Utente 459XXX
Salve dottori
Scrivo per chiedere un vostro consulto.
Sono un ragazzo che si é sempre allenato e ha sempre seguito una dieta corretta senza alcolici e fumo! Faccio ormai allenamento pesi da molto tempo! Avevo raggiunto un fisico in forma é abbastanza prestante! Purtroppo per una forte appendicite dovetti smettere di allenarmi e persi circa 8/9 kg di peso nell'arco di poco tempo! (Sia muscolo che grasso) durante il periodo di ripresa dall'appendicite notai che il mio corpo cominciava a scricchiolare particolarmente... All'inizio nulla di preoccupante o almeno io non ci facevo particolarmente caso! Però la situazione "peggiorava" cioè gli scricchiolii aumentavano di frequenza e intessuta senzA causare però nessun dolore! 
Abbastanza insospettito andai dal mio medico di base che mi prescrisse una visita ortopedica, l'ortopedico mi fece fare un po' di movimeni e vide che avevano cominciato a scattare i mignoli delle mani e l'anca sinistra! Effettivamente notavo anche io questa cosa la sera soprattutto! Mi fece fare una eco mano e polsi dove vide che i tendini era entrambi apposto quindi lui non riuscì a dare una spiegazione alla situazione e mi mando da un reumatologo che fra 15 gg (temopo dato dalla farmacia) mi deve visitare! 
Inoltre feci i test reumatologica che risultavano apposto! Nel frattempo vado da una fisioterapista che difatto nota anche lei questi scricchiolii che aumentano ogni giorno anche adesso. Help ho ricominciato ad allenarmi e a mangiare come si deve! 
In poche parole ad ogni momento ( e giuro ogni!!) Si associa uno scricchiolio da qualche parte! 

Chiedo quindi a voi un parere sperando di risolvere il problema che mi porto ormai da mesi! (La fisioterapista ha supposto qualcosa di carattere autoimmune) 

Grazie mille davvero.

[#1]  
Prof. Enrico Pelilli

24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
E' probabile che Lei abbia una lassità legamentosa congenita, che consente alle articolazioni una motilità particolarmente ampia.
Un test di verifica lo potrà fare provando a forzare l'estensione delle dita della mano.
Abitualmente le dita, in estensione forzata, rimangono allineate alla mano, nei soggetti congenitamente lassi, invece, vanno in dorsi-flessione anche di 80°-90°.
E' probabile che il potenziamento muscolare prodotto con l'esercizio fisico, avesse compensato tale lassità (stabilità attiva).
Purtroppo la massa muscolare è rapidamente variabile, adeguandosi immediatamente alla richiesta funzionale e quei chili persi, durante la malattia, sono da attribuirsi a questo.
Se la perdita è stata rapida, il recupero della massa muscolare le richiederà allenamenti per almeno 3 mesi.
Per gli "scricchiolii" che apprezza, comunque, non mi farei preoccupazioni, sono definiti anche scrosci innocenti.
Personalmente ricordo un compagno di liceo che, per scherzare, faceva scrosciare anche la colonna vertebrale e oggi, a 67 anni, gode di ottima salute.
Dr. Enrico Pelilli
Specialista in Ortopedia e Traumatologia Infantile

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Salve, intanto le faccio i miei più sentiti ringraziamenti per la.sua risposta!
Ma quindi mi scusi perché prima di quella perdita non ho mai accusato tali scricchiolii? Cioè anche quando avevo iniziato ad allenarmi ai tempi non sentivo questi scroscii! (E pesavo molto meno)
La reumatologa ha supposto la stessa identica cosa, ma ha detto che potevo stare tranquillo e lasciare perdere questi scroscii! Un osteopata mi ha consigliato dei particolari esercizi da fare con la fisioterapista per "rinforzare i legamenti" e anche lui mi ha detto di lasciare perdere i miei rumori articolari!
In ogni caso la mia paura più grande é che ritornando a fare pesistica (pesi in palestra) possa la situazione peggiorare invece che migliorare, ma da quanto lei mi ha detto dovrà succedere il contrario giusto?
Grazie ancora

[#3]  
Prof. Enrico Pelilli

24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Le confermo che un buon tono muscolare migliora la stabilità articolare.
Nei soggetti sportivi che hanno subito traumi legamentosi, a volte riescono a recuperare un buon risultato funzionale, anche in ambito sportivo, con il solo recupero del tono muscolare.
Le confermo, anche, l'assenza si significato patologico degli scrosci che avverte, se non si accompagnano a sintomi dolorosi.
Cordialmente la saluto
Dr. Enrico Pelilli
Specialista in Ortopedia e Traumatologia Infantile