Utente 550XXX
Salve Dottori,
Scrivo perché vorrei stare più tranquillo sentendo magari altri pareri non per mancanza di fiducia perché il mio dentista e il chirurgo sono davvero professionali.
FIne aprile ho estratto la penultima mola in alto a sinistra ed ha causato la comunicazione con il seno mascellare.Sono stato circa 20 giorni a vedere se si chiudeva da sola facendo cure antibiotiche e antidolorifiche, non ho ottenuto risultato anzi mi usciva muco giallo e puzzolente,dolori alle gengive, mal di gola come se fossi raffreddato.IL mio dentista mi riferisce di fare una TAC e chiudere il seno mascellare con un intervento.Nella TAC e risultata una piccola cista ed l'intervento fatto il 20 maggio e durato circa 1:15 min..Il chirurgo Mi ha pulito tutta l'infiammazione chiudendo la comunicazione. Ho fatto la cura post operatoria compreso le precauzioni date dal chirurgo.Ho visto migliorare giorno dopo giorno con i disturbi che si alleviavano .Sono stato in vacanza il 9 giugno subendo sbalzi di temperatura ed ho preso aria fredda.Praticamente la sera ho iniziato a sentire il lato operato molto dolente compreso l'orecchio e la gola indolenzita con secrezione e dolori alla testa tipo emicrania.
Il mio dentista il 13 giugno mi ha fatto una panoramica per vedere la situazione ed ha trovato nel seno liquido e sangue.Mi ha detto di fare l'areosol con il cleenil per 1 mese e stare a riposo.Volevo capire se dopo tutto questo tempo dall'operazione é normale che ancora ho questi dolori soprattutto alla testa tipo emicrania.Loro dicono ché normale perché l'intervento è stato delicato e faccio il cuoco subisco vapori anche se sto lavorando pochissimo ultimamente.La cura è giusta?devo fare altri esami?quando tempo passa prima che sparisca sto mal di testa insopportabile??Mi sento come i nervi del lato facciale operato che mi duolono è il caso di un altro tipo di controllo?GRAZIE MILLE.

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, purtroppo alcune avulsioni presentano queste complicanze, in 20 giorni la comunicazione si è consolidata ed è normale che vi sia difficoltà di guarigione. I dolori in linea di massima dovrebbero diminuire giorno per giorno.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/