Dolore a un molare otturato

Buonasera, poco più di un mese fa ho rimosso una carie (asintomatica) nel secondo molare.
La carie non era molto grande e non arrivava fino alla polpa, il tutto é stato fatto senza anestesia.
Ho sentito li per li qualche fitta ma poi il tutto é subito passato.
A distanza di un mese mi sveglio con tutta la mascella dolorante (mi hanno detto che ho iniziato a bruxare di notte), dolore al collo, spalla e tempia e se mangio sul dente otturato partono delle forti fitte e lo stesso se ci struscio i denti sopra (scusate la terminologia).
Il dolore viene scatenato se c è qualcosa sopra Il dente che spinge altrimenti sento solo la gengiva un po’ irritata, il dente un po’ più sensibile e tutta la parte muscolare molto contratta.

Il mio dentista dice che molto probabilmente ci può essere uno spessore millimetrico (dell’otturazione) che va ridotto e che io vado a stimolare stringendo i denti causandomi poi questa infiammazione.

Purtroppo non potrà visitarmi (e chissà fino a quando) ed essendo molto ansiosa (soprattutto in fatto di denti), potete darmi anche voi un vostro parere?
È una cosa che può portare a cose gravi se non affrontata subito?
Esistono rimedi alternativi ai classici Antiinfiammatori dei quali non posso assolutamente abusare?
Grazie in anticipo a chi avrà un attimo di tempo da dedicarmi.
[#1]
Dr. Luigi De Socio Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7,2k 395 4
Se il dolore è continuo,pulsante,che si esacerba col decubito supino,è verosimilmente di natura pulpitica.
Se esacerbato dalla pressione e dal carico ipotizzabile una patologia endoparodontale(possibile anche il precontatto considerando che nel parodonto vi sono "recettori" sensibili alla pressione).Contatti il suo dentista per un supporto farmacologico in attesa di una visita mirata.
Su quanto poi riferisce :

"a distanza di un mese mi sveglio con tutta la mascella dolorante (mi hanno detto che ho iniziato a bruxare di notte), dolore al collo, spalla e tempia"

è assai verosimile la presenza di un disordine temporo-mandibolare tra le cui cause vi è appunto il bruxismo.

https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-come-riconoscerlo-e-come-affrontarlo.html


Legga l'articolo informativo e se ha domande chieda pure.



Cordialità

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta tempestiva! Ho letto l’articolo...credo di dover poi risolvere anche questo problema tempero mandibolare in quanto é da mesi che ho questi problemi, tante ipotesi Da parte dei medici ma ancora non abbiamo affrontato l’ipotesi del bruxismo..comunque il dolore é solo quando faccio una pressione (a letto per esempio non ho nessun tipo di fastidio) e poi rimane come un fastidio di sottofondo che si presenta se mangio o se faccio sforzi fisici...la mia unica paura é di perdere il dente o doverlo devitalizzare solo perché siamo intervenuti in ritardo! Volevo capire se c’ era questa possibilità...grazie mille per la sua disponibilità!
[#3]
Dr. Luigi De Socio Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7,2k 395 4
Probabilmente andrà prima valutato se la causa è il precontatto,poi eventualmente la possibile devitalizzazione dopo gli opportuni report clinici.
Empiricamente provi a masticare cibi morbidi sull' altro lato.


Cordialità

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
Seguirò il suo consiglio, portando a termine la cura con antinfiammatori.. se continua contatterò di nuovo il dentista. Grazie davvero per la sua disponibilità e gentilezza. Le auguro una buona serata!
[#5]
Dr. Luigi De Socio Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7,2k 395 4
Buona Serata anche a lei.

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, dopo circa un mese torno a chiedere a voi un consiglio..circa due settimane fa sono tornata dal dentista il quale non si capacitava del problema che esponevo al dente otturato in quanto la carie e L’otturazione erano veramente piccole ( ci vollero nemmeno 20 minuti per effettuare il tutto)..ha deciso di rifare da capo l’otturazione, ha scavato più in profondità per essere sicuro che fosse stato ripulito bene e così ha fatto di nuovo l’otturazione. A distanza di due settimane ho di nuovo problemi alla pressione( soprattutto se provo a spingere con l’unghia) e (saltuariamente) con il freddo .. è un fastidio, una fitta che prende tutta la zona intorno al dente in questione e rimane per un po’ una sensazione come di bruciore .. secondo voi posso ancora aspettare ( visto che non é un dolore fisso o che necessita di analgesici come l’altra volta) o devo recarmi il prima possibile a fare una visita ? Grazie in anticipo per il vostro aiuto.
[#7]
Dr. Luigi De Socio Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7,2k 395 4
Se il dolore persiste è plausibile un risentimento pulpare.Attenda ancora qualche giorno e valuti.
Se dovesse aumentare e diventare di tipo pulsante bisogna prendere in considerazione la possibilità che debba essere devitalizzato. Se così fosse ricontatti il suo dentista.

Cordiali Saluti

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua celere risposta, seguirò il suo consiglio con la speranza di non dover devitalizzare in quanto ne sarei molto spaventata visto che in 33 anni non l’ho mai dovuto fare e mi dispiacerebbe farlo a causa di una carie minuscola e del tutto asintomatica. Grazie di nuovo e buona serata.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test