Utente 343XXX
Il problema è un nevo coroideale benigno che in base allo spessore che è modestamente rilevato può essere paragonato al 2 stadio ora vorrei sapere dato gli esami fatti tac rmn cranio ecografie e visite ringraziando dio è tutto fermo facendo un'intervento di enucleazione posso buttarmi dietro questa brutta storia visto che sono molto giovane?Non sò se possa esserle utile in famiglia ho avuto casi da ambo le parti di nei negli occhi ma in diversi punti non come c'è lo io che comunque è il più pericoloso.Ho fatto controllare tutti i nei sul corpo nessun neo pericoloso.Un'altra cosa vorrei domandarle che mi sta facendo paura ho un neo sulla capella parte destra uscito dopo un'operazione fatta per fimosi se non ricordo male da ragazzino non ho mai fatto controllare non sapendo il pericolo è cambiato con il tempo lo fatto controllare ed è un semplice neo però la cosa che mi fà paura e che sta nella parte destra e proprio dove ho il neo nell'ochio destro è una concidenza o devo mettermi paura di ciò?

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente.
L'enucleazione le è stata consigliata dall' oculista?
Per il neo sul glande, se è già stato visitato e rassicurato sulla benignità, non ci dovrebbero essere problemi e non esistono correlazioni con la posizione del nevo coroidale.
Per maggiori chiarimenti sul nevo coroidale e sul suo trattamento è preferibile che invii le richeste in Oculistica.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 343XXX

No l'enucleazione è una mia scelta in quanto confrontandomi con altre persone che hanno eseguito tale intervento avendolo non appena poco più grande del mio e che a distanza anche di 30 anni stanno bene e vorrei sottolineare che comunque è una patologia che mette a rischio la mia vita e che comunque potrebbe essere degenerativa e molte persone lo perdono per altri motivi incidente infezioni forti traumi insomma il mio di motivo è abbastanza comprensibile.Lei pensa che posso buttarmi dietro questo momento procedendo alla rimozione dello pseudo nevo coroideale parlando dall'aspetto oncologico intendo.La ringrazio Caro Dr. Giuseppe

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Troverà disposto l'oculista ad eseguire tale enucleazione, che certamente porrà fine ad ogni sua preoccupazione, solo se già esistono tutti fattori di rischio per l’evoluzione in melanoma(lo spessore maggiore di 2mm.,la raccolta di liquido sottoretinico,la presenza di pigmento arancione,la presenza di drusen(corpi colloidi) sopra il nevo e la localizzazione vicino alla papilla ottica) o il reale sospetto di essere in presenza di un melanoma.
Ma da quel poco che mia ha scritto sembra che il consiglio sia solo di controlli periodici per una neoformazione benigna.
Si tranquillizzi e confidi nei consigli dell'oculista.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 343XXX

Caro Dr. Giuseppe aspettare questi fattori di rischio e fare una enucleazione a patologia conclamata non aumenta il rischio di recidive in altri distretti corporei?Guardando il neo/nevo i osservando i parametri posso capire che è un neo al 2 stadio in base allo spessore e che comunque possa essere questo un segnale non trascurabile attuando ora tale intervento il rischio di recidive non dovrebbe esserci per due motivi Nevo o Melanoma al 2 stadio eliminandolo non dovrei avere conseguenze ma se aspetto solo che arrivi al 3 stadio potrebbe essere pericoloso per i distretti vicini.Ma se aspetto il rischio aumenta e gli dò il tempo di mettere "le radici ovunque" e la cosa che mi fà ancora più paura che comunque il 90% dei melanomi si và a situare proprio nella coroide.Capisce la mia preoccupazione e avendo una giovane età sto cercando di fare la scelta migliore che tuteli non l'occhio ma la mia vita che comunque sono due cose diverse e non comparabili.La ringrazio per l'attenzione Dr. Giuseppe D'Oriano

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il suo discorso non fa una piega, ma cosa ne pensa l'oculistà?
In questa fase, come le avevo già suggerito, è a lui che deve rivolgersi e che dovrà convincere ad eseguire una enucleazione preventiva.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 343XXX

Si parlerò con l'oculista poi le farò sapere mi auguro che capisca come mi ha capito lei.A presto le farò sapere

[#7] dopo  
Utente 343XXX

Caro D.r. Giuseppe non ho ancora parlato con l'oculista ci parlerò in settimana ho preso appuntamento volevo sapere una cosa se solo spero mai si presentassero i fattori di rischio oppure a patologia conclamata procedendo solo in quel momento con l'enucleazione quali rischi si corre?Posso buttarmi dietro lo stesso la vicenda o devo temere qualcosa a livello oncologico?

