Utente 236XXX
Salve,mio padre ha fatto per controllo una tac al torace ed è risultato un linfonodo aumentanto da 10mm a 17mm a distanza di sei mesi dal altra tac..
Nel referto dice esattamente così(appare aumentata nelle dimensioni la lesione polmonare escavata localizzata nel segmento anteriore del LID "17mm vs 10mm"
Volumetricamente stabile la analoga lesione localizzata fra segmento laterale del LSS e lingula.
Volevo sapere cosa ne pensate è se sia opportuno iniziare una chemioterapia endovenosa?
Grazie mille per le risposte

[#1]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina non capisco dal referto a quale linfonodo si riferisca. La TAC parla di due lesioni polmonari: la prima escavata (verosimilmente ascessualizzata) nel segmento polmonare anteriore e questa è aumentata da 10 a 17 mm. L'altra lesioni sempre nel polmone in prossimità della lingula è volumetricamente stabile. Non so quali esami abbia fatto, ma sarebbe da accertare la natura di queste lesioni (infiammazione o tumore?) e quindi fare eventualmente una biopsia e altre indagini atte a definire di cosa si tratta. Chi segue il papà?, il medico di base o un pneumologo?
Mi faccia sapere
cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#2] dopo  
Utente 236XXX

Grazie mille per la risposta... le spiego: Attualmente lo segue un oncologo perché 3 anni fa ha avuto un carcinoma uroteliale papillare di basso grado a localizzazione all uretere ed alle pelvi renale con infiltrazione della tonaca prorpia infatti il rene è stato espianto ..mentre l'anno scorso facendo I controlli è uscito un focale ispessimento della vescica parietale di 8mm è dopo essere stato sottoposto al intervento ha fatto una chemio vescicale...
Ora facendo la tac sempre per I controlli che lui fa ogni sei mesi è uscito al torace questa lesione che sembra ingrandita..
Il pleumologo l'anno scorso ci disse che per lui era da monitorare perché non riusciva a descrivere questa lesione
Quindi ora non sappiamo come comportarci perché è aumentata di 7mm
Grazie mille

[#3]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signorina bisogna vedere se è possibile eseguirà una biopsia sotto controllo TAC. Se non fosse tecnicamente possibile si potrebbe eseguirà una PET che dovrebbe poter affinare la diagnosi. Se le lesioni non erano presenti in precedenza prima dell'intervento tumorale il rischio di metastasi è elevato e quindi è fondamentale approfondire la diagnosi. Cari saluti gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia