Utente 377XXX
Buongiorno dottori vi pongo il mio problema. A Giugno 2015 notai,toccandomi l'interno collo,una palla molto gonfia. La potei notare solo toccandomi in profondità in quanto non si manifestava all'esterno. Non era dolente,ne mi faceva male il collo,ne altro tipo di sintomo. Andai dal medico di base che mi disse di stare tranquillo,in quanto si trattava di un linfonodo reattivo,dovuto probabilmente ad un'afta gigante avuta un mese prima. Ho notato col passare dei mesi che questa palla tendeva a sgonfiarsi sempre più. Anche se adesso non è andata del tutto via,la posso ancora sentire,ma solo se la ricerco io. Si dovrebbe trattare di un unico linfonodo ancora gonfio,anche se di molto sgonfiatosi nel corso dei mesi. Noto comunque che quando ho il raffreddore per giorni tende nuovamente ad ingrossarsi,ritornando poi a sgonfiarsi nel giro di pochi giorni. La cosa che mi preoccupa è che non scompare mai del tutto. Da Giugno del 2015 che è lì. Ma per il resto non ho notato nessun sintomo preoccupante. Ho avuto solo un ordinario raffreddore per una settimana a Febbraio. Per il resto niente,anzi faccio sport 5 volte a settimana,tra palestra e calcio. Mi sento molto in forma. Non ho mai avuto mal di gola,mal di denti,ne giramenti di testa. Insomma non potrei stare meglio. Ma quel linfonodo mi preoccupa,anche se il dottore mi ha detto che nella zona del collo sono presenti tutti i linfonodi reattivi che possono ingrossarsi anche per un banale raffreddore,mi ha detto anche che alcuni potrebbero anche non sgonfiarsi per anni interi. Dovrei preoccuparmi secondo lei??

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo con il suo curante. I linfonodi reagiscono, cioè svolgono bene il ruolo cui sono deputati e possono persistere ingrossati anche per anni.
Ora però non si rovini l'esistenza (^____^) cercando informazioni sulla rete su un tema così ansiogeno
Legga perchè dovrebbe staccare e le allego alcuni consulti, anche se richiesti su temi differenti, ma che hanno in comune...la cancerofobia.
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html
https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-interna/485977/Linfonodi-collo-gonfi#2225113
https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/481804/Retrazione-cutanea-al-seno-a-16-anni
https://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/501083/Preoccupazione#2295319
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/linfonodi_sistema_linfatico.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 377XXX

Dottore vedo che ha capito bene il mio problema :) Purtroppo sono molto ipocondriaco. Persi poi mio padre proprio a Giugno a causa di una Leucemia mieloide acuta. Subito dopo ho avuto questo ingrossamento del linfonodo. Può immaginare tutto ciò cosa può comportare ad un ipocondriaco. Ma la sua risposta mi tranquillizza. Se avessi qualcosa di grave non riuscirei a fare sport 5 volte a settimana :). Mi sono però dimenticato di dirle che soffro anche di disidrosi molto fastidiosa. Può esserci un collegamento tra la disidrosi e il linfonodo?? O posso stare totalmente tranquillo?? La ringrazio per le risposte :)

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia assolutamente tranquillo e si ricordi che l'attività fisica sia il fattore di PREVENZIONE PRIMARIA più importante .... persino dell'alimentazione.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com