Utente 429XXX
Buongiorno,
so che è difficile valutare una situazione via mial, ma vorrei chiedere un parere su un problema verificatosi al dente 26.
Ad Agosto ho un problema di dolore forte in quell'area della bocca e il dentista in vacanza mi fa una visita veloce e mi prescrive una cura antibiotica.
Il dolore sparisce e al ritorno dalle ferie in una visita di controllo trova apparentemente tutto a posto.
Circa un mesetto fa mi ritorna il dolore e mi trovo la gengiva gonfia e dolorante, nuova cura antibiotica, radiografia.
Mi dice che il gonfiore è una fistola provocata dal dente numero 26 in necrosi.
Provvede a devitalizzarlo dicendomi che c'è troppo sangue e pus che fuoriesce, quindi pensa che difficilmente riuscirà a salvarlo.
Mi dice che lascia il dente aperto per sfogare l'infezione (Purtroppo ahimè scopro solo doipo quanto la pratica sia scorretta), dopo una settimana ritorno e provvede a finire la devitalizzazione e mi inserisce nei canali della pasta iodoformica dicendomi che sta facendo il possibile per salvarmi il dente. (Anche qui scopro solo più tardi che è una pratica ormai superata)
Stanco di queste scelte antiquate e della continua minaccia di estrarmi il dente mi rivolgo ad un altro dentista il quale mi dice che l'estrazione del dente è solo l'ultima soluzione estrema e dopo una radiografia mi idce che i dente è ben saldo e che secondo lui basta eseguire una nuova terapia canalare.
Nonostante la gengiva gonfia e dolente al tatto mi dice che non c'è un ascesso in forma acuta ed è meglio evitare una nuova terapia antibiotica.
Mi fissa un appuntamento per la nuova terapia canalare tra una decina di giorni dicendomi di stare tranquillo.
Il problema è che considerata la gengiva ginfia e dolorante, la prima diagnosi ed una prima terapia probabilmente inefficace mi domando se posso aspettare il suo intervento o rischio di aggravare la situazione e di rendere il dente irrecuperabile.
Uno pessimista, l'altro troppo (Forse) ottimista.
Meglio sentire un terzo parere o posso attendere la prossima terapia canalare? (Con la gengiva posso convivere in quanto duole solo leggermente, specie se non la premo)

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Consiglio: terapia endodontica corretta sotto antibioticoterapia,perchè c'è necrosi pulpare,ovviamente fatta con applicazione di diga(chi sa fare l'endodonzia bene sa di che si tratta).

Saluti
Dr.L.De Socio

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Buongiorno, la ringrazio della sua gentile risposta.
Il mio dubbio è se questa terapia può aspettare la decina di giorni del dentista o rischia di essere troppo tardi.

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Io personalmente interverrei prima possibile per non incorrere in ulteriori
complicanze,agendo come le ho
gia' scritto.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia