Utente 226XXX
Salve,
Nell'Ottobre 2011, pochi giorni dopo il mio quarantesimo compleanno, ho subito una quadrantectomia al seno sinistro dopo citologico c5. Era un nodulo di 1 cm tubolare infiltrante. Linfonodi liberi quindi solo 30 radio e terapia ormonale (tamoxifene e decapeptyl) cHe anuora faccio. Dopo pochi mesi nodulo seno destro sempre 1 cm circa, risultato ad ago aspirato fibroadenoma. A Settembre 2015 visita oncologica rileva linfonodo ingrossato di 2 cm circa ascella destra. Eco referta: disteattività aspecifica, vascolarizzazione ilocentrica, iperplasia concentrica corticale . A gennaio 2016 faccio, su richiesta mia oncologa, RM con e senza contrasto e il risultato è: seni liberi e nodulazioni linfonodali aspecifiche entrambe ascelle di cui linfonodo più grosso (1,77 mm) con enhancement dismonogeneo dopo mdc. Si consiglia Fnab.
Ieri ho effettuato FNAB e la dottoressa, su mia richiesta, mi ha solo anticipato che lo vede più grande di quanto refertato, che c'è un ispessimento corticale in un punto da verificare e che ago aspirato andava fatto. Mi dice che si trova su prolungamento ascella e più precisamente, si trova lato anteriore e superiore destro verso attaccatura braccio ascella. Chiaramente la dottoressa non si è esposta più di tanto.
Mi hanno detto che devo aspettare 10 giorni per referto. Intanto volevo sapere che significa enhancement dismonogeneo e ispessimrnto corticale. Inoltre è verosimile che a distanza di 4 anni venga intaccato un linfonodo all'ascella opposta al seno operato? Un mio amico medico dice che è impossibile e che è una cavolata che sia positivo al cancro. Che è una suggestione mia dato che i referti non danno alcuna reale fonte di preoccupazione. Insomma che è impossibile. Ma io,dati i tanti interventi pregressi per diverse patologie a parte il cancro, sono comunque preoccupata. Potrebbe trattarsi anche di una new-entry? Inoltre volevo sapere se dinanzi a sospetta positività k se i tempi del referto si accorciano e se mi informano prima.
Perdonate le mie molte domande, ma sono un pò tesa.
Grazie e buon lavoro



[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo che i tempi della risposta dipendano dal referto perchè passano da una segreteria che ne ignora il contenuto.

Da quanto scrive è difficile dare le spiegazioni che si aspetta da noi, ma senz'altro l'approfondimento è da ritenere necessario in ragione dei dubbi dignostici che ha qui riportato.

Starei tranquilla perchè il tumore di base è da considerare a buonissima prognosi.

>> Un mio amico medico dice che è impossibile e che è una cavolata che sia positivo al cancro.>>

Invece, pur se molto infrequente, è possibile

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 226XXX

Buonasera prof. Catania,
Innanzitutto grazie per la sollecitudine con la quale mi ha risposto. Capisco che sia necessario aspettare esito FNAB e che con i dati indicati non le sia stato possibile darmi risposte certe. Purtroppo non ho potuto far visionare il file della RM alla mia oncologa perché non era pronto per cui ha visto solo referto cartaceo.
La terrò informato, se non le dispiace
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Certo che non mi dispiace
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 226XXX

