Utente 400XXX
Buongiorno

mi e' stato estratto il dente del giudizio superiore destro (gia' erotto) circa 48h ore fa. La procedura e' stata veramente breve, nemmeno 10 secondi, ed il dentista non mi ha applicato punti di sutura. Ho seguito tutte le indicazioni, cibi liquidi e freddi, niente sciacqui per le prime 24h, niente cannuccia ecc.

Da quando sono tornato a casa pero' ho notato un continuo sanguinamento. Per il resto del primo giorno ho tamponato mordendo garze e, passata la prima notte, il mattino del secondo giorno sembrava essersi arrestato. Tuttavia e' ripreso a circa 20h dall'intervento. Oggi, terzo giorno, si e' ripetuta la medesima cosa. Appena sveglio non ho notato alcun sanguinamento, dopo poche ore invece sembra aver ripreso a sanguinare.
A dire il vero non e' un sanguinamento copioso e continuo, in bocca non sento sapore di sangue, quello che vedo e' saliva rossastra nella zona attorno al dente e sulla guancia.
Inoltre, cio' che mi preoccupa, e' che non riesco bene a vedere se nella zona d'estrazione c'e' o meno un coagulo, perche' il dente era fortemente ricurvo verso l'esterno, e la zona d'estrazione e' coperta dal molare e dalla guancia. La cosa strana e' che vedo invece un coagulo ai bordi del molare vicino al dente estratto.

Non sento dolore, per ora, ma sono molto preoccupato che si formi un'alveolite e fino a Lunedi' non ho alcun modo di contattare il dentista. Devo continuare a mordere garze per tamponare? Non l'ho piu' fatto per timore di danneggiare il coagulo eventualmente presente.
Sto sciacquando dopo i pasti con acqua tiepida e clorexedrina, e' bene continuare o meglio interrompere gli sciacqui?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
da quello che ci riferisce non c'è niente di cui preoccuparsi più di tanto. Può succedere che vi sia ancora un piccolo sanguinamento e comunque non parliamo nel suo caso di un vero e proprio sanguinamento, come lei ha detto è solo un po' di saliva mista a tracce di sangue che probabilmente si distaccano dal coagulo e niente più. L'alveolite non ha nulla a che fare con il sanguinamento ed è una cosa neanche da considerare al momento.
Per quanto riguarda gli sciacqui, questi possono comportare una rottura del coagulo se non ancora ben stabilizzata per cui le consiglierei di evitarli. Anche mordere le garze non è più necessario adesso.
Continui una dieta morbida e fredda o tiepida al massimo ed eviti attività fisiche intense e vedrà che già domani andrà molto meglio.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se non ha dolore escluderei l'alveolite,per il sanguinamento può anche chiedere al medico di base,in genere con l'acido Tranexamico in situ o per via parenterale il problema si risolve.
Tuttavia se si è già formato il coagulo non mi preoccuperei più di tanto.
Attenda con tranquillità la visita di controllo dal suo dentista
Cordialita '
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#3] dopo  
Utente 400XXX

Gentili Dottori

Vi ringrazio per la pronta risposta.

Dagli ultimi esami del sangue effettuati risultavano globuli bianchi e rossi inferiori ai valori minimi, mentre le piastrine erano nella norma. Non so se questo puo' avere qualche effetto sulla guarigione dall'estrazione.

Riguardo all'alveolite, quando, diciamo cosi', potro' "essere al sicuro" che non si formi? Ora sono solo poco piu' di 48h dall'intervento. Rispetto ai giorni scorsi avverto un leggero fastidio all'orecchio destro, come una sensazione di pressione e formicolio. E' normale?
Dopo l'estrazione il dentista ha controllato, facendomi tappare il naso, di non aver causato perforazione tra i seni nasali e la bocca e tutto pareva a posto.

[#4] dopo  
Utente 400XXX

Ho un'ulteriore domanda.

Ho notato proprio ora che sono apparse delle macchie bianche ai lati della lingua (nulla sul dorso o in altre parti della bocca), che non vanno via spazzandole leggermente.
Ho usato per fare gli sciacqui della clorexedina in gel sciolta nell'acqua, spero sia questa la causa e non che sia cominciata un'infezione.

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Diluire la clorexedina non è corretto, il preparato è già diluito alla corretta concentrazione, anche utilizzarlo come sciacqui che potrebbero rimuovere il coagulo e poco corretto, applichi il gel con un dito nei dintorni della ferita. L'alveolite non è un brutto male, se arriva la curerà anche se nutro grandi dubbi che possa avvenire visto il sanguinamento. Per la lingua lunedì le darà la corretta risposta il suo odontoiatra.
Dorma tranquillo.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 400XXX

La ringrazio per la risposta.

Sono abbastanza in ansia perche' il sanguinamento, che a volte durante il giorno si ferma, improvvisamente riprende, come ora. C'e' qualcosa che posso fare, garze o altro, o e' meglio non fare nulla per non peggiorare la situazione?

Quindi il fatto che sanguini e' un segnale che il rischio di alveolite e' basso?

Mi scuso ancora per queste domande incessanti, ma sono una persona ansiosa di natura e di certo questo non aiuta nella guarigione.

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Non c'è rapporto tra sanguinamento ed alveolite.
Tra gli esami del sangue andrebbero effettuati per il futuro uno screening emocoagulativo completo,compresi i fattori emofiliaci.
Per ora segua il consiglio,ac.tranexamico in loco o per via parenterale.
Non sciacqui perché se non si forma un coagulo stabile,continuerà il sanguinamento.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'alveolite secca, avviene se non c'è sanguinamento, tampone di garza in compressione per un quarto d'ora il posizione seduta con ghiaccio esterno. Eviti di sciacquare e cibi liquidi caldi, il gelato è un ottimo alimento.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#9] dopo  
Utente 400XXX

Oggi mi sono recato allo studio dentistico, ma purtroppo il medico e' fuori per alcuni giorni e ho potuto far controllare lo stato del sito d'estrazione solo all'igienista dentale.

A suo parere non ci sono segni di infezione ed e' presente il coagulo. Mi auguro che il periodo di rischio dell'alevolite sia passato, in quanto ho ancora timore di rimuovere accidentalmente il coagulo...

E' consigliabile ora continuare con le istruzioni iniziali del dentista, ovvero sciacquare 3 volte al giorno con colluttorio alla clorexedina e dieta liquida/semisolida fredda per altri 2-3 giorni? Per quanto riguarda lo spazzolino, e' meglio non usarlo del tutto o usarlo dall'altro lato rispetto all'estrazione?

In genere dopo quanto tempo si puo' tornare ad una dieta normale? A tal proposito, il dentista non mi ha dato particolari istruzioni su come evitare che il cibo finisca nel sito d'estrazione, ad esempio pulendolo con una siringa come mi e' capitato di sentire. E' una pratica che non si consiglia in genere?

[#10] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Eviti di effettuare manovre che possano causare la rimozione del coagulo,per evitare il problema alveolite.
Più che sentire l'igienista ,telefoni al suo dentista,avrà sicuramente un cellulare,e chieda i consigli specifici,evitando terapie e/o manovre "fai da te ".
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#11] dopo  
Utente 400XXX

Il dentista mi ha visitato 2 giorni fa e non ha constatato nulla di grave nel sito d'estrazione, dicendomi di continuare con gli sciacqui di clorexidina per 2-3 giorni.

Una cosa che tuttavia ho notato solo oggi, ma probabilmente va avanti dal giorno dell'estrazione, e' la sensazione che il morso e' cambiato rispetto a prima e di non riuscire a trovare una posizione naturale per chiudere la bocca.

E' una cosa normale e passeggera? Serve piu' tempo per riadattarsi? Ormai sono passati 6 giorni dell'estrazione.

Grazie

[#12] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Non credo che questo sintomo nuovo sia correlato all'estrazione ,potrebbe essere una spia di un problema occlusale probabilmente legato ad un disordine temporo mandibolare a cui non ha dato importanza (rumori / click ATM,dolori muscoli masticatori o articolari,cefalea,cervicalgia,bruxismo ecc , )
Chieda una visita ad un collega esperto di Gnatologia.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#13] dopo  
Utente 400XXX

Questo sintomo non l'ho pero' mai notato prima.

Puo' la causa essere semplicemente che in questi giorni, a seguito dell'estrazione, non ho ancora ripreso a masticare, assumendo solo cibi liquidi o semi-solidi, ed inoltre ho avuto la tendenza, volontaria od involontaria, a non serrare completamente la bocca per evitare di "andare a disturbare" il sito d'estrazione?

