Utente 110XXX
Gentili dottori,
vi scrivo riguardo ad un problema di retrazione gengivale.
Già dalla penultima visita dal dentista, 12 mesi fa, avevo il canino superiore a sx scoperto di circa 1-2mm e il mio dentista fece una pulizia generica senza neanche farmi notare questo problema, tanto che pensavo fosse una sciocchezza.
In questi mesi però il problema si è esteso anche ad altri denti modo abbastanza veloce e proprio negli ultimi giorni (1-2 mesi?)ho notato un peggioramento generale non nel senso di fastidio o sensibilità ma ho la percezione d una bocca diversa.
Vi farò un esempio un pò "casareccio" ma che forse può rendere l'idea: dopo i pasti non ho mai avuto il problema dei residui (anche della temibile rughetta o pesto alla genovese)visibili. Ora ci sono e restano li, anche tra gli incisivi, come se ora ci fossero maggiore spazio dovuto alla retrazione(????). E difatti leggerissima c'è, anche su tutti i denti davanti, e un pò di più sotto.

Insomma sono piuttosto preoccupata dalla velocità con cui si sta evolvendo questo problema... io sono una fumatrice moderata (meno 10 sigarette al giorno), non ho mai avuto problemi particolari, vedo il dentista solo per la pulizia annuale (da lui consigliata ogni 12 mesi), non ho mai portato apparecchi e la dentatura è sempre stata ritenuta perfetta se non fosse per un leggera usura degli incisivi e canini dovuta al digrignamento. Insomma nonostante tutto i denti sono forti e bianchi, non si muovono, non sanguinano e anche la parte scoperta non è particolarmente sensibile.

Io mi domando: perchè si sta verificando tutto questo ora, senza che le mie abitudini igieniche o altro siano cambiate? Non mi sembra che in famiglia ci siano stati casi simili.

Sono tornata dal dentista due giorni fa e mi ha tranquillizzato dicendomi che non ci sono infiammazioni, le mie gengive sono sanissime, ho una piccolissima carie e non ho neanche tartaro tale da richiedere la pulizia annuale. Semmai verso luglio che mi vuole rivedere. Dice che la retrazione è un processo abbastanza normale dopo i 30 anni (ne ho 31) e che il mio problema è dovuto esclusivamente ad un uso sbagliato dello spazzolino.

Ma sarà davvero SOLO questo? ormai tutti i miei denti inferiori hanno un'attaccatura alle gengive "a punta" e sapere che il processo è irreversibile già mi preoccupa, inoltre temo che prosegui ancora...
Siamo proprio sicuri che solo una pulizia corretta è in grado di arrestare questo processo?

Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione
Cordialità

[#1]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Le cause possono esser due:
1) sbaglio nello spazzolamento (come Le detto il Suo dentista);
2) malocclusione, con usura dentale e digrignamento.
L'usura dentale ed il digrignamento non sono davvero cose normali. Io credo che se ci fa caso quando chiude la bocca i primi denti a toccare non sono i posterioi come succede nei casi normali, ma gli incisivi.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum