Utente
Buongiorno, ho un problema con il ginocchio destro. Da due anni soffro di tendinite rotulea inserzionale. Ho seguito tutte le terapie conservative, cioè ghiaccio, integratori, laserterapia,ionoforesi,onde d'urto e tecarterapia. Successivamente ho fatto anche due sedute per eseguire infiltrazioni di cortisone. La situazione è leggermente migliorata ma, dopo un paio di mesi, il male si è ripresentato. Mi sono operato al tendine procedendo alla scarificazione tendinea longitudinale. Ora, passati sei mesi dalla operazione, sento gli stessi sintomi che avevo prima di tale operazione.., cioè se sto in piedi per un po' di tempo sento il ginocchio infirammarsi e necessità di sedermi, se provo a giocare a calcio sento dolore in fase di estensione. Il problema principale è causato dal movimento di "affondo". Premetto che ho eseguito una decina di sedute di riabiltazione in acqua e successivamente un paio di mesi di rinforzo in palestra con la leg extension riabilitativa.
Ho speranze affinchè questo male sconpaia definitivamente?
Le infiltrazioni di acido ialuronico potrebbero risolvere la situazione?

Grazie per ogni eventuale risposta

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
gentile utente,
Sembra un caso complesso che non risponde a tutte le terapie che abbiamo a disposizione, quindi non si aspetti che in un consulto on-line si possa trovare la soluzione al problema!
Quello che le posso dire è che bisogna innanzitutto avere escluso delle cause facilitanti la tendinosi, come un malallineamento rotuleo o altri problemi di natura biomeccanica, o ancora fattori metabolici. Le infiltrazioni di acido ialuronico, come quelle di fattori di crescita o di cellule staminali, sembrano promettenti ma sono ancora in fase iniziale, quindi non so dirle se effettivamente funzionino.
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
ok gentilissimo. In questo caso è meglio effettuare (nuovamente) una risonanza magnetica oppure una ecografia, anche per monitorare il prima e il dopo intervento?

grazie

buona giornata

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Credo che queste cose vadano decise dopo una attenta valutazione dello stato clinico odierno. Potrebbe farsi visitare dal chirurgo che la segue per capire se si può fare qualcos'altro.
Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it