Utente 356XXX
Buongiorno. Avrei bisogno di un vostro parere. Espongo il caso : a seguito di autopalpazione a dicembre 2015 mi sottopongo ad una ecografia per un nodulo al seno sx. Informo che la mammografia e l'ecografia di controllo annuale l'avevo fatta il 29/06/2015 dalla quale risultava nulla a sx mentre a dx un nodulo di 5 mm che il radiologo aveva dichiarato un fibroadenoma.
Dopo ecografia e mammografia in cui compare a sx un nodulo di 5 mm palpabile, mi eseguono una core biopsy ecoguidata con ago da 14G.al ivello della formazione nodulare solida che fa rilevare: "frustoli di parenchima mammario con minima infiltrazione marginale di carcinoma tubulare".
Immunofenotipo: p63 negativo.
Categoria diagnostica: B5
Fenotipo: Proteina recettore estrogenico presente nel 90% degli elementi neoplastici
Proteina recettore progestinico presente nel 90% degli elementi neoplastici
Marcatore di proliferazione Ki67 (MIBI) positivo nel 5% degli elementi neoplastici
HER2 negativo: Score 1+
Il medico che mercoledi mi ha comunicato la notizia mi ha naturalmente detto che è necessario il trattamento chirurgico previo studio RMM con mdc.
Ora vorrei chiedere delucidazioni sul tipo di carcinoma in base al mio referto istologico, soprattutto il termine minima infiltrazione marginale, che letta così mi fa sperare, se devo preoccuparmi per eventuali metastasi, e se è normale chiedere sempre una RMM in questi casi. Domani devo fare la scintigrafia ossea total body e già questo mi preoccupa.
Oltretutto sono molto in ansia in quanto nel seno dx la mammografia e l'ecografia fatta nel giugno 2014 e giugno 2015 avevano evidenziato un nodulo di circa 5 mm identificato come un fibroadenoma e quindi non mi avevano fatto nessun tipo di biopsia.
Ora alla luce di quanto mi è successo mi chiedo se veramente quel nodulo a dx possa essere un fibroadenoma e non qualcos'altro, e se ecograficamente sono cosi facilmente riconoscibili i fibroadenomi.
Questa notizia mi ha sconvolto anche perchè solo un anno fa mi è stata fatta una resenzione del sigma per un carcinoma in sito.
Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ho parole......un fibroadenoma a 48 anni è possibile che insorga, ma impone sempre un approfondimento.

La sua ansia è comprensibile, ma eccessiva perchè il carcinoma tubulare ha una buonissima prognosi, è stato riscontrato in fase precoce, tant'è che tutti i parametri biologici che allega sono favorevolissimi.

Stia assolutamente tranquilla

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Grazie Dottore della sua immediata risposta.
Vorrei aggiornarla sulla situazione e chiederle cosa ne pensa.
Oggi ho ritirato il referto della scintigrafia ossea che riporta:
Area di tenue iperaccumulo del radiofarmaco a carico del tratto posteriore della V arcata costale di sinistra. Regolari i restanti distretti scheletrici.

Vorrei un suo sincero parere su tale referto, che mi fa pensare a qualcosa di non proprio positivo. Premetto che in passato non ho ricordi di eventuali fratture costali.

Oltretutto lunedi ho fatto la risonanza magnetica e a seguito di ciò, la prossima settimana dovrò sottopormi ad un ecografia mammaria bilaterale con eventuale biopsia.

Gentilmente le chiedo che cosa ne pensa.

Grazie e cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Che scommetto di già che il rilievo scintigrafico sulla V costa (da approfondire ovviamente) non giustifica alcuna preoccupazione.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 356XXX

Grazie Dottore della sua cortesia e massima disponibilità, da me molto apprezzata.

Volevo chiederle di nuovo il suo parere circa il referto delle radiografie di approfondimento al rilievo scintigrafico sulla V costa.

Il referto è il seguente: Apprezzabile possibile minuta erosione subcondrale dell'estremo posteriore del V arco costale di sinistra sul versante superiore. Meno profondo il seno costofrenico esterno sinistro. Non evidenti opacità pleuro-parenchimali in atto. Cuore nei limiti.

Capisco che possa essere difficile fare una valutazione senza poter visionare le immagini ma gradirei molto avere la sua opinione.

La ringrazio anticipatamente.

Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Riscommetto....ma purtroppo non c'è una diagnosi ed a distanza non saprei cosa altro aggiungere.

Chieda spiegazioni direttamente all'oncologo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com