[#8] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La patologia conclamata potrebbe non manifestarsi mai, di questi nevi 1 su 9000 può degenerare in melanoma, ripetere gli esami strumentali ogni 3-6 mesi ha lo scopo di percepire anche piccoli segni di crescita, sia in spessore che in larghezza, che darebbero la possibilità di intervenire senza ulteriori sequele.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#9] dopo  
Utente 343XXX

Intanto mi congratulo con lei per le celeri risposte ritornando alla situazione mi è stato detto di fare un controllo ogni 6 mesi ma resto del parere comunque sulla enucleazione preventiva anche se può essere presa come estrema se fosse stato un'altro tipo di neo uscito da un'altra parte non mi sarei preoccupato ma essendo uscito in quel punto e con quei parametri la situazione mi spaventa molto.E dopo l'ultimo controllo ho preso molta paura al riguardo quindi preferisco non rischiare ulteriormente e ho inoltre una giovane età e a mio avviso il rischio è maggiore.A presto Caro D.r. Giuseppe

[#10] dopo  
Utente 343XXX

D.r. Giuseppe buon giorno e buon 1 maggio l'aggiorno sto cercando di contattare il Prof. Zografos in quanto mi è stato consigliato da delle persone per valutare se si possa bruciare il tutto perdendo la vista in modo parziale come è stato fatto con un ragazzo di 15 anni che ora ne a 24 di Napoli a eseguito 8 sedute di 20 minuti per 8 giorni certo questo è da valutare se no opterò per la via più radicale.Tale intervento "bruciare" solo la parte dove c'è il presunto neo/nevo a livello ematico cioè del sangue corro dei rischi (Recidive)?Il ragazzo diceva che aveva effettuato i controlli successivi ma non c'era che rimasto una cicatrice e vedeva il 20% con quel l'occhio ma stava bene.Mi era stato proposto sempre una resezione del settore tran sclerale togliendo la parte dov'è c'è il neo/nevo per poi mettere una protesi o un trapianto non sò di preciso lei cosa ne penso al riguardo in base alla metodica migliore?

[#11] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbe rappresentare una soluzione, ma come le avevo suggerito, sarebbe opportuno, per maggiori chiarimenti in merito a tecniche ed interventi idonei nel suo caso, inviare questa richiesta di consulto ai colleghi oculisti.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente 343XXX

D.r. eccomi qui di nuovo da lei per consultarmi e aggiornarla sono andato venerdì facendomi in tutto 300 km a prendere la cartella clinica dove mi scoprirono il neo e a momenti mi prendeva un colpo perchè confrontandole nel giro di 9 mesi da neo piano ora è un neo elevato quindi c'è stato un cambiamento in un tempo molto breve e questo mi fà paura.Se dovessi trattare il neo solo quando dovesserò presentarsi i fattori di rischio e riuscendo a guarire da questo melanoma quante probabilità ci sono che possa guarire completamente senza avere recidive nel corso di 5/10/20/30 anni ?Da quello che ho potuto capire prima si interviene in base alla lesione più è piccola e più è sicuro che non si a recidive.Riguardo la resezione del settore sto avendo qualche difficoltà al riguardo perchè mi dicono che è un'intervento difficile e delicato togliere questo nevo coroideale e quindi è altrettanto difficile trovare chi lo fà è un'intervento di 4 ore in più bisogna controllare con un bioscopio mi sembra per vedere se c'è qualche cellula rimasta per evitare conseguenze.Mi consigli lei