Utente 495XXX
Buongiorno, circa un anno fa, a seguito della rottura parziale della corona del molare superiore destro (dente nr 16), mi sono rivolto al dentista. Facendola breve: ha devitalizzato il dente in oggetto, realizzato il moncone per la successiva applicazione della corona ceramica. Ho dovuto attendere un po' poichè la zona era davvero molto infiammata ed è stato necessario drenare e ricorrere agli antibiotici. Ma fin qui tutto ok, piazzata la corona con l'adesivo temporaneo e fatta una decina di giorni di prova non ho accusato alcun tipo di fastidio. Torno dal dentista per fissare in modo definitivo la corona, ma ecco che per rimuoverla dal moncone ed applicare la colla definitiva, sono stati necessari una serie di colpi ben assestati con una specie di martello, tanto forti che il dentista ha dovuto addirittura farsi aiutare da un collega più forzuto per riuscire a tirarla via. Durante quest'operazione cruenta mi è addirittura saltata l'otturazione del dente "dietro", proprio a contatto con quello ricostruito (direi il 17, otturato da ragazzo con un materiale col piombo, ma mai devitalizzato). Spiacente per l'accaduto il dentista si è offerto di rifare l'otturazione nel giro di un paio di giorni.
Così è stato, rifatta l'otturazione con l'amalgama bianca, ebbene dopo circa una settimana ho iniziato ad accusare una serie di modesti dolori, o meglio una sensazione di indolenzimento e alla parte dx della guancia/mascella (altezza denti trattati) e fino all'orecchio dx. Una sorta di "dolore/malessere di sottofondo" sempre presente. Non dolori acuti e lancinanti, ma una sensazione di continuo indolenzimento specie al padiglione auricolare. E' proprio l'indolenzimento dell'orecchio la cosa più antipatica.
Attribuita la cosa all'intervento brutale, prescritti gli antibiotici (20 giorni di Augmentin) ma nulla da fare il dolore non passava. Mi sono allora rivolto al medico di base che mi ha prescritto una visita otorino e ris.magn. alla parte interessata: nulla da rilevare in entrambi i casi. Mi sono rivolto ad una altro dentista che ha escluso malocclusioni e confermato che l'intervento sembrava fatto bene (almeno "a vista").
Il medico mi sta curando per una presunta infiammazione del trigemino, ma i medicinali che sto prendendo da oltre 3 mesi non sortiscono alcun effetto (tegretol 200, 1cpr dopo cena). Ho fatto anche una visita neurologica che non ha confermato nè escluso tale infiammazione, ma si è limitata al cambio del medicinale (tra circa una settimana) con uno più potente il LAROXYL, (che ho preso anni fa per curare un'emicrania da tensione muscolare che mi faceva stare tutto il giorno in stato quasi vegetativo).... non lo voglio riprendere nel modo più assoluto. Non soffro di bruxismo.
Pulpite? Apro e devitalizzo anche il dente nr 17 visto che è esattamente partito tutto proprio da quando abbiamo rifatto l'otturazione?
Mi rivolgo a voi per un vs parere, visto che ancora accuso i dolori e che lunedi 28 tornerò dal dentista che mi ha curato.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, a volte quando si subiscono alcune manovre cruente si formano dei disturbi che poi riferiamo tutti a quel momento. Ora sembrerebbe che non c'è nulla di grave e imparare a convivere con questo fastidio potrebbe essere una soluzione. Chieda al suo odontoiatra di escludere che ci possano essere state delle fratture durante la rimozione della corona.,
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 495XXX

Grazie Dott. Ruffoni, chiederò al dentista di controllare eventuali fratture.
Le posso garantire che il dolore, pur se non acuto e lancinante (tipico dell'infiammazione al trigemino), è qualcosa di decisamente fastidioso: sensazione di orecchio che si surriscalda, pressione interna all'orecchio stesso (dall'interno all'esterno) ed un costante e continuo malessere/indolenzimento generale della zona interessata.
Tutto ciò poi sfocia in inevitabili mal di testa, questi si davvero lancinanti!
Non lo augurerei neanche al mio peggior nemico.
Inoltre i medicinali che sto prendendo da 3 mesi a questa parte mi hanno fatto prendere la bellezza di 5Kg, gonfiato come un pallone, causato dermatiti e una sonnolenza da non credere.... di sicuro non li prenderò più (ivi compreso il Laroxyl che dovrò iniziare tra una settimanella appunto).
E' proprio per tutta questa serie di motivi che chiedevo cosa fare al dente e cosa potesse essere: il dolore è una gran seccatura le garantisco, ma i medicinali d'altro canto hanno più contro che pro (visto che la situazione non migliora)....
Al momento vado avanti ad OKI e Novalgina!
Con tutti i limiti di un consulto "on-line"... cosa posso fare?
grazie molte a chi avrà la pazienza di rispondermi.