Possibile danno durante pulizia dei denti?

Buonasera,
Ho fatto una pulizia dei denti da un dentista, da cui l’avevo fatta anche in passato, ma questa volta noto una sorta di avvallamento su uno degli incisivi superiori... come una sorta di rientranza dello smalto, come se la superficie non fosse tutta liscia e dritta, ma ha questa sorta di rientranza in un punto è possibile che gli ultrasuoni abbiano creato questo problema?
Lui si è concentrato sulla gengiva e gli spazi interdentali... ma questo avvallamento è proprio in alto vicino al gengiva è possibile che sia dipeso dalla pulizia?
Sicuramente ha passato gli ultrasuoni anche sulla superficie dei denti, in particolare sotto, dove anche il colore era un po’ cambiato per via del tartaro, non mi pare che sotto ci siano problemi simili... Non ho avuto il coraggio di chiedergli se fosse stato lui, perché avevo paura che la prendesse male... ma intanto mi attanaglia questo dubbio, perché io mi sono sempre guardata i denti, ma questa cosa non l’avevo mai notata, invece adesso l’ho vista subito forse perché sono lucidi?
Eppure l’ultima pulizia l’avevo fatta un anno fa, penso che l’avrei notata questa cosa come oggi guardandomi allo specchio l’ho notata subito.

Grazie mille
[#1]
Dr. Diego Ruffoni Dentista 10.5k 366 2
Gentilissima utente, con l'odontoiatra si può parlare e da lui troverà la risposta corretta. Chiaramente deve sapere porre la domanda, in modo che non risulti offensiva. Ho notato dopo l'ablazione del tartaro questa erosione dello smalto su questo dente, di cosa si tratta? Non è raro trovare, dopo la rimozione del tartaro delle erosioni che erano coperte dal tartaro, che potrebbero essersi formate a distanza di un anno. Lo strumento utilizzato, nelle mani di un medico è quasi improbabile che possa fare danni, a meno che non se ne voglia creare volontariamente.

Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/

[#2]
Utente
Utente
Grazie infinite, Dottore, per la celere risposta e spiegazione. Se posso chiederle ma quindi sono possibili erosioni dello smalto nel tempo e come si verificano? Io evidenzio come una piccola scanalatura (ecco, forse questo è il termine più corretto) di forma leggermente tondeggiante, liscia, percepibile bene passandoci sopra un’unghia non ci sono differenze di colore col resto del dente.. o dei tagli nello smalto è tutto molto liscio e mi domando come sia possibile che sui denti di sotto, dove ha insistito di più, anche sulla superficie dei denti, non si sia creato nulla e sopra, dove ho avuto la sensazione che passasse lo strumento giusto sull’arcata gengivale o poco più (perché i denti davanti erano più puliti) poi mi sia ritrovata questo problema.
Poiché non è nella mia città, non posso tornarci per farmi rivedere, e mi sembrava anche brutto perché il proprietario dello studio aveva detto a questo medico di fare con calma, perché in passato avevo sentito dolenzia e sensibilità per qualche mese dopo la sua pulizia, ed in effetti è stato più delicato alla fine mi ha passato una garza con del collutorio e una crema verde per lucidare con un gommino (la lucidatura l’ho chiesta io). Onestamente sono molto dispiaciuta per l’accaduto, sto cercando di trovare qualche foto per vedere se avessi già il problema, ma non trovo nulla in proposito. Non so ora se contattarli o mandare una foto, non potendoci tornare e comunque pur tornandoci, ci sarebbero soluzioni? Un’altro medico a cui ho domandato, senza nello stesso studio, ma sottovoce per non creare nessun clamore.. sempre per vergogna mi ha detto che si può fare un riempimento come si fa per le otturazioni.. ma non credo che sia salutare per il dente. Grazie mille.
[#3]
Dr. Diego Ruffoni Dentista 10.5k 366 2
Occorre una diagnosi, poi si potranno stabilire le corrette cure. Una visita presso un odontoiatra della sua città potrebbe essere utile.

Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/

[#4]
Dr. Stefano Princivalle Dentista, Medico legale 253 11
Gent.ma paziente,
sulla scia del collega che mi ha preceduto,suggerisco di parlarne col medico odontoiatra che ha eseguito la detartrasi con ultrasuoni,piuttosto che andare "da un altro".
1) per corretto comportamento e confronto col professionista che l'ha trattata
2) perche' solo questo conosce la condizione ante dei suoi denti,la sua storia clinica ecc
3)perche' comunque un dentista che la vede e sente la sua storia clinica sicuramente non ha dati oggettivi per dare responsabilita' al collega che l'ha trattata con US in relazione al riferito e presunto danno.
Le cause del riferito"solco "possono essere varie e vanno dalla rimozione di una concrezione di tartaro che prima occupava il volume,ad una dislocazione di una precedente otturazione del colletto del dente in questione,magari datata ed infiltrata,ad una recessione gengivale che scopre la giunzione amelocementizia e ci fa percepire un solco a livello della gengiva ecc.
Il confronto e la comunicazione serena e sincera col suo dentista risolvera' certamente i suoi dubbi e pure il problema odontoiatrico in essere.
Cordialita.

Dr. stefano princivalle
chirurgia orale,implantologia, parodontologia,protesi.
PERFEZIONATO IN ODONTOIATRIA LEGALE E PROTESI
www.studioprincival

Salute orale

Igiene dentale, carie, afte e patologie della bocca: tutto quello che devi sapere sulla salute orale e sulla prevenzione dei disturbi di denti e mucosa boccale.

Leggi tutto