[#14] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Quando mi dice "il morso e ' cambiato"
vuol dire che non ha più un contatto bilaterale e simmetrico dei denti e che forse coesiste una deviazione mandibolare in chiusura.....?
Ed anche la bocca si apre di meno rispetto a prima?
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#15] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Chiaramente non sta masticando correttamente, per cui sarebbe bene aspettare la completa guarigione. Vedo che l'alveolite e l'emorragia che le metteva ansia, oggi sono ormai problemi secondari.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#16] dopo  
Utente 400XXX

Riesco ad aprire la bocca normalmente quanto prima, pero' appunto il morso mi sembra piu' asimmetrico e fatico a trovare un contatto naturale com'era prima tra arcata inferiore e superiore.

Ora, come probabilmente denotano le mie precedenti domande, sono una persona ansiosa e un po' ipocondriaca, per cui non vorrei crearmi ulteriori paranoie con questa sensazione del morso, ma tranquillizzarmi che e' una conseguenza dell'estrazione e che col passare dei giorni torni nella norma.

[#17] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Vedrà che anche questo diventerà secondario come i precedenti problemi, dorma tranquillo.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#18] dopo  
Utente 400XXX

Un aggiornamento.

Dopo 7-8 giorni dall'estrazione, oltre al sintomo del morso cambiato, ho iniziato ad avvertire dolore alla mascella ed all'orecchio, con difficolta' a deglutire e sensazione di orecchio tappato.

Il mio dentista non c'era per cui sono stato visitato da un altro medico che ha detto che si tratta di un'infezione e mi ha prescritto un antibiotico per 5 giorni, metronidazolo 400mg x 3 volte al di', e mi ha messo una garza. Il giorno seguente un altro medico dello studio mi ha cambiato la garza e detto che non c'e' piu' il coagulo di sangue e quindi e' un alveolite secca.
Da quel che mi risulta pero' alveolite e infezione sono due cose differenti, non so piu' a cosa credere a questo punto.

Ora sto completando il secondo giorno di antibiotico, ma, per adesso, non ho notato ancora miglioramenti, il che mi sta abbastanza sconfortando perche' dovrei partire in aereo per un lungo viaggio di lavoro sabato prossimo.

[#19] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Probabilmente può aver sviluppato un'alveolite,ma potrebbe avere anche altro.Consulti il curante per una definizione del caso.
Legga il link le spiega cos'è l'alveolite

https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/304-alveolite-post-estrattiva-secca.html


Buona Pasqua
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#20] dopo  
Utente 400XXX

Da quel che leggo quindi gli antibiotici che mi sono stati prescritti in realta' non hanno alcuna funzione nell'alveolite.

Non sento tuttavia dolori nella zona del dente, ma piu' che altro un fastidio continuo alla mascella, difficolta' a trovare un morso naturale e soprattutto dolore e sensazione di tappamento all'orecchio.

I lavaggi quotidiani menzionati nell'articolo vanno fatti dal dentista? In quanto tempo in media si guarisce?

Avendo in programma un viaggio intercontinentale in 5 giorni ed una lunga permanenza all'estero, a questo punto devo valutare se annullarlo o meno.

[#21] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Non si faccia prendere dall'ansia, se fosse anche alveolite secca è curabile in qualunque parte del mondo. Con i fastidi si può convivere e aspettare che madre natura sistemi il tutto, le hanno tolto un dente e come tutti deve avere pazienza.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#22] dopo  
Utente 400XXX

Ho rivisto il medico curante e terminato gli antibiotici. Mi ha detto che non e' un alveolite, ma probabilmente un residuo di cibo si e' infilato nella zona d'estrazione provocando l'infezione.

Da quel che mi ha riferito, l'infezione sta scomparendo e non serve un altro ciclo di antibiotici, ma continuare invece gli sciacqui con clorexidina. La zona pero' e' ancora gonfia e arrossata e sento ancora che e' molto sensibile ed ogni tanto ho dolore, tant'e' che non mastico da quel lato e mi limito a cibi soffici o liquidi. E' un decorso normale anche se e' passata l'infezione?

Mi e' stata messa una garza inbevuta che copre completamente la zona del dente. A parte le prime ore di sollievo, mi pare adesso che la garza non abbia grandi effetti. Qual e' lo scopo della garza a questo punto? Facilita la guarigione o protegge da ulteriori infezioni? Si dovrebbe dissolvere da sola o va tolta dal medico?

Dovendo partire in viaggio domani mi auguro di non correre di nuovo il rischio di infezioni o altre complicazioni.

Grazie