Utente 234XXX
caro dottore,
Mio padre, dell'età di appena 48 anni, è stato operato d'urgenza a giugno di prostatectomia radicale. al momento dell'operazione aveva un gleason 4+4 e un valore di psa di 3.50. Dopo l'intervento a distanza di un mese il psa era di 0.17, a distanza di due mesi poi è cresciuto a 0.27 e ora che siamo a gennaio è salito a 1.21. Ovviamente sono più che preoccupato data la giovane età di mio padre e temo che ci possa essere una recidiva sistemica o peggio; inoltre temo le cure che dovrà affrontare di quanto possano gravare sulla sua qualità della vita visto che è sempre stato un tipo sportivo e mai fermo. Chiedo quindi se qualcuno mi può dare dei chiarimenti riguardo cosa si possa trattare questa impennata del psa e a cosa potrebbe andare in contro mio padre.
chiedo grazie in anticipo a chi si senta di rispondermi. cordiali saluti
Dennis

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
sarebbe utile rivalutare il paziente con TC torace addome e scintigrafia ossea (ovvero con pet-colina); in caso di assenza di malattia sistemica si potrebbe valutare di irradiare la sede prostatica.

Inoltre sarebbe utile conoscere la stadiazione iniziale (oltre il Gleason anche le dimensioni del T)
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)