Utente 427XXX
Buongiorno e buon anno.

Sono una Donna di 44 anni con 2 Bambini Piccoli. Vivo in Germania

Dal 2013 ho un linfonodo ingrossato sul collo al di sotto della mandibola di circa 21mmx12 mm . A seguito di forte sudorazione notturna, prurito alle gambe, tosse secca persistente ho eseguito nel 2013 TAC, lastra ai polmoni, Risonanza magnetica alla testa e al collo con mezzo di contrasto.

Non e´stato evidenziato nulla di anomalo salvo un linfonodo unilaterale ingrossato.

A Luglio 2014 ho contratto la Lyme trattata con Doxyciclina 200 mg per 15 gg . A seguito di forti parestesie in tutto il corpo nell Aprile 2015 ho ripetuto il trattamento in quanto si ipotizzava un nuovo contagio (vivo in una regioen a rischio e abbiamo giardino con bosco).

I Medici mi avevano detto che il linfonodo poteva essere dovuto alla lyme o ad una sinusite. Di fatto malgrado il trattamento antibiotico il linfonodo continua a restare al suo posto.

Poiche nella mia famiglia i miei genitori sono morti di Tumore al fegato in Giovane eta´40-50 anni e poiche´ho vissuto molti anni a Roma non lontano dalla discarica di Malagrotta (ben nota per gli scandali di inquinamento e scorie nocive) sono sinceramente molto preoccupata del persistere di tale linfonodo.

Premetto che ho anche una deviazione al setto nasale proprio sul lato destro e forte allergia agli acari della polvere che sto trattando con spray nasali al cortisone.

Ho perennemente la sensazione di corpo estraneo alla gola ma gli esami dell Otorino non hanno evidenziato nulla di particolarmente anomalo se non appunto confermare la deviazione al setto nasale ed una ciste nella cavita´nasale che non viene tuttavia ritenuta problematica.

Sinceramente sono preoccupata dal perdurare del linfonodo. Una recente ecografia non ha evidenziato alterazioni nella forma e dimensione.

Ho letto sul sito dell´AIRC che i linfonodi al di sopra delle scapole sono ritenuti nel 90% dei casi pericolosi o segnali di possibile Tumore in circolo.

Ho chiesto di fare un esame istologico ma in Germania non lo hanno ritenuto necessario e negato l assenso.

Vorrei pertanto avere il parere di un oncologo per sapere come posso essere sicura della natura benigna e se sarebbero opportuni altri accertamenti.

Ho 2 Bambini ancora molto Piccoli e sono proprio nell´eta´in cui si ammalarono i miei familiari pertanto piuttosto sensibile al tema tumori.

Grazie del vostro parere professionale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Con i limiti del consulto a distanza (occorrerebbe una visita per valutare le caratteristiche del linfonodo) mi sento autorizzato da quanto descrive

a) tranquillizzarla
b) un linfonodo anche se reattivo può persistere ingrossato anche per tempi molto lunghi ed il resto della sintomatologia troppo vaga ed aspecifica non desta alcun sospetto in senso oncologico
c) si goda i bambini e non li privi della sua serenità. Per far questo stacchi con il suo PC dalla ricerca di informazioni sulla salute e su un tema in particolare, molto ansiogeno, come quello dei lionfonodi.

Legga perchè


https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.

https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-interna/485977/Linfonodi-co

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/linfonodi_sistema_linfatico.ht

Tanti saluti


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Buonasera e grazie della risposta. Sono consapevole che Internet non e´un buon consigliere e faccio del mio meglio per restare obiettiva.

Non nego pero´che il ricordo die miei genitori in fase terminale di cancro mi resta nella memoria e proprio i linfonodi sono stati il segnale iniziale della malattia.

Il mio linfonodo laterale destro e´ingrossato ormai gia´dal 2013. Da alcune settimane se ne sente ingrossato anche un altro poco sottostante.

Per stare tranquilli non sarebbe consigliabile un ago aspirato?

Vi sono esami del sangue che per prevenzione sarebbe opportuno fare?

Sinceramente preferirai essere sicura. Anche sul vostro sitro non vi sono sempre solo linfonodi innoqui.

es: https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/26282-linfonodo_ingrossato_nel_collo.html

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' sufficiente la visita nel corso della quale si programmeranno e solo se necessari eventuali approfondimenti.

>>Anche sul vostro sitro non vi sono sempre solo linfonodi innoqui. >>

Anche sulle strisce pedonali ci sono incognite pericolose......che facciamo non attraversiamo più la strada ??
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com