Utente
dopo intervento di artroprotesi totale al ginocchio sx a distanza di due anni dall'intervento permane un dolore invalidante che non mi permette di camminare all'altezza del legamento rotuleo.
l'ortopedico ha diagnosticato una infiammazione in questa sede.
preciso che le 3 radiografie a distanza di 1 mese, 1 anno e 2 anni dall'intervento non evidenziano alcun problema sulla protesi.
sono state effettuate le fisioterapie di rito, nonchè tecar, mesoterapia con artrosilene, plantari per postura, tutore, nonchè antiin fiammatori e antidolorifici.
niente ha prodotto effetti positivi sul dolore.
ora mi sto accingendo ad effettuare un ciclo di 10 ipertermie.
però ormai non sono più fiduciosa della guarigione.
vorrei conoscere il parere di un altro esperto per una eventuale altra terapia
grazie








[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

quali esami sono stati effettuati oltre alle radiografie?

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2] dopo  
Utente
grazie per la risposta e per l'interessamento.
oltre le tre radiografie, è stata effettuata una tac nella quale la protesi disturbava l'immagine ed è risultata illegibile.
poi e' stata effettuata una ecografia che ha dato il seguente risultato: SI APPREZZA NEL PROFILO INTERNO IL CONDILO FEMORALE IRREGOLARITA' DELLO STESSO CON PRESENZA DI MINUTI E LINEARI FRAMMENTI OSSEI IN RELAZIONE AL PREGRESSO INTERVENTO.
SOTTILE FALDA DI VERSAMENTO LIQUIDO FINEMENTE CORPUSCOLATO TRA IL LEGAMENTO COLLATERALE MEDIALE E IL PERIOSTIO ALL'ALTEZZA DEL CONDILO FEMORALE MEDIALE DI SIN. DI CIRCA MM. 66 IN LUNGHEZZA PER MM. 7,5 DI SPESSORE.
La ringrazio per la risposta, e vorrei sapere se le terapie di IPERTERAPIA associate a intramuscolo di NIKLOD 100 MG
possono essere efficaci per alleviare il mio dolore.
La terapia suddetta mi è stta prescitta dal chirurgo oropedico che mi ha operato il ginocchio due anni fa.
grazie e saluti .....attendo risposta

[#3]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

normalmente in tutti i casi di protesi dolorosa, prima di intraprendere delle terapie è bene capire cosa provoca il dolore. Ok, tendinopatia del t. rotuleo, ma perché?
Bisogna capire il perché dell'infiammazione, non semplicemente lenirla.
Il consiglio che darei ad un mio paziente sarebbe quello di eseguire degli esami del sangue con valutazione degli indici infiammatori, ed una scintigrafia ossea trifasica.
Ne parli con il Suo ortopedico.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#4] dopo  
Utente
LA RINGRAZIO NUOVAMENTE PER LA RISPOSTA.
GLI ESAMI DEL SANGUE CON VALUTAZIONE DEGLI INDICI INFIAMMATORI MI SONO STATI SCONSIGLIATI IN PRECEDENZA IN QUANTO ESSENDO IO AFFETTA DA DIFFUSA ARTROSI RISULTEREBBERO COMUNQUE ALTERATI.
PARLERO' DI NUOVO CON IL MIO MEDICO ANCHE PROPONENDO LA SCINTIGRAFIA TRIFASICA DA LEI SUGGERITA.
GRAZIE. LA RICONTATTERO' QUANDO AVRO' NUOVE NOTIZIE. INTANTO INIZIO LA TERAPIA DI " IPERTERAPIA E INTRAMUSCOLO DI NIKLOD 100" PRESCRITTA DAL MIO MEDICO.
LA RINGRAZIO CORDIALMENTE.
BUONA GIORNATA

[#5]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gli indici infiammatori sono diversi.
Si possono guardare la conta leucocitaria, la formula leucocitaria relativa, la VES, la PCR, il fibrinogeno....
Non tutti questi parametri vengono alterati dall'artrosi.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#6] dopo  
Utente
GENTILE DOTTORE, COME CONSIGLIATO DA LEI NELLA SCORSA CONSULENZA, HO PARLATO DELLA SCINTIGRAFIA CON IL FISIATRA DOVE HO EFFETTUATO LE TERAPIE DI (IPERTERAPIA) PRESCRITTEMI, (TRA L’ALTRO SENZA ALCUN BENEFICIO).
HO EFFETTUATO L’ESAME SCINTIGRAFICO CHE HA PRODOTTO IL SEGUENTE REFERTO:
- SCINTIGRAFIA OSSEA O ARTICOLARE SEGMENTARIA POLIFASICA
- TRACCIANTE: 99mTc MDP
- RILEVAZIONI: ANTERO POSTERIORE
REFERTO:
LE IMMAGINI SCINTIGRAFICHE A DUE ORE MOSTRANO TENUE/MODERATO IPERACCUMULO DEL RADIOCOMPOSTO OSTEOTROPO DELL’OSSO CIRCOSTANTE L’ARTROPROTESI DEL GINOCCHIO SX.
LE IMMAGINI DELLO STUDIO CIRCOLATORIO (SEQUENZIALI 1-36”, STATICHE 2-5’) MOSTRANO CORRISPONDENTE INCREMENTO DEL SEGNALE PERIPROTESICO, INDICATIVO D’IPERAFFLUSSO VASCOLARE.
L’ASSOCIAZIONE D’IPERACCUMULO TARDIVO E D’INCREMENTATA VASCOLARITA’ DEPONE PER UNA CONDIZIONE DI FLOGOSI.
SI CONSIGLIA UN CONFRONTO CON OPPORTUNE INDAGINI BIOUMORALI E CON UN ESAME SCINTIGRAFICO CON LEUCOCITI MARCATI (SOSPETTA INFEZIONE).
VORREI SAPERE IN COSA CONSISTONO GLI ESAMI CONSIGLIATI, E SE GIA’ DA QUESTO REFERTO SI EVINCE QUALCOSA DI PATOLOGICO. PUO’ CONSIGLIARMI UNA TERAPIA, ALMENO PER ALLEVIARE IL DOLORE AL GINOCCHIO.
ATTUALMENTE, PER IL DOLORE, ASSUMO 1 BUSTINA GRANULARE AL GIORNO DI “VOLFAST 50mg”
GRAZIE SALUTI
ATTENDO FIDUCIOSA UNA RISPOSTA IN MERITO.

[#7]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

come immaginerà la prescrizione di terapie e farmaci on line non solo non è possibile (occorre visitare il paziente per scegliere la terapia giusta) ma è anche vietata dalla legge.
Il medico nucleare parla di condizione di "flogosi", cioè di infiammazione.
Questo è tutto ciò di patologico che si evince dal referto.
Il consiglio del medico nucleare è quello di proseguire gli accertamenti con le indagini bioumorali (cioè gli esami del sangue di cui Le avevo parlato io) e con una scintigrafia con leucociti marcati.
Dopodichè si affidi ad un buon chirurgo del ginocchio che possa aiutarLa a pervenire ad una corretta diagnosi e ad impostare la giusta terapia.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it