Buonasera prof. Catania,
come già anticipatole, la informo sugli ulteriori esami effettuati.
L'esito dell'ago aspirato è negativo al cancro. Fortunatamente per me! :-)
Il 23.03.2016 ho il follow-up oncologico con svariati esami. Intanto stamane ho ritirato rx torace che indica un diffuso rinforzo del disegno polmonare ilo- perilare e basale nonché una lieve congestione ilare. Preciso che le precedenti rx sono state sempre lineari e che non fumo da oltre 6 anni (ho smesso 2 anni prima di avere il cancro). Però da 2 mesi ho spessissimo palpitazioni ed extrasistole. Questa cosa mi preoccupa un pochino.
Inoltre la rx gomito destro ( che ho fatto perché quando tocco quella zona fa un pò male) ha dato come esito la presenza di un nucleo di calcificazione proiettivamente in corrispondenza dei tessuti molli della paletta oleocranica. Credo sia dovuto ad artrite.
La eco infra-vaginale effettuata qualche giorno fa ha diagnosticato un ulteriore piccolo aumento rispetto a quella di Novembre 2015 dell'endometrio (da 5,5 a 6,5 mm). In merito preciso di essere in menopausa indotta da 4 anni ed assumo tamoxifene da 3 (prima femara ma aveva fatto decollare la mia artrite)
Markers tumorali negativi anche se il CA 15.3 e il cea 125 sono un pò più alti rispetto a quelli precedenti.
Non credo di dovermi preoccupare più di tanto...almeno spero. In ogni caso le farò sapere esito degli altri esami che devo fare (eco varie, esito mammografia e visita cardiologica +ecg) per il follow-up fissato a breve.
Grazie per la sua attenzione e premura nelle risposte.
Buon lavoro

[#5] dopo  
Utente 226XXX

Buongiorno prof. Catania,
In merito al famoso linfonodo di cui ai precedenti messaggi, volevo chiederle un ulteriore delucidazione. Ebbene pochi giorni fa ho effettuato eco mammella e ascelle per prossimo follow-up oncologico il 23 Novembre. L'ecografia mi ha segnalato delle anomalie al famoso linfonodo a destra (il cancro lo ho avuto al seno sinistro invece quasi 5 anni fa) di cui già le ho scritto, che aveva destato qualche sospetto in RM. Mi ha detto che non avrei dovuto fare ago aspirato perché non sicuro, sia per esito incerto che perché potrebbe rompere il linfonodo e far circolare eventuali particelle, e che lui fa questo lavoro da 25 anni ed era a suo avviso necessaria biopsia linfonodo che presenta un lato dai contorni frastagliati, gonfi e sospett (che mi ha anche indicato dullo schermo)i sebbene nel resto appaia reattivo. Che era cresciuto di poco ma era cresciuto (da 1,7 a 1,8 cm). Però poi nel referto scritto ma ha solo detto che vi erano linfonodi reattivi di cui questo già noto. Alle mie rimostranze ha detto che lui scriveva così peRo mi aveva detto come la pensava. Intanto io ho fatto mammografia che avevo già prenotato e sto aspettando esiti lo.
Ora, aldilà della scorrettezza dell'ecografia che non può dire a voce tali cose e poi non refertarle, il fatto che dopo un anno questo benedetto linfonodo sia ancora ingrossato, un pò aumentato e sempre con questo lato "borderline" come anche la dottoressa ago aspirato aveva rilevato al momento necessita secondo lei di un maggiore approfondimento? Anche con biopsia?
Io non ho problemi a farla, non temo un intervento così leggero (ne ho avuti di devastanti all'addome) ma vorrei chiarezza. Mi rendo conto che lei non può darmi una diagnosi precisa, non avendo mie cartelle cliniche, ma spero possa almeno indirizzarmi.
Lunedì ritiro mammografia ma non so se questo esame è utile per linfonodi.
In attesa di una sua risposta, le invio i miei più cordiali saluti.
Buona giornata prof. Catania

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non so cosa risponderle a distanza .
Un linfonodo che passa da 1,7 a 1,8 dovremmo considerarlo aumentato di volume ??? Mah
E concordo con Lei che crea solo ansia dire a voce quel che poi non si referta.
Mi dispiace ma a distanza non saprei cosa consigliarle in maniera obiettiva.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 226XXX

Egr. Gio prof. Catania,
Innanzitutto la ringrazio per la solerzia della risposta.
In verità più che il minimo aumento, l'ecografista mi aveva segnalato la presenza di questo lato con contorni non netti, bordo frastagliato e gonfio. Le stesse "anomalie" notate dalla dottoressa che mi fece l'ago aspirato e dove RM aveva rilevato,credo, enanchement disomogeneo (nessuno ha mai visionato file video RM ma solo referto scritto quindi sono io a presumere che questo dato fosse riferibile a quel lato strano del linfonodo).
Domani avrò esito mammografia e le farò sapere, anche se non so se la mammografia può rilevare anche piccole anomalie ai linfonodi.
In ogni caso io sono abbastanza serena. Ho pensato anche io che un aumento di un mm nell'arco di 1 anno faccia prepondere per una diagnosi di non malignità.
Tra l'altro a breve faccio anche scintigrafia ossea (questa 1 volta all'anno, pet total body mai fatta invece) che è sempre risultata negativa!
Ritengo comunque scorretto "lanciare bombe" a voce e poi refertare "rose e fiori", mi perdoni il simbolismo.
La ringrazio ancora tantissimo per la sua gentilezza ed onestà.
Buona Domenica!

[#8] dopo  
Utente 226XXX

Buonasera dott. Catania,
ieri su indicazione della mia oncologa a seguito di follow-up, ho effettuato ecografia mammaria presso il Policlinico ed il dott. Accurso, credo primario del reparto, dopo avermi monitorato con eco ha deciso di farmi nell'immediatezza ago aspirato al linfonodo all'ascella destra, di cui le avevo già parlato. Nella richiesta di citologico era specificato che si trattava di linfonodo ipoecogeno, dai contorni regolari, vascolarizzazione ilare, ecostruttura dismonogenea e pallidi spot peri-lesionali.
L'esame ecografico è proseguito con medici del suo staff per circa mezz'ora e più soprattutto perché non si riusciva a vedere un nodulo che ho al seno destro (quello sano. Il k era a sinistra) che mi è stato refertato con ago aspirato 4 anni fa quale fibroadenoma. Il nodulo è molto in profondità e pare sia coperto da una cisti per questo molti ecografisti non lo vedono. Accanto a questo nodulo pare vi fosse anche una piccola formazione a dire oralmente dalla radiologa, di probabile natura cistica. Non ho ancora esiti ecografia nè citologico ma volevo capire se è possibile che un linfonodo, già refertato un anno fa con ago aspirato negativo, possa dopo un anno presentare dei caratteri di sospetto (mi hanno spiegato che tali possono essere la ecostruttura , gli spot e la forma non regolare tra le altre cose) sebbene sia rimasto praticamente uguale come grandezza (forse aumentato di 1 solo millimetro). Specifico che i marcatori tumorali sono buoni ed alla risonanza magnetica con contrasto non risultano anomalie, anche se nulla è stato scritto riguardo alla zona ascellare. Dal file video i medici hanno intravisto dei linfonodi ma non erano chiare le immagini. Purtroppo non l'ho eseguita nello stesso posto in quanto in Campania c'è sciopero dei centri che non accettano più convenzione asl fino ad inizio Gennaio per cui sono stata presso un nuovo centro che non conoscevo, unico ad accettare ancora convenzioni asl.
Mi scuso se ogni tanto le scrivo ma sono un po' preoccupata per questo linfonodo. Forse sarebbe il caso di fare biopsia così non ci sono più esiti dubbi. Ma non sono un medico e non mi arrogo il diritto di sapere cosa fare.
La ringrazio in anticipo e le auguro una buona serata

[#9] dopo  
Utente 226XXX

Buongiorno dott. Catania,
non ho avuto una sua risposta in merito alla mia ultima mail e mi sembra strano. Lei è stato sempre molto solerte e puntuale. Forse ha impegni più ingenti.
Spero di ricevere presto un suo parere.
Intanto mi scuso per l'insistenza e le auguro una bellissima giornata