Utente 414XXX
Gentilissimi dottori,
ho 41 anni e negli ultimi 3-4 mesi soffro ad intermittenza di un forte dolore alla mandibola sinistra che viene acutizzato dalla pressione sui molari omolaterali. Non riesco a capire di preciso quale sia il dente che sottoposto a pressione mi causa il dolore ma nell'incertezza evito accuratamente di mordere da quel lato.... Ho notato che i liquidi caldi mi provocano una forte reazione di dolore, sempre in quella zona là.
Ho appena ricevuto il referto dell'ortopanoramica ma mi sembra che non sci sia nulla che possa far comprendere la causa di quel dolore, mentre, purtroppo, in generale mi sembra di capire che i miei denti non godano affatto di buona salute, nonostante mi illudessi di curare al meglio l'igiene dentale, con spazzolino elettrico, filo interdentale e spesso il colluttorio!
Ero già a conoscenza di dovere estrarre il dente del giudizio inferiore di sinistra ma leggere della parodontite mi spaventa tantissimo.
Naturalmente ho già prenotato una visita dalla mia odontoiatra ma in attesa vorrei un Vs parere sul consulto. In particolare vi chiedo se non sia il caso di fare qualche altro accertamento diagnostico per capire l'origine del dolore (da ignorante in materia mi sembra di intuire che potrebbe essere proprio il 38 a esercitare una certa pressione sul dente adiacente).e soprattutto se la parodontite che mi è stata riscontrata può essere guaribile o mi devo aspettare di restare senza denti, sono terrorizzata.
Vi ringrazio per l'attenzione e Vi saluto cordialmente.

ORTOPANORAMICA:
Non si rilevano granulomi apicali,
Diffusi segni di parodontopatia caratterizzati da riassorbimento verticale e orizzontale delle creste interdentali.
Incluso ed in posizione disodontiasica (mesangolato) il 38.
Affollamento dell'arcata superiore.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Non è chiaro se il 38 è in inclusione osteomucosa ed ha una pericoronite in atto,responsabile della sintomatologia dolorosa.
Le allego un link informativo

https://www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/1915-pericoronite-dente-giudizio.html


Per quanto riguarda la parodontopatia non è la panoramica il gold standard diagnostico,bensì una rx full endorale,oltre un esame clinico che tenga conto di sanguinamento gengivale spontaneo o al sondaggio,misurazione profondità di tasca,indice di placca,grado di retrazione gengivale,mobilità dentaria.Consigliabile anche l'esecuzione di test termici sui denti adiacenti per valutare se siano affetti da flogosi pulpare o meno.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 414XXX

La ringrazio vivamente per la sollecita risposta.
Provvederò a richiedere un approfondimento diagnostico.
Cordialmente.