleviare i fastidi (con poco successo, ma vabbe)...

Spero vivamente che Flagyl funzioni, sono al primo giorno e sembra la ferita meno dolorante anche muovendo la bocca e meno gonfia.
Vorrei tornare al lavoro al piu' presto, ma sono molto indebolita.

Immagino che anche in caso di infezioni dentarie sia meglio il riposo?

La ringrazio per la sua risposta e mi rendo conto di come sia difficile dare consulti online.
Io come vede mi muovo anche di persona, come giusto che sia.
La realta' e' che la dentista che mi ha operato credo voglia aspettare un paio di giorni se l'antibiotico fara' il suo effetto.. e per quanto disponibili telefonicamente, non si riesce mai a fare tutte le domande necessarie..

Grazie ancora a tutti i medici per le risposte, che sono sempre ben accette :)





[#6] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Ok,
Alcune informazioni sul dolore che descrive: questo appare di tipo gengivale, legato non alla estrazione ed all'impianto ma dall'intervento sulle gengive (Innesto peduncolato? chieda al dentista) che, come detto tende a scomparire dopo qualche tempo.
Il paracetamolo non è efficace nel controllo del dolore.
Il flagyl andrebbe sempre abbinato ad una penicillina (forse la sta prendendo già?).
Una Rx della zona operata è d'aiuto per capire lo stato infiammatorio in atto.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#7] dopo  
Utente 220XXX

L'estrazione pero' e' del premolare superiore sinistro e il problema alla gengiva nei denti inferiori di fronte (che non sono stati toccati)..
Non avevo pero' questo problema in precedenza.

Mercoledi' ho il controllo con la dentista, spero non sia un problema aspettare due giorni e spero vivamente mi sottoponga a rx se il tutto non si risolve.

Purtroppo sono allergica ad amoxicillina.
Ho preso klacid per 7 giorni e sto continuando con flagyl per 5 giorni.

[#8] dopo  
Utente 220XXX

Questo dolore ai denti sotto e' spontaneo.
Ce l'ho quasi sempre.
A volte tipo bruciore appunto da gengiva "rovinata", a volte e' proprio come se fosse dolore ai denti.

Non so se una gengivite possa dare questo tipo di dolore?
Non so se e' effettivamente collegato all'infezione, come dice la dentista, del muscolo e che quindi con l'antibiotico sparira'?
Per il momento e' sempre uguale..

E' possibile che sia dato da un nervo toccato durante l'operazione?
Ci sono soluzioni in questo caso?

So che mi sto forse preoccupando troppo, ma e' molto frustrante..

[#9] dopo  
Utente 220XXX

Eccomi con l'aggiornamento post-visita.

La dottoressa (chirurgo orale), mi ha visitato e detto che il sito sta guarendo. Non ha notato pus ne' infezione, ma ancora un po' gonfio sulla parte dell'innesto.
Mi ha detto che devo aver pazienza e passera'.
Ha detto che il primo antibiotico preso era molto blando.

Per quanto riguarda i denti sotto non ha trovato niente.
Mi ha detto che le gengive sembrano a posto o un po "bruciate" dai colluttori.
Mi ha detto di smettere gli sciacqui e pulire solo con una garza.
Dice di aspettare che si risolva spontaneamente dopo la guarigione e di continuare solo con antibiotico. Ha solo accennato che "non vogliamo che sia sindrome del dolore facciale" o qualcosa del genere.

Sono molto spaventata e abbattuta.
Cerco di stare su di morale, ma questa prospettiva di danno ai nervi mi terrorizza.
Il dolore non e' costante, ieri sembrava meglio, stamattina sembra peggio.

Io prendo gia' amitriptilina 10mg.
Un medico amico mi ha parlato di altre medicine per il dolore neuropatico.
Io ho molta paura che non passi piu' e di dover convivere con questo dolore.
Sono rientrata al lavoro e a momenti va meglio o peggio.
So di non dover fare ricerche, ma ovviamente da quel che si legge in internet prognosi di questo dolore cronico non sono molto positive.

Puo' davvero capitare qualcosa di simile per un impianto a un molare di sinistra Superiore?
Prendo gia' parecchi farmaci, c'e possibilita' di guarigione o l'alternativa e' di aggiungere farmaci?
E' giusto aspettare prima la guarigione totale del sito dell'impianto per poi valutare questo altro problema?

Grazie e mi scuso per l'ansia :)

[#10] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Buongiorno,
premessa la difficoltà senza visita, il mio parere è che non si tratti di dolore neuropatico quanto piuttosto del normale decorso doloroso nella zona del prelievo di gengiva che, come già detto, tende a persistere per 10 giorni/2 settimane.
L' intervento, specie se superiore, non ha di base alcun impatto sul decorso dei nervi.
Credo che abbia bisogno di pazienza e fiducia e anche di essere meno preoccupata (la zona sta migliorando...)
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#11] dopo  
Utente 220XXX

La ringrazio Armando,
una sola precisazione.

Non e' stato fatto nessun prelievo di gengiva dai denti inferiori.
Tutto l'intervento ha avuto luogo sulla parte superiore e di sinistra.
Il dolore attuale lo posso indicare in modo abbastanza esatto ai due denti centrali inferiori.

Ho richiesto una visita al mio dentista, il chirurgo che ha operato per l'impianto non sembra dar peso a questo problema..

Cerchero' di tranquillizzarmi e la ringrazio.
Ho letto tanti consulti e articoli di operazioni dentarie che hanno creato problemi ai nervi, ma in effetti sempre al lato inferiore e non superiore.

[#12] dopo  
Utente 220XXX

Buongiorno,
vi scrivo solo per aggiornarvi sull'evoluzione.

La ferita / innesto osseo etc sta pian piano guarendo.
Il gonfiore residuo e' nella zona dove c'erano i punti e sembra sia normale / in remissione.
Anche la parte di gengiva che definivo "penzolante" sta "diminuendo".

Per quanto riguarda il fastidio ai denti inferiori, il mio dentista ha trovato un peggioramento dal punto di vista bruxismo.

Provvedero' quindi a fare un bite nonappena mettero' la corona all'impianto.

I fastidi si stanno comunque sicuramente attenuando.

Grazie come sempre per le vostre risposte sempre gradite!

[#13] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
Il dolore inferiore che sta diminuendo può anche essere messo in relazione all'intervento come meccanismo riflesso, legato al dolore nell'area operata.
Pensare al bruxismo come dolore specifico in una singola area, senza alcuna partecipazione neuromuscolare appare difficile da ipotizzare.
Comunque la buona notizia è che sta andando meglio.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it