Utente 203XXX
Gentili Dottori,
Vorrei il vostro parere. Ho 41 anni e non ho familiarità per tumore al seno.
Circa 5 mesi fa ho iniziato ad avere dei dolori al seno sinistro inizialmente diffusi poi anche localizzati nel QSE dove era presente dolore alla palapzIone. Vedo il ginecologo che non riscontra nulla di particolare e prescrive eco. L'eco ritrova solo un quadro di mastosi a sn, cavo ascellare libero. Consigliano eco di controllo ad un mese. La seconda ecografia è sovrapponibile alla prima. Nel frattempo il dolore si sposta anche verso ascella e braccio, non è intenso ma a volte ho una sensazione di calore tra seno e ascella. Quando il dolore QSE diventa più intenso faccio una mammografia che non ritrova alterazioni significative. Mi fanno anche eco che trova invece un'immagine riferibile molto probabilmente ad un linfonodo mammario esterno di 16x4 mm in un contesto di infiltrato infiammatorio in regressione e un piccolo linfonodo adiposo in sede ascellare.9mm Il medico mi dice di stare tranquilla e di non programmare controllo. Ha specificato mammella poco densa ed esame acr2. Dopo alcuni giorni compaiono formicolii alle dita della mano e dolori più intensi a braccia e ascella, non costanti. Vado in u grande centro antitumore per un altro parere. All'eco questa volta non vedono il linfonodo(che però io continuo a palpare anche se è molto meno dolente) ma ne trovano due in sede ascellare, di poco più di un cm. Mi dicono che hanno un aspetto rassicurante ma consigliano agoaspirato visto che la cosa va avanti Da un po'. Mi dice il medico che sospetta piuttosto un'infezione. Mi chiama poi pochi giorni fa dicendo che lall'esame citologico non si Riscontrano celllule tumorali ma avrò il referto completo tra qualche giorno. A questo punto sono ancora preoccupata. Ho ancora questo dolore all'ascella sn ma anche al braccio alla spalla e un po al collo. L'ascella fa male se tocco energicamente ma non sento i linfonodi. Sento a volte il braccio intorpidito. È possibile che nonostante la mammo negativa e l'ecografia rassicurante ci sia comunque qualcosa? Il dolore può venire da una cervicobrachialgia? A parte una tensione muscolare mai avuto finora problemi al collo.In caso potrebbe esserci compressione di qualcosa sui nervi? Metastasi? Ho dei piccoli linfonodi anche sul collo, non sopraclaveari nè inguinali. Non mi sento rassicurata. Posso davvero escludere un tumore alla mammella? Ho fatto come anlisi del sangue solo emocromo(bianchi normali, formula rispettata), transaminasi (ok) ves (2). Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
SI

1) E' molto probabile che si tratti di una mastalgia extramammaria e il rilievo del linfono intraparenchimale sia del tutto "accidentale"

Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

2)
Ora però in attesa degli approfondimenti non si rovini l'esistenza (^____^) cercando informazioni sulla rete su un tema così ansiogeno
Legga perchè dovrebbe staccare e le allego alcuni consulti, anche se richiesti su temi differenti, ma che hanno in comune...la cancerofobia.
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html
https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-interna/485977/Linfonodi-collo-gonfi#2225113
https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/481804/Retrazione-cutanea-al-seno-a-16-anni
https://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/501083/Preoccupazione#2295319
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/linfonodi_sistema_linfatico.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 203XXX

Gentile dott Catania, grazie mille della sua risposta direi praticamente in tempo reale, per di più nel weekend!
Speravo mi rispondesse Lei.
La ringrazio per gli approfondimenti consigliati, alcuni li avevo già letti e sono diventata già fan del suo blog!
In effetti rileggendo il mio quesito mi accorgo del l'ansia che traspare:-)
Sono preoccupata soprattutto di non sapere quale sia il problema. Nel frattempo uno dei lonfonodi sotto l'ascella è ora palpabile e abbastanza dolente! In più sento un'altra specie di "cordoncino" sempre intrammario, verso l'ascella, che ha più o meno la stessa consistenza di quell'altro (allungato e mobile). Devo dire che ho una mammella grande per me difficile da valutare. Il dolore ad ascella e braccio a volte è intenso alla mammella meno. Spesso il braccio è intorpidito e aumenta un po il fastidio al collo, sempre a destra.
Dopo i vari accertamenti avevo pensato anche io ad una mastalgia extramammaria ma non mi spiego i linfonodi ingrossati e dolenti! E comunque ho dolore alla palapzIone di seno e ascella.
A proposito di cancerofobia, avevo pensato anche ad un linfoma, ma per ora mi calmo, almeno ci provo....
Ha qualche consiglio su eventuali altri esami da fare?
Ancora grazie, spero di rileggerla presto


[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive...la paura del linfoma è esagerata (^___^)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 203XXX

Buongiorno dott Catania!
Forse ha ragione... Riconosco di passare un momento molto stressante.
Ma a parte i sintomi che le dicevo mi sento proprio bene, gioco a tennis due volte a settimana ed ho una vita molto attiva, con due bambini ancora piccoli. Fortunatamente non ho mai avuto problemi di salute se si esclude un ipotiroidismo su tiroidite autoimmune scoperto per caso. Vorrei tanto pensare che i dolori vengano da un problema alla colonna ma non mi spiego i linfonodi ad ascella e seno. Ho la sensazione che tutta la zona sia infiammata, c'è dolore e sensazione di calore anche se non è arrossata ma un minimo gonfia si. E il dolore all'ascella spesso aumenta quando muovo il braccio. A forza di palpare ovviamente La cosa peggiora!
Oggi rivedrò il mio medico. Ma mi sembra che non abbia molte idee a riguardo.
La ringrazio ancora per disponibilità e simpatia.
vedo che spesso ci vuole molta pazienza, diventa un po' psico medicina:-)

[#5] dopo  
Utente 203XXX

Buongiorno, se possibile vorrei ancora approfittare della vostra gentilezza.
Ho visto il mio medico che concorda con un'origine probabilmente cervicale dei miei dolori alla mammella, ascella e braccio. Abbiamo previsto dunque rx ed eventualmente irm.
Il problema è che i linfonodi che sentivo a livello cervicale (che nn mi preoccupavano più di tanto visto il probabile problema al collo) ora li ritrovo anche nella parte anteriore del collo, sono piccoli e sono davvero tanti. Parte alta e bassa. Riesco a palpare da ieri anche qualche piccolissima Pallina anche in sede sovraclaveare, bilateralmente.
Ho seguito il consiglio di evitare di documentarmi sul web, ma il danno era già fatto! Ora mi chiedo è da considerarsi una adenopatia generalizzata? È vero che la sede sovraclaveare sia quasi sempre così "a rischio" ? Martedì avrò il risultato dell'esame citologico sui lonfonodi ascellari. Mi avevano comunque rassicurato su presenza di cellule tumorali, questo poi escludere problemi anche sugli altri linfonodi? È possibile un'origine infettiva? (Non da mononucleosi che ho avuto tanto tempo fa). Grazie ancora

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A questo punto quando avrà gli esiti di tutti gli esami eseguiti farei una visita EMATOLOGICA per chiudere il cerchio ed essere rassicurata definitivamente.

Auguri
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 203XXX

Grazie infinite, seguirò il consiglio.
Buon lavoro!