Dolore denti, denti del giudizio inclusi e sensibilità al tatto

Buonasera sto soffrendo di dolori ai denti da 7 giorni soprattutto gli incisivi superiori avverto una sensazione di compressione e doloro nella parte interna in cui gengiva e denti si collegano.

Su alcuni denti avverto sensibilità, fastidio al tatto e alla respirazione dell'aria.
Sulle palette oltre a una leggera trasparenza nella parte finale ho notato delle linee come delle crepe che partono dalla gengiva e scendono in verticale, una per paletta.

Sono andata in clinica e tramite radiografia è risultato che ho i denti del giudizio di entrambe le arcate inclusi all'interno e quindi li dovrò fare togliere e poi mettere un apparecchio.
Per quanto riguarda lo stato dei denti che mi fanno male non si è dato peso, di non preoccuparmi delle crepe.

Vorrei avere dei chiarimenti in merito per favore perché mi ero rivolta a loro anche per quello ma non è stato considerato.

Inoltre per quanto riguarda la demineralizzazione in questo caso oltre ai supplementi vitaminici che tipo di trattamento potrei fare?

Per le palette che mi fanno male sto prendendo il Brufen ma il sollievo è quasi nullo, dopo neanche un ora mi fa di nuovo male e lo spostamento delle arcate mi sta preoccupando abbastanza soprattutto per le crepe, contando anche che il dolore lo avverto solo su questi due, soprattutto quello sx sento male all'interno mi chiedo se dovrei andare a farmelo vedere nuovamente da un altro specialista.

In attesa di chiarimenti, vi porgo cordiali saluti.
[#1]
Dr.ssa Gisella Brandani Dentista 47 2
Microfratture dello smalto sono molto comuni, legate a traumi occlusali isolati (quali, ad esempio, cadute pregresse anche lontane nel tempo) oppure, più frequentemente. sono dovute a microtraumi ripetuti nel tempo correlati ad occlusioni scorrette. In una grandissima maggioranza dei casi non sono significative, dal punto di vista sintomatologico (non fanno male), se non in occasione di eventuale ingravescenza, per approfondimento ed estensione della microfrattura, specialmente se accompagnata da concomitante perdita parcellare di sostanza dentale.
Per quanto riguarda la demineralizzazione, bisognerebbe vedere di cosa si tratta. Se trattasi di macchie bianche dello smalto senza soluzione di continuo basta il normale mantenimento di una scrupolosa igiene dentale, anche professionale.
Se, invece, si riferisce ad una demineralizzazione che ha già intaccato lo smalto prima andrebbe trattata la perdita di sostanza tramite un'otturazione e poi come sopra.
Per quanto riguarda la dolenzia degli incisivi, se non sono emersi processi cariosi in corso nella visita, potrebbe trattarsi di sovraccarico occlusale da malocclusione, da trattare con terapia ortodontica o gnatologica, a seconda delle risultanze dell'esame clinico, impossibile per via telematica.

Dr.ssa Gisella Brandani
Medico Chirurgo - Specialista in Odontognatostomatologia
Consulente del Tribunale di Firenze

[#2]
dopo
Attivo dal 2019 al 2021
Ex utente
Durante la visita mi è stato riferito che i denti del giudizio bloccano i nervi della mandibola e questo mi porta ad avere un sovraccarico a livello cervicale,mal di testa, dolore alla mandibola e problemi di digrignamento oltre allo spostamento dei denti con conseguente dolore. ( Tutte cose che al momento lamento)
Per quanto riguarda lo sfregamento intanto sto indossando un bite con il mio calco non professionale così da proteggere i denti da ulteriori sfregamenti. Il dolore in giorno in giorno si sposta su diversi denti , temo che finché non riesco a farmi togliere quei denti del giudizio purtroppo dovrò sopportare questa situazione scomoda e vedere poi se effettivamente mi si sono sensibilizzati o si tratta solo di mal di denti conseguente ai denti del giudizio. Quali farmaci potrei farmi prescrivere dal medico intanto che aspetto per combattere il dolore dentale e tutte le sue complicanze come pressione mandibolare con mal di testa e dolore alla cervicale? Dovrei puntare su miorilassanti o antinfiammatori?
In attesa, le porgo cordiali saluti.
[#3]
Dr.ssa Gisella Brandani Dentista 47 2
Un bite preconfezionato può anche peggiorare la situazione: neppure un bite professionale fatto su misura per Lei può essere indossato senza controlli periodici per tutti gli aggiustamenti necessari, per fare passare la sintomatologia dolorosa, eventualmente con l'associazione di una terapia farmacologica mirata, solo nelle fasi iniziali.
Assumere solo farmaci a casaccio non serve a niente.

Dr.ssa Gisella Brandani
Medico Chirurgo - Specialista in Odontognatostomatologia
Consulente del Tribunale di Firenze

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio